Facebook sminuisce la politica per gli utenti

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 9 Secondo

Dati diffusi da Facebook lo scorso autunno mostrato che durante una settimana di ottobre, sette delle 10 pagine più impegnate erano principalmente politiche, comprese quelle del presidente Donald J. Trump, Fox News, Breitbart e Occupy Democrats.

Tre anni fa, Facebook ha detto che si sarebbe ritirato sulla quantità di contenuti pubblicati sul sito da editori di notizie e marchi, una revisione secondo cui si poneva maggiormente l’accento sull’interazione tra amici e familiari. All’epoca, il signor Zuckerberg disse che voleva assicurarsi che i prodotti di Facebook “non fossero solo divertenti, ma buoni per le persone”. Ha anche detto che la società avrebbe intrapreso quelle azioni anche se ciò significasse danneggiare la linea di fondo.

Tuttavia, gli utenti di Facebook non hanno avuto problemi a trovare contenuti politici. Organizzazioni non governative e comitati di azione politica pagati per mostrare a milioni di americani pubblicità politica altamente mirata nei mesi precedenti le elezioni presidenziali di novembre. Gli utenti hanno creato un gran numero di gruppi privati ​​per discutere le questioni della campagna, organizzare proteste e sostenere i candidati. Fino a poco tempo fa, i sistemi di Facebook suggerivano spesso nuovi gruppi politici diversi a cui gli utenti potevano aderire.

Facebook ha fatto marcia indietro su alcuni di questi negli ultimi mesi. Dopo la chiusura delle urne il giorno delle elezioni, l’azienda interrompere l’abilità acquistare nuova pubblicità politica. E dopo la mortale rivolta del Campidoglio del 6 gennaio, Zuckerberg ha detto che la società avrebbe disattivato la possibilità di raccomandare ai gruppi politici di “abbassare la temperatura” nelle conversazioni globali.

Secondo il nuovo test, un modello di apprendimento automatico predice la probabilità che un post, sia esso pubblicato da una grande testata giornalistica, un esperto politico o un tuo amico o parente, sia politico. I post ritenuti politici appariranno meno spesso nei feed degli utenti.

Non è chiaro come l’algoritmo di Facebook definirà i contenuti politici o quanto in modo significativo i cambiamenti influenzeranno i feed delle persone. Lauren Svensson, una portavoce di Facebook, ha affermato che la società continuerà a “perfezionare questo modello durante il periodo di prova per identificare meglio i contenuti politici, e potremmo o meno finire per utilizzare questo metodo a lungo termine”.

Inoltre, non è chiaro cosa succederà se i test di Facebook determineranno che la riduzione del contenuto politico riduce anche l’uso del sito da parte delle persone. In passato, l’azienda ha modifiche dell’algoritmo accantonate o modificate che mirava a ridurre la quantità di contenuti fuorvianti e divisivi che le persone vedevano, dopo aver stabilito che i cambiamenti li spingevano ad aprire Facebook meno frequentemente.

#Facebook #sminuisce #politica #gli #utenti

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *