Dopo un anno difficile, l’industria petrolifera affronta un futuro diminuito

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 1 Secondo

Per gran parte dell’ultimo anno, gli investitori si sono inaspriti su Exxon e Wall Street era piena di voci secondo cui la società avrebbe tagliato i suoi dividendi per preservare la liquidità. Il prezzo delle azioni era crollato di circa la metà dall’inizio dello scorso gennaio, toccando un minimo di $ 31 a novembre, il livello più basso in quasi 20 anni.

Ma il prezzo delle azioni Exxon è risalito a circa $ 46, principalmente perché i prezzi dell’energia hanno registrato una forte ripresa nelle ultime settimane. I prezzi del petrolio sono aumentati di quasi il 10% quest’anno e la bufera di neve nel nordest sta facendo salire i prezzi del gas naturale perché il carburante viene utilizzato per riscaldare case e aziende. Il dividendo di Exxon ora sembra sicuro. E a parte le svalutazioni, Exxon ha realizzato un piccolo profitto negli ultimi tre mesi dell’anno.

“L’industria è andata all’inferno”, ha affermato Michael C. Lynch, presidente di Strategic Energy and Economy Research. “Per lo più sono sopravvissuti alle peggiori circostanze che hanno mai affrontato, e tutto tranne che alcune cose miglioreranno da qui in termini di prezzo e domanda”.

Goldman Sachs ha previsto che i prezzi del petrolio potrebbero aumentare di altri $ 10 al barile, fino a $ 65 entro luglio. Sarebbe un notevole recupero dai prezzi che languivano a meno della metà di quelli per gran parte del 2020, anche se sarebbero rimasti molto al di sotto dei prezzi di circa un decennio fa, quando un barile di petrolio superava i $ 140 e le compagnie petrolifere stavano realizzando profitti record.

L’industria ha subito ripetuti shock negli ultimi anni, con i prezzi che sono crollati durante la recessione iniziata nel dicembre 2007, di nuovo nel 2015 quando l’OPEC ha inondato il mercato di greggio per ridurre la produzione americana e lo scorso anno, quando la pandemia ha preso piede.

Il dolore del settore ha costretto molte aziende a licenziare dipendenti e tagliare i dividendi. Decine di attività un tempo ad alta quota, come Chesapeake Energy, dichiarato fallimento negli ultimi anni.

Anche ora, quando le condizioni sembrano migliorare, le prospettive del settore rimangono incerte. A causa dell’emergere di nuove varianti di coronavirus, non è chiaro quanto velocemente gli Stati Uniti, l’Europa e le altre principali economie riusciranno a tenere sotto controllo la diffusione del virus. E poi ci sono le domande più grandi sul cambiamento climatico.

#Dopo #anno #difficile #lindustria #petrolifera #affronta #futuro #diminuito

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *