Due americani legati alla fuga di Carlos Ghosn vengono estradati in Giappone

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 22 Secondo

TOKYO – Due uomini americani accusati di aver aiutato l’ex capo Nissan Carlos Ghosn fuggire dal Giappone in una cassetta degli altoparlanti nel 2019 mentre affrontava accuse penali è stato estradato dagli Stati Uniti lunedì per affrontare un processo in un tribunale giapponese.

Le autorità giapponesi hanno detto che i due uomini, Michael Taylor, 60 anni, un ex Berretto Verde, e suo figlio Peter Maxwell Taylor, 27 anni, hanno aiutato il signor Ghosn a eseguire un’audace fuga dal Giappone che sembrava uscita da un thriller di Hollywood.

Il titano automobilistico era stato liberato su cauzione a Tokyo, dove stava aspettando quello che sarebbe stato il processo per colletti bianchi più importante del Giappone da anni. Accusato di aver nascosto milioni di dollari di entrate alle autorità di regolamentazione giapponesi, tra gli altri crimini finanziari, il signor Ghosn è fuggito alla fine di dicembre 2019, prendendo un treno per la città occidentale di Osaka prima di essere contrabbandato su un aereo privato diretto in Turchia. Una volta lì, è volato a Beirut, in Libano, dove la sua cittadinanza libanese lo protegge dall’estradizione.

Alcuni di quelli coinvolti nella sua fuga, che ha umiliato i pubblici ministeri giapponesi, non sono stati così fortunati.

Mercoledì, un tribunale turco condannato tre uomini – due piloti e un dirigente della compagnia proprietaria dell’aereo che il signor Ghosn usava per scappare – a oltre quattro anni di prigione per il loro ruolo nel cappero. Gli uomini hanno sostenuto di non essere a conoscenza del fatto che il signor Ghosn fosse sul volo e intendono presentare ricorso contro la sentenza, secondo l’Associated Press.

Le autorità americane hanno arrestato i Taylor a maggio nel Massachusetts in risposta a un mandato giapponese. Gli uomini hanno combattuto per fermare la loro estradizione in Giappone, consentita da un trattato con gli Stati Uniti, sostenendo che potevano essere sottoposti a trattamenti equivalenti alla tortura e che, in ogni caso, aiutare qualcuno a saltare la cauzione non è un crimine secondo la legge giapponese. .

I tribunali statunitensi, tuttavia, hanno respinto le loro argomentazioni. Le opzioni legali dei Taylor si sono esaurite il mese scorso dopo il La Corte Suprema degli Stati Uniti ha rifiutato di ascoltare un appello di emergenza.

Gli uomini non hanno negato il loro coinvolgimento nella fuga del signor Ghosn e le autorità giapponesi hanno presentato un’ampia documentazione delle loro interazioni con il signor Ghosn prima e durante il suo volo.

Peter Taylor ha incontrato il signor Ghosn diverse volte, compreso il giorno prima della fuga, hanno detto le autorità giapponesi. E Michael Taylor, insieme a un altro uomo, ha accompagnato il dirigente da Tokyo a Osaka prima di introdurlo di nascosto attraverso un terminal di jet privati ​​e salire sull’aereo, secondo il resoconto degli eventi dei pubblici ministeri.

Sia prima che dopo la fuga, il signor Ghosn e suo figlio, Anthony Ghosn, hanno pagato più di 1,3 milioni di dollari ai Taylor e a una società da loro controllata, hanno detto i procuratori statunitensi in una dichiarazione del tribunale.

Da L’arresto del signor Ghosn nel novembre 2018, il sistema legale giapponese è stato esaminato per aver consentito la lunga detenzione di sospetti criminali senza accuse, una pratica che i critici chiamano “giustizia degli ostaggi”.

Il signor Ghosn ha detto che il suo arresto è stato effettivamente un colpo di stato politico volto a impedirgli di fondere Nissan con il suo partner francese, Renault. Dice che durante la sua lunga detenzione è stato tenuto in isolamento e interrogato per ore senza consultare un avvocato.

Alla fine, dice, è fuggito dal Giappone perché non credeva che avrebbe ricevuto un processo equo.

Un altro ex alto dirigente Nissan, Greg Kelly, è incaricato in Giappone di aiutare il signor Ghosn a nascondere il suo compenso. Il processo del signor Kelly, iniziato a settembre, dovrebbe durare questa estate. Sostiene di essere innocente.

Mentre al signor Ghosn è stata finalmente concessa la libertà su cauzione, il ruolo dei Taylor nella sua fuga rende molto improbabile che venga loro concesso lo stesso privilegio.

#Due #americani #legati #alla #fuga #Carlos #Ghosn #vengono #estradati #Giappone

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *