GM riporta un profitto di 6,4 miliardi di dollari nel 2020 nonostante la pandemia.

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 48 Secondo

Mercoledì General Motors ha dichiarato di aver guadagnato 6,4 miliardi di dollari nel 2020, un modesto calo rispetto all’anno precedente, poiché le forti vendite di camioncini e veicoli utilitari sportivi nella seconda metà dell’anno hanno compensato i danni sulla sua attività causati dalla pandemia in la primavera.

La casa automobilistica ha riferito che le entrate sono diminuite dell’11% a $ 122 miliardi da $ 137 miliardi nel 2019, quando ha registrato un utile netto di $ 6,7 miliardi.

“La performance di GM nel 2020 è stata notevole sotto ogni punto di vista, e ancora di più in un anno in cui una pandemia globale ha causato la sospensione temporanea della produzione da parte di aziende di tutto il mondo, inclusa GM,” ha dichiarato Mary Barra, amministratore delegato dell’azienda, in una lettera agli azionisti .

La pandemia ha costretto GM e altre case automobilistiche a chiudere tutti i loro stabilimenti in Nord America per circa 60 giorni la scorsa primavera e ha causato un profondo calo delle vendite di nuovi veicoli.

Anche le case automobilistiche hanno lottato nella pandemia con una carenza di semiconduttori necessario per funzionalità come touch screen, controlli motore computerizzati e trasmissioni. Le nuove auto possono avere più di cento semiconduttori.

La carenza di chip dovrebbe durare fino al 2021. Ciò ha portato GM a tagliare le sue previsioni per l’utile operativo quest’anno di $ 1,5 miliardi a $ 2 miliardi.

In una teleconferenza con i giornalisti, la signora Barra ha detto che GM stava lavorando con i fornitori per garantire che avesse i chip di cui aveva bisogno e si aspettava di essere in grado di compensare qualsiasi perdita di produzione nel corso dell’anno.

“La carenza di semiconduttori non rallenterà i nostri piani di crescita e, senza strategie di mitigazione, ci aspettiamo comunque di vedere un anno molto positivo per General Motors”, ha affermato. “In questo momento, non perderemo alcuna produzione in quanto si riferisce a camion e SUV a grandezza naturale durante tutto l’anno”.

Tra i veicoli a grandezza naturale su cui l’azienda conta c’è un camioncino elettrico Hummer che inizierà a consegnare alla fine di quest’anno. È una delle 30 auto elettriche che GM intende introdurre entro il 2025 come parte di un obiettivo più ampio che si era prefissato alla fine del mese scorso vendere solo veicoli a zero emissioni entro il 2035.

La società attualmente produce solo pochi veicoli elettrici, inclusa la Chevrolet Bolt, ma sta spendendo molto per aumentare la sua offerta e competere con Tesla, il principale produttore di auto elettriche. Quest’anno, GM spenderà più di 7 miliardi di dollari per lo sviluppo di veicoli elettrici e autonomi. Entro il 2025, prevede di spendere più di 27 miliardi di dollari per queste due tecnologie.

La signora Barra ha detto mercoledì che lei e altri funzionari GM avevano parlato con il presidente Biden e i suoi assistenti dei piani dell’azienda per i veicoli elettrici e autonomi. Il signor Biden ha detto che intende intensificare la lotta contro il cambiamento climatico e vuole che il governo contribuisca a creare milioni di posti di lavoro nelle energie rinnovabili e nella produzione di automobili.

“L’amministrazione Biden è sempre più allineata sull’importanza della produzione domestica e sulla necessità di un’adozione diffusa di veicoli elettrici”, ha affermato. “Non vediamo l’ora di lavorare con l’amministrazione sulle politiche che supportano il trasporto sicuro e zero emissioni”.

#riporta #profitto #miliardi #dollari #nel #nonostante #pandemia

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *