Come trasformare il tuo hobby in una carriera

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:10 Minuto, 28 Secondo

Un autista FedEx che crea saponi artigianali. Un parrucchiere che vende panini senza carne di maiale. Un direttore di ristorante che ripropone giacche di jeans.

Il sogno di trasformare un hobby in una carriera di Plan B è quasi un cliché della gig economy, con innumerevoli suggerimenti pubblicato sulla vendita fumetti d’epoca, fare la birra, giocare ai videogiochi e persino raccontare barzellette.

Dopo un anno segnato dalla pandemia di coronavirus, però, in quale milioni degli americani perso il lavoro, sta cominciando a sembrare più una necessità che una fantasia, in particolare per le persone che sono state licenziate o costrette ad abbandonare il lavoro per accudire i bambini scolarizzati a distanza.

Yelp ha registrato quasi 100.000 chiusure di attività durante i primi otto mesi del 2020, ma anche un aumento del 10% nelle nuove attività che vendono cupcakes, ciambelle, torte, macaron e altri dolci. Etsy ha registrato un aumento del 42% dei nuovi venditori nel terzo trimestre del 2020, rispetto all’anno precedente.

“Potrebbe essere che alcuni volessero solo rispondere alla loro chiamata creativa”, ha detto Dayna Isom Johnson, esperta di tendenze di Etsy. “Ma per molti in questo periodo senza precedenti, si tratta di persone che hanno dovuto affrontare sfide finanziarie inaspettate, siano esse disoccupate o licenziate dal proprio lavoro”.

Eccone cinque che hanno fatto il salto durante la pandemia.

“Sono cresciuto in una famiglia italo-portoghese”, Dan Pelosi, un direttore creativo di Ann Taylor che supervisiona il design e il marketing in negozio, ha detto. “Il cibo è quello che abbiamo fatto.”

E da casalingo, il signor Pelosi, che condivide un appartamento con tre camere da letto a Brooklyn con due coinquilini, ha trovato il suo modo di affrontare la soffocante esistenza della quarantena.

“Tutti gli altri sono usciti e hanno trovato un compagno di sesso”, ha detto. “Ho rifornito la mia dispensa.”

Al culmine dei blocchi la scorsa primavera, il signor Pelosi, un avido cuoco casalingo e una modaiola fashionista con una personalità da 10.000 watt, ha iniziato a pubblicare sontuosi primi piani che mostrano la sua interpretazione dei vecchi piatti di famiglia, come rigatoni alla vodka “sawce” e lasagne carnose, sotto il suo profilo Instagram @grossypelosi.

Non aveva una formazione alimentare formale, ma le sue ricette emanavano un’atmosfera casalinga, stasera, mi tratterò. “Ho iniziato a ricevere messaggi dai lavoratori essenziali come, ‘Torno a casa dal lavoro e guardo le tue storie, ed è una fonte di conforto per me'”, ha detto il signor Pelosi.

Man mano che il suo seguito cresceva, marchi disparati come Chobani, Ikea e Grindr hanno cercato collaborazioni. Pinterest gli ha chiesto di essere un creatore a pagamento, cosa che gli è piaciuta particolarmente. “Mi riferisco a me stesso come a mamma Pinterest gay,” Egli ha detto. “Ho una festa annuale dei biscotti per le vacanze. Faccio una festa di intaglio della zucca. “

Entro l’estate, cucinare era diventato più un secondo lavoro che un’attività secondaria. Ora con 52.000 follower su Instagram, un sito web, GrossyPelosi che attira 37.000 visitatori al mese, oltre a un agente di libri e una linea di merchandising chiamata “This Too Shall Pasta” (tutti i proventi beneficiano saggio, un ente di beneficenza per gli anziani LGBTQ), vede il suo futuro nel cibo, non nella moda.

È una carriera accidentale che gli dà la possibilità di emulare uno dei suoi idoli, il guru della cucina Ina Garten.

Contessa scalza è la mia regina “, ha detto. E da uomo corpulento che si identifica come un orso nella cultura gay, ha aggiunto: “Scherzo sempre sul fatto che voglio che lei mi consegni il suo impero. Lo cambierei in Contessa piede d’ORSO. “

“Molte persone stanno cercando di entrare nel mondo dell’IT”, ha affermato Eric Warner, un programmatore web a Chippewa Falls, Wis. “Sto cercando di uscire”.

La quarantena potrebbe avergli dato solo la spinta di cui aveva bisogno.

Mentre era isolato a casa con sua moglie e due figli, il signor Warner, 46 anni, ha iniziato una seconda carriera che spera di fare la sua principale fonte di guadagno: tagliando dischi in vinile personalizzati nella sua cantina, spesso come regali per anniversari e compleanni.

Due anni fa, ha acquistato un tornio per dischi da $ 10.000, che sembra un giradischi DJ troppo cresciuto a bordo della Morte Nera. È una macchina altamente specializzata che invia un segnale analogico a uno stilo diamantato che scolpisce le scanalature in un disco vuoto.

“Non c’è davvero alcun motivo per cui qualcuno vorrebbe acquistarne uno”, ha detto.

In qualità di ex produttore rave, il signor Warner sognava di fondare un’etichetta indie di musica ambient, Abstrakt Xpressions, ma la macchina per lo più si trovava nel seminterrato. Fino alla pandemia.

Sua moglie, Izabella, 43 anni, che progetta corsi online per le università, non è riuscita a cercare lavoro e ha dovuto ridurre i clienti di web design per aiutarli a crescere i loro figli, di età compresa tra 5 e 11 anni. I giorni erano duri e lunghi.

Alla ricerca di un’applicazione più commerciale per il suo tornio, la coppia ha aperto un negozio Etsy chiamato Vinile, vendendo album su misura – fondamentalmente, nastri in vinile mix – con grafica personalizzata per $ 95 a $ 110.

Una donna del Connecticut ne ha ordinato uno come regalo di anniversario per sua figlia, con i suoi voti pronunciati da un lato e le canzoni del suo ricevimento di nozze dall’altro. Una donna della California ha commissionato un LP per suo marito con canzoni di ninna nanna e un’ecografia in copertina come regalo di rivelazione del genere.

Il signor Warner spera di fare di Vinylus il suo lavoro principale, e il web design la sua attività secondaria. Potrebbe essere una via d’uscita, dal momento che ha venduto solo 250 dischi fino ad oggi. Ma le vendite sono aumentate negli ultimi mesi, anche dopo le vacanze.

“Ehi”, ha detto, “Voglio solo fare dischi.”

Come parrucchiere privato di designer Nike, dirigenti di Amazon e altri clienti benestanti, Thuy Pham viveva la vita.

“Sono riuscita a guadagnare bene lavorando solo 3-4 giorni alla settimana, che era un ottimo programma per una mamma single”, ha detto la signora Pham, 40 anni, che vive a Portland, Oregon, con il suo bambino di 7 anni figlia, Kinsley. “Stavo viaggiando, andando ai festival musicali. Quando hai una carriera del genere, perché dovresti considerare di andartene? “

Poi Portland è stata chiusa lo scorso marzo, chiudendo i suoi affari. Per passare il tempo, ha iniziato a setacciare YouTube alla ricerca di ricette vietnamite senza carne (la signora Pham è vegana), inclusa la pancia finta di maiale fatta con latte di cocco, tapioca e amidi di riso, nello stile tradizionale dei monaci buddisti vietnamiti.

“Cucinare per me è sempre stato un modo per condividere amore e affetto con la mia famiglia”, ha detto la signora Pham, che è arrivata dal Vietnam negli Stati Uniti negli anni ’80.

Era abbastanza soddisfatta dei suoi risultati, quindi lo scorso aprile ha trasmesso in streaming la ricetta su Instagram come un modo per tenersi in contatto con i suoi clienti. “A pochi minuti dal lancio, ho avuto clienti che chiedevano di comprare le mie lastre di pancetta di maiale”, ha detto. “Ho subito pensato che questo potesse essere un modo per sbarcare il lunario fino a quando non potessi tornare a lavorare come parrucchiere.”

Entro la fine della settimana, la signora Pham aveva eseguito 100 ordini. Entro due, stava spedendo a livello nazionale.

Lo scorso novembre ha aperto una gastronomia vietnamita chiamata Mama Dut (che significa “mamma, nutrire”) nel quartiere Buckman della città, che vende panini bao senza maiale, banh mi ai funghi e altre creazioni d’autore per asporto e consegna di biciclette.

Gli affari sono stati rapidi. La signora Pham spera di realizzare entrate per 350.000 dollari quest’anno e desidera espandere Mama Dut a Los Angeles. Sta anche donando a enti di beneficenza come Giardini in crescita, che costruisce giardini nelle scuole, quartieri a basso reddito e strutture correttive.

Non ha intenzione di tornare all’acconciatura, tranne forse come cliente. “Spero di potermi permettere un giorno come parrucchiera”, ha detto.

Quando le scuole hanno chiuso lo scorso marzo a causa della pandemia, Tiffany Dangerfield, 31 anni, di Huntsville, Alabama, ha avuto una scelta difficile: continuare a lavorare per lunghe giornate come autista di consegne per FedEx, o restare a casa con i suoi tre figli.

“Non c’era modo che mio figlio di quattro anni si sarebbe messo alla riunione di lezione dal vivo ogni mattina”, ha detto la signora Dangerfield.

Ha assunto l’incarico di insegnante a casa, mentre suo marito, James Dangerfield, 31 anni, lavorava come operatore di montaggio per un appaltatore della difesa locale. I soldi erano scarsi, ma presto trovò un’altra fonte di reddito.

Circa dieci anni fa, suo marito era un caporale dell’esercito di stanza a Vicenza, in Italia, e suo figlio e sua figlia soffrivano di eczema e pelle secca cronica. Niente di ciò che i medici prescritti si sono rivelati utili, così ha iniziato a fare saponi privi di sostanze chimiche.

I primi lotti erano “un disastro”, ha detto la signora Dangerfield, “il petrolio galleggiava in superficie, non si è mai veramente indurito”. Con la pratica, ha imparato il mestiere. Non solo sembrava aiutare ad alleviare la pelle secca dei suoi figli, ha detto, ma, tornata a casa in Alabama, è diventata la sua fuga e un modo per rilassarsi dopo aver completato le sue rotte di consegna.

“Era così rilassante entrare nella mia stanza del sapone di notte”, ha detto.

Ha creato saponi per la famiglia e gli amici, e quando la pandemia ha colpito, l’hanno convinta a venderli online. In poco tempo, la signora Dangerfield aveva trasformato la sua sala da pranzo in uno studio ingombra di brocche di oli, ciotole per mescolare e materiali da imballaggio. E ha iniziato a vendere sapone alla vaniglia e alla mora, burro per il corpo al profumo di cedro e scrub all’olio di cocco e zucchero nel suo negozio Etsy, We Made It Soap Co.

Ci sono voluti mesi per guadagnare terreno. Ora evade più di 30 ordini al mese per prodotti stravaganti come sapone al carbone attivo con feromoni ($ 7), Scrub allo zucchero montato al caffè ($ 8) e burro per il corpo montato alla vaniglia di lamponi neri ($ 9). Una sorellanza dell’Università dell’Illinois ha recentemente ordinato 70 set regalo per la cura di sé con sapone e bagnoschiuma. Di recente ha spedito un ordine di dieci unità.

Unico problema? La signora Dangerfield ha bisogno di un nuovo sbocco creativo per rilassarsi dopo una giornata impegnativa. Ultimamente lavora all’uncinetto. “Forse quella sarà la mia prossima carriera”, ha detto.

Lo scorso agosto, Sonia Murga, 38 anni, manager di Mr. Chow, un vivace ristorante di TriBeCa, stava andando a Rite Aid vicino al suo appartamento a Ridgewood, nel Queens, quando ha sentito un forte pop.

Le sue orecchie cominciarono a suonare. Il sangue le colò lungo la schiena. Un proiettile da 9 millimetri di una sparatoria di gruppo le aveva sfiorato il cranio. Mentre si stava riprendendo in un ospedale nel Queens, la signora Murga ebbe una realizzazione.

“La vita è breve”, ha detto, “e non c’è niente da perdere o di cui aver paura”.

La pandemia si è rivelata un momento opportuno per cambiare rotta. Dopo essere stata licenziata dal lavoro lo scorso marzo, la signora Murga aveva avviato una linea di moda, Xcept domenica: giacche in denim riproposte a festoni con cristalli Swarovski, spille antiche e stampe in vinile. Gli articoli vengono venduti da $ 295 a $ 1.500.

Questa non era la sua prima incursione nella moda. La signora Murga, che ha una laurea in marketing presso il Fashion Institute of Technology, gioca con il denim da quando aveva 20 anni. “Strappavo sempre il denim, facevo queste cose folli e funky”, ha detto.

Indossava le sue creazioni per lavorare da Mr. Chow, che a volte attirava l’attenzione dei suoi scintillanti clienti. Ha realizzato una giacca ricamata con toppe che scrivevano “Hood” per La La Anthony, e una ricamata con la frase, “The King of Bachata” per il cantante pop latino Romeo Santos.

Adottando il modello sneaker-drop, la signora Murga prevede di rilasciare da 10 a 15 nuove giacche ogni stagione, oltre agli ordini personalizzati. Le sue entrate vanno da $ 2.000 a $ 4.000 al mese, il che le dà la speranza che presto siederà al suo ultimo posto.

“Mentire in ospedale”, ha detto la signora Murga, “mi ha fatto capire che non volevo essere ricordata per il satay di pollo”.



#trasformare #tuo #hobby #una #carriera

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *