Christine Lagarde sui suoi piani per la Banca centrale europea

Visualizzazioni: 22
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 21 Secondo

Come hai detto, è qualcosa che viene deciso dai governi quando nominano i governatori delle loro banche centrali nazionali. Quello che posso fare è alzare la voce quando c’è un posto vacante. Posso rispondere al telefono. Posso convincerli che è un po ‘ridicolo avere su 25 membri solo due donne. E grazie al cielo adesso siamo in due. E posso scattare foto come quella che ho fatto in un ritiro che abbiamo avuto esattamente un anno fa a novembre. E all’epoca non c’erano nemmeno due donne sul tabellone. Eravamo solo io e 24 uomini.

In che modo i tuoi piani per la BCE di combattere il cambiamento climatico sono diversi dal passato?

Non sto suggerendo che la Banca centrale europea non abbia mai fatto nulla per il cambiamento climatico. Ma penso che quello che sto portando alla banca sia un senso di urgenza e la determinazione a concentrarmi su di essa. Il senso di urgenza ci ha già portato a costituire uno speciale hub che riunirà rappresentanti di diverse aree di business della banca per concentrarsi sul cambiamento climatico. Quindi, invece di diffondere il cambiamento climatico in modo casuale, a seconda di chi si prende cura di cosa, ora abbiamo un approccio strutturato.

Come paragoneresti il ​​modo in cui gestisci il consiglio direttivo o le riunioni al tuo predecessore, Mario Draghi? Come vedi il tuo stile?

Non voglio confrontarmi con Mario Draghi, e non voglio confrontarmi con gli uomini in generale. Ma so dopo alcuni anni in quei lavori che le donne sono più inclusive che voluttuose, più pazienti che impazienti, sono più rispettose che abrasive. Di conseguenza, spesso ci vuole più tempo di quanto sarebbe, se non fossi paziente, inclusivo e rispettoso. Sai, sono stato educato professionalmente in uno studio legale internazionale che in realtà ha pagato lo stesso rispetto per il voto e per la voce di qualcuno che veniva da Giacarta, da Roma o da New York. E penso che questo mi abbia salvato, e penso che sia più solido alla fine della giornata.

Infine, ci stavamo chiedendo se ci sono donne, famose o meno, a cui ti sei rivolto per un consiglio o una guida, e qual è il miglior consiglio che hai mai ricevuto che abbia aiutato la tua carriera, nella tua valutazione?

Una persona a cui mi rivolgevo per avere guida e consigli era sicuramente mia madre. È stata una chiara ispirazione e una guida per me. Che consiglio ho ricevuto da lei o da altri? Direi un paio di cose. Uno è del mio allenatore della nazionale. [As a teenager, Ms. Lagarde was on France’s national team for synchronized swimming]. Diceva, sai, “Stringi i denti e sorridi”, è qualcosa che è sempre rimasto con me. ‘Non lasciare che i bastardi ti buttino giù’ ”, è un altro.

#Christine #Lagarde #sui #suoi #piani #Banca #centrale #europea

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *