Clubhouse, il – The New York Times

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 27 Secondo

Un’azienda che cerca di guadagnare con palazzi pieni di influencer di TikTok è diventata pubblica in borsa attraverso un accordo insolito. Si tratta di un’ex azienda sanitaria cinese, e se questo suona confuso, beh, possiamo spiegarlo.

Gli imprenditori dei social media si sono affrettati a trovare modi per fare soldi dalle star su piattaforme popolari come TikTok. West of Hudson Group, per esempio, gestisce una rete di case di contenuti dove vivono molti giovani influencer di spicco.

Case come queste funzionano come società di gestione, prendendo una percentuale delle entrate dai creatori che vi abitano. Gli influencer spesso non pagano l’affitto, ma producono contenuti per i marchi e promuovono i prodotti come forma di affitto in natura.

Dozzine di influencer house sono arrivate nell’area di Los Angeles nell’ultimo anno e le aziende che le gestiscono sono alla ricerca di modelli di business sostenibili. Diventare pubblico, però, è una nuova strategia.

West of Hudson è stata acquisita questa settimana da Tongji Healthcare Group, un’entità a Las Vegas che è stata costituita da un ospedale cinese nel 2006 ma non aveva asset alla fine del 2019.

L’accordo è stato un’acquisizione inversa, in cui una società privata (in questo caso, a ovest di Hudson) viene acquisita da una già pubblica (Tongji Healthcare) ma finisce al controllo. L’affare si è concluso mercoledì.

C’erano più manovre dietro le quinte. Prima della fusione inversa, la stessa Tongji è stata acquisita dagli investitori che controllano West of Hudson, un operatore immobiliare del New Jersey di nome Amir Ben-Yohanan e dai suoi soci in affari.

Il risultato finale è che la società combinata, che ha chiesto di essere ribattezzata Clubhouse Media Group, è ora quotata al cosiddetto mercato dei fogli rosa, dove commerciano piccole società pubbliche e spesso speculative. Venerdì, le azioni di Tongji hanno chiuso a $ 2,30, il 38% al di sotto del massimo di agosto.

Le azioni a prezzo estremamente basso, note come penny stock, sono estremamente volatili. Mentre gli investitori sofisticati possono ignorare un investimento così rischioso, gli investitori inesperti, molti dei quali sono attivi su piattaforme di trading online come Robinhood, hanno appetito per loro e per le aziende nel bel mezzo delle tendenze dei social media.

Le case di contenuti degli influencer spesso ruotano attorno al dramma. Molti durano solo pochi mesi prima che un conflitto interno o una disputa tra talento e management porti alla loro disintegrazione. (A luglio, il New York Times ha riferito che diverse case di contenuti, comprese quelle di proprietà di West of Hudson, lo erano fare shopping nei reality, usando il dramma come punto di forza. Nessuno è stato venduto.)

Clubhouse, la principale influencer house nella rete di West of Hudson, è stata co-fondata a marzo da Ben-Yohanan, Christian J. Young e Daisy Keech, un’influencer dei social media. La sua prima sede, a Beverly Hills, si è espansa in una rete di ville influencer tra cui Clubhouse Next, Clubhouse per i ragazzi, Clubhouse Malta e Non una Content House.

Tuttavia, potrebbe essere difficile attrarre investitori nei mercati pubblici.

Nei primi sei mesi dell’anno, West of Hudson ha registrato un fatturato di quasi $ 96.000 ma una perdita di $ 983.000. Il signor Ben-Yohanan, amministratore delegato della società che controlla il 62% delle azioni, secondo un recente deposito di titoli, le ha fornito un prestito di poco più di 1 milione di dollari. La società può prelevare quasi 4 milioni di dollari in più da lui, secondo il deposito, che ha anche affermato che Tongji potrebbe aver bisogno di raccogliere fondi nei mercati per finanziare le operazioni e crescere.

In un’intervista, il signor Young ha detto che la società stava esaminando le opzioni per la raccolta di capitali sia nel mercato del debito che in quello azionario, ma ha rifiutato di fornire maggiori dettagli.

Secondo la dichiarazione di Tongji, il signor Ben-Yohanan ha fondato la West of Hudson Properties, una società immobiliare del New Jersey che possiede o gestisce oltre 300 milioni di dollari in proprietà multifamiliari. È indicato come inquilino di due delle principali proprietà della Clubhouse, secondo il deposito, che ha aggiunto: “Mentre il signor Ben-Yohanan intende assegnare questi contratti di locazione alla Società in futuro, c’è la possibilità che il signor Ben- Yohanan potrebbe non cedere questi contratti di locazione a breve termine, o del tutto. “

Una chiamata a West of Hudson Properties in cerca di commenti da parte del signor Ben-Yohanan non è stata restituita. Oltre ad essere amministratore delegato, è elencato come il principale responsabile finanziario e contabile di Tongji.

A parte i finanziari, le società associate alle tendenze dei social media si stanno dimostrando attraenti tra i nuovi giovani investitori. Zach, un investitore di 12 anni che ha stabilito un seguito su YouTube e Twitter, è uno dei tanti giovani che sono entrati nel commercio di azioni, soprattutto guardando i video di YouTube. “Ci sono molti più giovani nel mercato azionario di quanto la gente pensi”, ha detto.

Negozia azioni con il nome dei suoi genitori (monitorano il suo utilizzo) utilizzando una piattaforma di investimento del Regno Unito chiamata Trading 212. Ha detto che avrebbe dovuto esaminare i dati finanziari della società prima di determinare se si trattava di un buon investimento, ma poteva vedere gli altri suoi età interessata.

“Per la maggior parte dei ragazzi che investono nel mercato azionario, c’è interesse per i nuovi tipi di tendenze dei social media e aziende come TikTok e vogliono investire in cose del genere”, ha detto Zach. Una società affiliata a star dei social media di alto profilo, ha affermato, è “qualcosa a cui sarebbero interessati al 100%”.

Il commercio di penny stock è aumentato quest’anno. Dopo che la pandemia di Covid ha chiuso i campionati sportivi all’inizio di quest’anno, molti sono stati frustrati gli scommettitori sportivi si sono spostati sui mercati azionari. Lo spostamento è coinciso con una mossa diffusa – inizialmente introdotta dall’app di trading Robinhood – verso il taglio delle commissioni di negoziazione, che ha ulteriormente incoraggiato la speculazione su azioni a basso prezzo.

Tali titoli, tuttavia, hanno spesso prospettive di business fosche e team di gestione deboli. E con poca attività di trading professionale o analisi, i prezzi delle azioni penny sono volatili e guidati da voci e speculazioni nelle bacheche online, con poca preoccupazione per la probabilità fondamentale che il business faccia soldi.

Fino a ottobre, circa il 23% delle azioni scambiate nei mercati azionari americani avevano un prezzo inferiore a $ 5, secondo la Borsa di New York. Nello stesso periodo del 2019, rappresentavano circa il 14% delle transazioni.



#Clubhouse #York #Times

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *