Cos’è la Clubhouse? – Il New York Times

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 53 Secondo

L’attenzione all’audio, piuttosto che al testo, alle foto o ai video, è un elemento di differenziazione e parte del fascino. Delia Cai, della newsletter Deez Links, ha scritto della sua esperienza sull’app: “Sembrava spontanea, poco impegnativa e fortunatamente non comportava l’accensione di alcun tipo di fotocamera”.

Come suggerisce il nome, Clubhouse si basa sull’esclusività: devi essere invitato da un utente esistente. I primi membri del club includono venture capitalist della Silicon Valley (Marc Andreessen e Ben Horowitz, entrambi i primi investitori nell’app), imprenditori esperti di web (Mark Cuban, Tim Ferriss), un’infarinatura di artisti e influencer culturali (Tiffany Haddish, Drake, Virgil Abloh) e persone con affermazioni casuali di fama (Vanilla Ice, Roger Stone).

Clubhouse è stato criticato da alcuni per la sua energia fraterna, dominata dagli uomini (sebbene sul palco ci siano anche molte donne). Il suo scambio aperto di informazioni lo ha anche reso popolare tra gli utenti di paesi con governi repressivi. La Cina ha bloccato la Clubhouse questo mese. In questo momento, l’app, che è ancora in fase beta, ha la rara (e probabilmente fugace) sensazione di un piccolo mondo. È comunque una sorpresa quando sbatti qualcuno che conosci, o quando, per esempio, il senatore Tim Kaine compare in una chat room.

Clubhouse può a volte riflettere l’attenzione incessante della Silicon Valley sull’ottimizzazione personale. Networking, allenamento con i pesi, andare in pensione presto, lanciare investitori e Bitcoin, Bitcoin, Bitcoin: la cultura del trambusto è reale e presente. Ma c’è anche un’enorme scena teatrale con rappresentazioni teatrali e anche una scena di appuntamenti. E le conversazioni sono spesso in forma libera, tortuose e completamente prive di copione. Quella qualità grezza fa parte del fascino.

Una recente settimana della settimana ha offerto un talk show, “Housin ‘Around”, condotto dal comico Alexis Gay; un pitch event per imprenditori con idee di start-up; una conferenza dal titolo “Forming Black Creative Spaces in Fashion”; e Karaoke on Clubhouse, tra le altre discussioni. Spettacoli giornalieri e settimanali hanno iniziato a emergere dall’informe, come “The Cotton Club”, una zona di relax after-hour ospitata dal musicista Bomani Xe “Good Time”, che riassume le notizie tecnologiche del giorno ogni sera alle 22:00 ora del Pacifico. Rimbalzare tra le stanze è facile e molto divertente.



#Cosè #Clubhouse #York #Times

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *