Big Tech deve affrontare ulteriori pressioni da parte di cause private antitrust.

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 47 Secondo

Le cause private stanno aggiungendo alla crescente pressione legale sulle società Big Tech.

Negli ultimi mesi sono già state presentate più di 10 azioni legali contro Google, Facebook o entrambe le cause antitrust governative. Molti di loro si basano su prove portate alla luce dalle indagini del governo, scrive David McCabe per il New York Times.

In caso di successo, le cause potrebbero essere costose per Facebook e Google. Le aziende lavorano con milioni di inserzionisti ed editori ogni anno e Google ospita app di decine di sviluppatori, il che significa che ci sono molti potenziali litiganti. Dopo che gli Stati Uniti hanno citato in giudizio Microsoft per violazioni antitrust una generazione fa, la società ha pagato 750 milioni di dollari per accordarsi con AOL, a quel punto il proprietario del browser Netscape, che era al centro del caso del governo.

“C’è una buona dose di agitazione in corso e gente che cerca di capire quali cause private potrebbero avere successo e come portarle”, ha detto Joshua Davis, professore presso la facoltà di legge dell’Università di San Francisco.

Facebook ha rifiutato di commentare le cause. Julie Tarallo McAlister, una portavoce di Google, ha dichiarato in una dichiarazione che la società si difenderà dalle affermazioni.

“Come altre richieste di risarcimento che i tribunali hanno respinto in passato, queste denunce cercano di sostituire il contenzioso alla concorrenza nel merito”, ha detto.

Le cause private seguono quelle simili del governo per un semplice motivo: i regolatori hanno vantaggi distinti quando si tratta di ottenere prove. Gli investigatori federali e statali possono raccogliere documenti interni e intervistare i dirigenti prima di intentare una causa. Di conseguenza, i loro reclami sono pieni di informazioni privilegiate sulle società. I privati ​​possono cercare questo tipo di prove solo dopo aver intentato una causa.

Se i casi del governo hanno successo contro Google o Facebook durante il processo, è probabile che rafforzerà il caso per cause legali private, hanno detto gli esperti. Gli avvocati potrebbero indicare quelle vittorie come prova che la società ha infranto la legge e passare rapidamente al loro obiettivo principale: ottenere danni monetari.

#Big #Tech #deve #affrontare #ulteriori #pressioni #parte #private #antitrust

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *