I rischi economici sono alti poiché le possibilità di uno stimolo rapido si riducono

Visualizzazioni: 26
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 20 Secondo

WASHINGTON – Giovedì due dei banchieri centrali più potenti del mondo hanno affermato che i rischi economici del coronavirus rimangono elevati e hanno messo in guardia dal riporre troppa fiducia in una soluzione rapida da un vaccino, trasmettendo un messaggio sobrio mentre i legislatori statunitensi ne hanno segnalato un altro pacchetto di stimolo era improbabile prima della fine dell’anno.

“I prossimi mesi potrebbero essere impegnativi”, ha dichiarato il presidente della Federal Reserve Jerome H. Powell ha detto durante una tavola rotonda in webcast, dove è apparso insieme ai suoi omologhi europei. Sia il signor Powell che Christine Lagarde, capo della Banca centrale europea, hanno avvertito che mentre i recenti progressi verso un vaccino erano una buona notizia, era troppo presto per cancellare i rischi incombenti per la ripresa globale mentre i casi di coronavirus aumentano a livello globale, causando nuovi blocchi in alcune giurisdizioni.

“Dal nostro punto di vista, è semplicemente troppo presto per valutare con un certo grado di fiducia le implicazioni delle notizie per il percorso dell’economia, soprattutto nel breve termine”, ha detto Powell.

Lunedì, la società farmaceutica Pfizer ha annunciato risultati incoraggianti dalle sue sperimentazioni sui vaccini, spingendo i mercati azionari verso nuove vette. Giovedì, le azioni hanno ceduto alcuni dei loro recenti guadagni, con un aumento delle perdite dopo che Powell e la signora Lagarde hanno parlato.

Mentre il signor Powell ha riconosciuto i progressi del vaccino, ha ammonito che rimangono “sfide e incertezze significative” su tempi, produzione, distribuzione ed efficacia per diversi gruppi.

La signora Lagarde, spiegando che non voleva essere “esuberante” riguardo al trattamento, ha anche sottolineato “le incertezze – sulla logistica, sul trasporto, sul lancio, sulla fabbricazione” e su quante persone saranno effettivamente vaccinato nel 2021.

I rischi economici negli Stati Uniti rimangono acuti poiché milioni di persone rimangono senza lavoro, il sostegno del governo svanisce e il paese stabilisce record per casi di virus e ricoveri, spingendo città e stati a imporre nuove restrizioni all’attività.

Eppure le prospettive per un altro pacchetto di aiuti prima della fine dell’anno si sono ristrette giovedì poiché Democratici e Repubblicani hanno continuato a non essere d’accordo sulla portata e sul costo di un disegno di legge e come un repubblicano in alto ha indicato che il senatore Mitch McConnell, il leader della maggioranza, non intendeva più fare affidamento sul Tesoro Il segretario Steven Mnuchin ha concluso un accordo con i Democratici, riflettendo la diffidenza del suo partito che il signor Mnuchin era stato troppo ansioso di concedere.

La portavoce Nancy Pelosi della California e il senatore Chuck Schumer di New York, il leader della minoranza al Senato, hanno citato infezioni da record in tutto il paese, insieme all’elezione di Joseph R. Biden Jr., per giustificare la loro posizione secondo cui qualsiasi pacchetto deve essere molto più grande di quanto avevano suggerito i repubblicani.

Ma nel mantenere ferme le loro rispettive posizioni – i democratici chiedono $ 2,4 trilioni come punto di partenza, con i repubblicani che propongono una frazione di tale importo – i leader del Congresso sembravano chiudere la porta alla possibilità di un compromesso di fine anno.

“La mia opinione è che il livello a cui l’economia sta migliorando sottolinea ulteriormente che dobbiamo fare qualcosa per circa l’importo che abbiamo messo sul pavimento a settembre e ottobre”, ha detto McConnell ai giornalisti, riferendosi ai pacchetti mirati di $ 500 miliardi I repubblicani al Senato hanno cercato di passare prima delle elezioni.

Il prezzo di cui stavano discutendo la signora Pelosi e il signor Schumer, ha detto, “non è un posto che penso che siamo disposti ad andare, ma penso che ci sia bisogno di un altro pacchetto”.

I principali sostegni per i lavoratori sfollati e le imprese chiuse sono scaduti e, sebbene le famiglie utilizzino i risparmi accumulati all’inizio dell’anno per tenere il passo con le bollette, c’è il rischio che molti faticheranno a sbarcare il lunario mentre li affrontano nido di uova. Il signor Powell ei suoi colleghi sono stati chiari sul fatto che sarà necessario un maggiore sostegno, in particolare poiché la pandemia accelera i cambiamenti nell’economia – come l’aumento del lavoro a distanza e l’automazione – e lascia alcuni lavoratori permanentemente sfollati.

“Ci stiamo riprendendo, ma verso un’economia diversa”, ha detto Powell, avvertendo che un “gruppo consistente di lavoratori” avrà bisogno di sostegno mentre si fa strada nell’economia post-pandemica, perché sarà diverso in alcuni modi fondamentali. “

Il signor Powell ha affermato che mentre la ripresa degli Stati Uniti è stata più rapida e più forte del previsto e dovrebbe continuare, è stata irregolare e rimane incompleta.

“Il rischio principale a cui assistiamo è chiaramente l’ulteriore diffusione della malattia qui negli Stati Uniti”, ha detto Powell. “Abbiamo nuovi casi a un livello record, abbiamo visto un certo numero di stati iniziare a reimporre limitazioni di attività limitate e le persone potrebbero perdere la fiducia che sia sicuro uscire”.

Giovedì, la signora Pelosi e il signor Schumer si sono rannicchiati al telefono con il signor Biden, sottolineando poi che erano sulla stessa pagina sull ‘”urgente necessità” per il Congresso di fornire fondi bipartisan per sostenere i disoccupati, i lavoratori, le piccole imprese, lo stato e governi locali che devono affrontare enormi deficit di bilancio e il sistema sanitario nazionale prima che insediamenti. Non era chiaro quanto attivamente il signor Biden, il nuovo capo del partito, si sarebbe coinvolto nei negoziati prima del suo insediamento.

La signora Pelosi ha descritto i repubblicani come “freddi di cuore” per aver insistito su un pacchetto di soccorso più piccolo e ha cercato di rimproverarli.

“È come se la casa stesse bruciando e si rifiutassero di buttarci sopra l’acqua”, ha detto.

Quel messaggio aveva chiare sfumature politiche. Quasi tutto ciò che è stato detto nelle aule del Congresso in questi giorni sembra essere rivolto, almeno in parte, agli elettori in un paio di ballottaggi al Senato in Georgia a gennaio che determineranno il controllo del Senato. Gli economisti di Goldman Sachs hanno suggerito che i repubblicani potrebbero essere ansiosi di ottenere un accordo prima del voto del 5 gennaio per evitare di affermare che il Senato controllato dai repubblicani ha impedito agli aiuti di raggiungere le famiglie – ma i democratici potrebbero avere un incentivo a non scendere a compromessi, con quel voto imminente .

“L’atmosfera politica è meno favorevole a un accordo di quanto sembrava una settimana fa”, hanno scritto giovedì Alec Phillips e i suoi colleghi di Goldman Sachs in una nota di ricerca, osservando che la prospettiva di un vaccino potrebbe essa stessa ridurre l’appetito per un grande pacchetto governativo .

Le due parti dovranno anche raggiungere un accordo su una legislazione di spesa cruciale per evitare una interruzione dei finanziamenti governativi l’11 dicembre, con un accordo sulla dozzina di fatture annuali obbligatorie o con un altro disegno di legge di spesa provvisoria. Esiste la possibilità che i legislatori includano ulteriori finanziamenti di soccorso in un pacchetto più ampio con quella legislazione.

“Vorremmo fare un disegno di legge di stimolo semplificato o mirato, ma dobbiamo avere un certo sostegno dall’altra parte”, ha detto il senatore Richard C. Shelby dell’Alabama, presidente della commissione per gli stanziamenti del Senato.

Il senatore Charles E. Grassley dell’Iowa, presidente della Commissione Finanze del Senato, ha suggerito che i repubblicani non erano in vena di compromessi, segnalando che il signor Mnuchin non avrebbe più guidato i colloqui con la signora Pelosi.

“Non c’è stata ancora alcuna discussione tra McConnell e Pelosi, ma McConnell non si affiderà più a Mnuchin per fare lo spaccio”, ha detto ai giornalisti il ​​signor Grassley giovedì mattina. “Penso che abbia intenzione di prendere il controllo e cercare di far funzionare qualcosa.”

#rischi #economici #sono #alti #poiché #possibilità #uno #stimolo #rapido #riducono

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *