Airbnb sta guidando gli host altrove con costose politiche pandemiche

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 55 Secondo

Un altro ospite, Anthony Farmer, ha intentato una causa legale contro Airbnb presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale della California a novembre. La causa, che sta tentando di ignorare i termini dell’arbitrato di Airbnb, accusa la società di aver violato il suo contratto e dovere fiduciario e di violare le leggi sulla protezione dei consumatori.

Christopher Nulty, un portavoce di Airbnb, ha affermato che la politica dell’azienda mette al primo posto la salute e la sicurezza pubblica, il che alla fine aiuterà gli host “mantenendo un’elevata fedeltà degli ospiti e la domanda di annunci Airbnb”. Ha detto che la causa del signor Farmer era senza merito.

A maggio, Airbnb annunciato che sarebbe “tornato alle nostre radici” concentrandosi sulle “persone comuni che ospitano le loro case”.

Quella posizione ha vantaggi commerciali. Può sembrare che gli operatori professionali di noleggio con molti elenchi tolgano alloggi e trasformino i quartieri in zone turistiche, costringendo politici e associazioni di quartiere a imporre regolamenti. Una famiglia che affitta una camera da letto per gli ospiti spesso appare meno minacciosa.

In un prospetto finanziario di novembre, Airbnb ha affermato che il 90% dei suoi host erano “host individuali”, definiti come coloro che hanno creato i propri annunci direttamente sul sito invece di utilizzare software specializzato per registrarsi. Ma secondo Transparent, un fornitore di software per operatori di noleggio a breve termine, solo il 37% degli annunci di Airbnb era gestito da persone con una proprietà a settembre. Circa la metà degli annunci è stata gestita da host con da due a 20 proprietà e il 14 per cento da host con 21 o più.

Quindi, quando Airbnb ha enfatizzato i singoli host, ha ulteriormente infastidito i suoi host professionali.

“La loro attività si basa su host professionali, in un certo senso, ma non lo dicono spesso”, ha affermato Vail, l’operatore di Columbus. “Non vogliono che quel messaggio sia il titolo.”

Il signor Nulty ha detto che l’attenzione di Airbnb sugli “host principali” non è andata a scapito degli host professionali. Ha detto che gli host professionali erano rappresentati nel suo Host Advisory Board, un gruppo che la società ha creato a ottobre in modo che gli host possano incontrare i dirigenti di Airbnb.

#Airbnb #sta #guidando #gli #host #altrove #con #costose #politiche #pandemiche

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *