Il virus non ha causato una rotta finanziaria che molti Stati temevano

Visualizzazioni: 13
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 20 Secondo

Nel suo sondaggio, Peter DeGroot, capo della ricerca e della strategia municipale presso JP Morgan, ha trovato una manciata di stati, tra cui Idaho, South Dakota e New Mexico, che sono riusciti a raccogliere ancora più soldi lo scorso anno rispetto al 2019. Il sondaggio ha anche identificato diversi stati in cui le entrate fiscali non sono ancora rimbalzate perché dipendono fortemente dal turismo, dal petrolio e dal gas o dall’estrazione del carbone, tra cui Hawaii, Nevada, Florida, Texas e West Virginia.

L’analisi della signora Sheiner ha mostrato che l’Idaho ha avuto il più grande recupero di entrate di qualsiasi stato. Ha condotto la sua ricerca con Byron Lutz, un economista della Federal Reserve.

Il capo della divisione di gestione finanziaria dell’Idaho, Alex J. Adams, ha dichiarato in un’intervista che il rimbalzo aveva colto di sorpresa i funzionari e pensavano che una delle ragioni fosse un afflusso di nuovi residenti dalla California, che cercavano di sfuggire all’alto costo della vita di quello stato. – una tendenza iniziata prima della pandemia ma che ha subito un’accelerazione lo scorso anno. Il signor Adams ha anche detto che l’Idaho non ha interrotto la costruzione quando sono avvenuti i blocchi, il che ha aiutato l’attività economica.

Il governatore repubblicano dell’Idaho, Brad Little, ha detto nel suo Indirizzo dello Stato a gennaio che le entrate del 2020 erano abbastanza forti da inviare 295 milioni di dollari ai contribuenti e hanno ancora abbastanza da investire in autostrade, ponti e accesso a banda larga migliori. Lo scorso anno ha anche scritto alla delegazione del Congresso dell’Idaho, esortandoli a opporsi all’uso di dollari federali senza vincoli per salvare gli stati mal gestiti.

Con alcuni stati che ora “godono di guadagni inaspettati” e altri ancora in difficoltà, il signor White ha detto che una minore quantità di denaro, più attentamente mirata agli stati che ne hanno più bisogno, sarebbe l’approccio più efficiente per il Congresso. Ma “ottenere assistenza a quei governi che ne hanno veramente bisogno, senza inviare aiuti inutili a quelli che non ne hanno bisogno, richiederà un po ‘di” creatività eccezionale “, ha detto.

In una certa misura, le sorprendenti riprese degli Stati riflettono la tempistica degli eventi dell’anno scorso. La pandemia è iniziata proprio mentre molti legislatori statali stavano esaminando le proposte di bilancio iniziali per il prossimo anno fiscale. Le proposte, redatte settimane prima dello shock, prevedono un anno di forti riscossioni fiscali.

Poi, nel giro di poche settimane, milioni di persone hanno perso il lavoro. I funzionari statali pensano alla disoccupazione come un potente motore dei loro affari fiscali; ricerche sulle passate recessioni suggerisce che un aumento di un singolo punto percentuale del tasso di disoccupazione può produrre 45 miliardi di dollari di sventure per il bilancio statale.

#virus #causato #una #rotta #finanziaria #che #molti #Stati #temevano

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *