Aggiornamenti live: candidature ai Golden Globes 2021

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 23 Secondo

Sei pronto per l’inizio della stagione dei premi? Noi siamo.

I Golden Globe sono sempre stati un rito particolare. Le statue vengono assegnate da un gruppo clandestino di giornalisti stranieri, solo 89 dei quali votano. I premi principali sono suddivisi in categorie drammatiche e comiche, spesso in modi confusi. Stranamente, i film in lingua straniera non possono competere per i premi più prestigiosi.

Quest’anno, tuttavia, la natura surreale della vicenda è stata accentuata da una domanda dell’era pandemica: I globi stanno realmente accadendo?

I cinque candidati per il miglior dramma potrebbero facilmente avere una vendita di biglietti pari a zero. Quasi tutti i film in lizza sono stati distribuiti online o sono ancora in attesa di rilascio. Molti cinema sono ormai chiusi da 11 mesi.

Per molte persone, comprese alcune a Hollywood, è difficile preoccuparsi di piccoli trofei d’oro in un momento in cui il coronavirus è ancora uccidendo più di 1.000 americani al giorno. Altri accolgono senza dubbio i Golden Globes come una sciocca distrazione: l’affidabile balsamo del coinvolgimento di una celebrità e dello schadenfreude.

Amy Poehler e Tina Fey torneranno come hostess. La cerimonia è prevista per il 28 febbraio e sarà trasmessa su NBC.

I Globes esistono apparentemente per onorare l’eccellenza nei film e in televisione. Ma la vera ragione per cui questo spettacolo deve continuare riguarda i soldi. La NBC paga la Hollywood Foreign Press Association e il suo partner di produzione, Dick Clark Productions, una stima $ 65 milioni all’anno per i diritti di trasmissione. Circa 18 milioni di persone si sono sintonizzate lo scorso anno.

Le candidature ai Globe sono strumenti di marketing ambiti; studi e servizi di streaming implementeranno rapidamente costose campagne pubblicitarie basate sui conteggi. Per la prima volta dall’inizio della pandemia, moviedom avrà una piattaforma nazionale da utilizzare come manifestazione di incoraggiamento: “Sono ancora qui! “

I Globi possono anche aiutare a guidare una corsa alla deriva per gli Oscar su una sorta di rotta. (Gli Oscar sono programmati per il 25 aprile). L’affievolimento di David Fincher “Mank, “Sulla vecchia Hollywood, potrebbe usare una o cinque nomination al Globe in questo momento. Mentre “Hillbilly Elegy” era ampiamente deriso, Gli elettori di Globes potrebbero concettualmente dare Glenn Close un passaggio riconoscendo la sua Mamaw che rosicchia il paesaggio. (Sarebbe la sua quindicesima nomination.)

In verità, i Globi non sono predittivi di molto. Negli ultimi 20 anni, i Globes e gli Oscar hanno concordato i migliori vincitori di film il 50% delle volte. L’anno scorso, Gli elettori del globo hanno scelto “C’era una volta … a Hollywood” e il dramma di guerra “1917” come i migliori della classe. Nessuno dei due ha vinto agli Academy Awards, che ha riconosciuto il rivoluzionario “Parasite”.

In linea con le sue regole, il gruppo non ha nominato “Parasite”, un film in lingua straniera, come miglior film Globe.

I servizi di streaming, tra cui Netflix e Amazon, apriranno la strada.

Netflix, solo un concorrente sul lato cinematografico dei Globes dal 2016, dominerà a un livello sbalorditivo. Ha film nostrani in lizza – “Ma Rainey’s Black Bottom”, “Mank”, “Da 5 Bloods”, “The Prom” – oltre a film che ha acquistato da studi tradizionali colpiti dalla pandemia, in particolare “The Trial of” di Aaron Sorkin il Chicago 7. ” Tra le categorie televisive, il servizio di streaming ha conquistato il pubblico (“The Crown”, “Ozark”) e nuovi successi brillanti (“Bridgerton, “” The Queen’s Gambit. “)

Amazon riceverà anche una marea di nomination, con “One Night in Miami” di Regina King un dramma basato sui fatti su un incontro di quattro luminari neri, posizionato per raccogliere cenni per il miglior dramma, regista, sceneggiatura e attore non protagonista (per Leslie Odom Jr., che interpreta Sam Cooke). E gli elettori del Globe sicuramente onoreranno “Borat Moviefilm successivo, “Che è arrivato su Amazon Prime Video ad ottobre, tra le altre, nella migliore categoria commedia o musicale.

Alcuni anche i pronosticatori scommettono quell’irriverente serie di supereroi di Amazon “I ragazzi”Riceverà una nomination per il miglior dramma televisivo, il che sarebbe un grosso problema perché lo spettacolo popolare, ora alla sua seconda stagione, è stato per lo più trascurato dai gruppi di premiazione.

La Hollywood Foreign Press Association è stata attaccata negli ultimi anni per non aver prestato attenzione all’inclusione e alla diversità. Nella cerimonia più recente, ad esempio, il gruppo ha presentato – ancora una volta – un lista di amministratori tutta maschile, mancando di nominare donne come Greta Gerwig (“Piccole donne”) e Olivia Wilde (“Booksmart”).

Aspettatevi un correttivo quest’anno. Sembra che sia King che Chloé Zhao (“Nomadland”) verranno riconosciuti. È probabile che si aggiunga a quel mix Spike Lee per “Da 5 Bloods”. Il dramma di guerra ha generato una forte risposta critica, e Lee è stato nominato tre volte dal gruppo (l’ultima per la regia di “BlacKkKlansman”).

E quest’anno, i suoi figli, Satchel e Jackson, serviranno come Golden Globe Ambassador, un lavoro che tradizionalmente prevede di scortare i vincitori fuori dal palco. Non sarebbe un affare di famiglia se non ci fosse anche Spike.

Sophia Loren e Zendaya potrebbero competere nelle categorie attrici.

Il miglior attore in una categoria drammatica riflette una vasta gamma di talenti, con Chadwick Boseman (“Ma Rainey’s Black Bottom”), Steven Yeun (“Minari”), Delroy Lindo (“Da 5 Bloods”), Ahmed Rice (“Sound of Metal”) e Anthony Hopkins (“The Father”) tutti nel mix per le nomination. Tom Hanks potrebbe candidarsi per il suo uomo di frontiera “News of the World”.

Ma è probabile che le nomination all’attrice facciano rumore.

Gli elettori del globo potrebbero includere una leggenda, Sophia Loren, per il suo ruolo di sopravvissuta all’Olocausto che gestisce un asilo nido per i figli delle prostitute locali in “The Life Ahead”, da Netflix. Oppure potrebbero dare quello spazio a un’attrice che rappresenta il futuro, Zendaya, che è stata elogiata per la sua interpretazione in “Malcolm & Marie”, un dramma romantico in bianco e nero (Netflix, di nuovo).

Meryl Streep, 25 volte candidata al Globe e otto volte vincitrice, potrebbe ricevere due nomination come migliore attrice in una commedia o musical, una per la sua performance esagerata in “ballo di fine anno” e un’altra per aver interpretato un’autrice che cerca di riconnettersi con amici in “Let Them All Talk”. La Streep sarebbe probabilmente in competizione con l’attrice bulgara Maria Bakalova, per il suo ruolo ultra crudo, ma sorprendentemente dolce, in “Borat Subsequent Moviefilm”.

La categoria delle attrici non protagoniste della TV, come al solito, ha una pletora di candidati, aggiungendo un minimo di suspense. Gli elettori faranno spazio sia a Gillian Anderson che a Helena Bonham Carter di “The Crown”? In lizza anche Uzo Aduba (“Mrs. America”), Letitia Wright (“Small Axe”), Annie Murphy (“Schitt’s Creek”), Jessie Buckley (“Fargo”), Marielle Heller (“The Queen’s Gambit”) e Julia Garner (“Ozark”). Garner e Aduba hanno entrambi vinto un Emmy lo scorso anno per le loro esibizioni.

‘Minari’ non è autorizzato a competere per il primo premio.

Non sarebbero i Globes senza un kerfuffle cinematografico in lingua straniera. Questa volta, il gruppo sì uovo sulla sua faccia perché “Minari” di Lee Isaac Chung deve competere come voce in lingua straniera – anche se Mr. Chung è un regista americano, il film è stato girato negli Stati Uniti, è stato finanziato da compagnie americane e si concentra su una famiglia di immigrati il sogno americano.

Ma i personaggi di “Minari” parlano prevalentemente coreano. Di conseguenza, le regole del Globe richiedono il suo esilio alla migliore corsa cinematografica in lingua straniera; non può essere considerato per il primo premio.

“Hamilton”, d’altra parte, probabilmente trarrà vantaggio dalle regole del gruppo. Come performance sul palco registrata, “Hamilton” non è idoneo per gli Oscar. Ma l’HFPA non ha un tale blocco. Quindi aspettati che il musical di Lin-Manuel Miranda si presenti come miglior commedia o candidato musicale.

#Aggiornamenti #live #candidature #Golden #Globes

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *