I dividendi sono in calo, ma sono notevolmente migliori del previsto

Visualizzazioni: 25
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 39 Secondo

Quando il coronavirus è esploso per la prima volta negli Stati Uniti, le aziende di molti dei settori di attività più colpiti si sono trovate in una grave crisi di liquidità. Per i tre mesi che si sono conclusi il 31 marzo, le società S&P 500 hanno effettivamente pagato più dividendi di quanti ne guadagnassero: il 130% dei guadagni riportati, mostrano i dati S&P.

Un deficit così grande non è sostenibile. È possibile spendere più di quanto guadagni per un po ‘, prelevando risparmi e prendendo in prestito denaro. Ma come sa chiunque sia coinvolto in quella situazione, alla fine ti raggiungerà. Non c’è da stupirsi che le aziende americane abbiano iniziato a licenziare lavoratori, fermare i riacquisti di azioni e congelare e tagliare i dividendi.

Secondo i dati di Silverblatt, un totale di 42 società nell’S & P 500, fortemente concentrate tra hotel, compagnie aeree e rivenditori, ha sospeso i pagamenti dei dividendi da marzo a luglio. Tra loro ci sono American Airlines, Ross Stores e Hilton Worldwide. Le case automobilistiche, Guado e Motori generali, di fronte a vendite in forte calo e con urgente bisogno di contanti, ha anche smesso di pagare i dividendi. E alle aziende energetiche piace Apache, Dominion Energy, Halliburton e Occidental Petroleum ha ridotto i pagamenti dei dividendi con il crollo dei prezzi di petrolio e gas.

Ma da allora le prospettive economiche per molte aziende sono cambiate e le loro azioni sui dividendi lo riflettono. Ristoranti Darden, Estee Lauder e Marathon Oil ha sospeso i pagamenti dei dividendi all’inizio di quest’anno, solo a reintegrare di recente. Queste mosse hanno contribuito a migliorare il quadro generale dei dividendi.

Anche gli enormi aumenti dei pagamenti di dividendi da parte di una manciata di società hanno rafforzato il totale complessivo. I due maggiori aumenti nella lista di Mr. Silverblatt provengono da due giganti affidabili. Microsoft ha aumentato il suo dividendo del 9,8% a settembre, il che equivale a un aumento di $ 1,5 miliardi. Mela in aprile ha aumentato il suo dividendo di $ 875 milioni. Entrambe le società sono state piene di liquidità e in grado di generare profitti elevati e pagamenti di dividendi, anche in caso di pandemia.

I successivi due grandi aumenti dei dividendi sono stati forniti dai membri dell’indice S&P Dividend Aristocrats, un gruppo di società che hanno aumentato i dividendi ogni anno per almeno 25 anni consecutivi. AbbVie, la compagnia farmaceutica, ha aumentato i suoi dividendi di 847 milioni di dollari in ottobre. E Chevron, la compagnia petrolifera lo ha fatto per 756 milioni di dollari a gennaio, prima che l’economia e i prezzi del petrolio precipitassero. Da allora ha mantenuto i dividendi trimestrali, nonostante il calo dei prezzi del petrolio, in ossequio ai presunti desideri degli investitori che hanno contato su quel flusso di reddito.

Se Chevron – e una miriade di altre società – riuscirà a evitare tagli ai dividendi all’inizio del prossimo anno dipenderà dallo stato dell’economia, che probabilmente dipenderà dallo stato della pandemia. Grandi aziende farmaceutiche che pagano dividendi come Pfizer e Johnson & Johnson stanno lavorando ai vaccini contro il coronavirus che potrebbero aiutare a ribaltare la crisi sanitaria.

#dividendi #sono #calo #sono #notevolmente #migliori #del #previsto

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *