Il New York Post ha realizzato un profitto. Veramente.

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 54 Secondo

E ora qualcosa di completamente inaspettato: il New York Post ha registrato un profitto per la prima volta da decenni.

Il tabloid colorato e allegro ha fatto soldi nell’ultimo trimestre, la sua società madre, News Corp, ha detto giovedì come parte del suo rapporto sugli utili.

Il Post, che è stato rifatto da Rupert Murdoch nella forma sensazionalista di Fleet Street che preferiva, era famoso nei circoli dei media per essere un’impresa che perdeva denaro. Ma ha offerto a Murdoch una voce significativa nei media americani. La sua copertura aggressiva di nomi in grassetto e intensa attenzione a Wall Street lo ha reso una lettura obbligata tra i potenti. E le sue perdite finanziarie, che a un certo punto hanno raggiunto più di $ 40 milioni all’anno, sono state considerate degne del costo.

Ma l’ironia del nuovo traguardo dei profitti del Post è che arriva in un momento in cui il giornale ha probabilmente perso gran parte del suo fascino sensazionalista e non gode più della sua reputazione di potente teaser scandalistico.

Le perdite ai giornali del signor Murdoch in Australia e Gran Bretagna hanno costretto la News Corp a stringere la cinghia in ogni divisione negli ultimi anni. Anche il Post ha subito profonde riduzioni dei costi, licenziando più di 20 membri del personale l’anno scorso e annunciando a cambiamento di leadership a gennaio. A ottobre, alcuni giornalisti del giornale ribellato quando è stato chiesto loro di mettere i loro nomi in un rapporto dubbio che legava Joseph R. Biden Jr. alle attività di lobbying all’estero di suo figlio Hunter.

News Corp non ha detto esattamente l’entità del profitto realizzato dal giornale, ma Robert Thomson, amministratore delegato, ha propagandato il momento e ha aggiunto: “Il nostro compito ora è garantire la sua redditività a lungo termine”.

L’altro giornale statunitense del signor Murdoch, il Wall Street Journal, ha continuato a vedere ottimi risultati finanziari. Il broadsheet aveva 3,22 milioni di abbonati cartacei e digitali alla fine di dicembre, un aumento del 19% rispetto all’anno precedente. Di quel numero, circa 2,46 milioni erano per i clienti solo digitali, un aumento del 28% rispetto all’anno precedente, pari a un guadagno di circa 106.000 nuovi clienti digitali per il periodo.

Dow Jones, che include The Journal, la pubblicazione gemella Barron’s, e Risk and Compliance, un costoso prodotto in abbonamento destinato principalmente a banche e altre grandi aziende, ha visto un aumento del 4% dei ricavi, a 446 milioni di dollari. L’utile prima delle imposte è aumentato del 43% a 109 milioni di dollari, gran parte del quale è stato determinato dal rischio e dalla conformità.

Come in altri giornali, le entrate pubblicitarie del Journal hanno continuato a diminuire, con una diminuzione del 29% degli annunci stampati, ma la pubblicità digitale è rimbalzata, crescendo del 29% rispetto all’anno precedente. La pubblicità è diminuita complessivamente del 4%, ha affermato la società.

News Corp ha registrato un calo del 3% dei suoi ricavi complessivi, a 2,41 miliardi di dollari, e un profitto ante imposte di 497 milioni di dollari per i tre mesi terminati a dicembre, il secondo trimestre fiscale dell’azienda.

Ma il più grande punto luminoso della società è stato l’editore di libri HarperCollins, dove i ricavi sono aumentati del 23%, a 544 milioni di dollari, poiché la divisione ha registrato vendite più elevate in ogni categoria di libri. News Corp di recente ha perso la sua offerta a Penguin Random House per acquistare l’editore rivale Simon & Schuster.

#York #Post #realizzato #profitto #Veramente

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *