Incontra George Jetson? Orlando svela i piani per il primo hub per auto volanti negli Stati Uniti

Visualizzazioni: 26
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 23 Secondo

In un annuncio che ha attirato confronti immediati con “The Jetsons”, la città di Orlando, in Florida, e una compagnia aerea tedesca hanno formalmente svelato mercoledì i piani per costruire il primo hub per auto volanti negli Stati Uniti.

L’hub di trasporto di 56.000 piedi quadrati, mostrato per la prima volta nei rendering e in una simulazione video, ricorda un terminal aeroportuale. Pensa a Eero Saarinen.

Il cosiddetto vertiport dovrebbe essere completato nel 2025 e consentirà ai passeggeri di aggirare le autostrade notoriamente congestionate della Florida, come sostengono la città e gli sviluppatori dell’hub.

L’aereo a propulsione elettrica sarà in grado di decollare verticalmente dall’hub a terra e raggiungere una velocità massima di 186 miglia all’ora, secondo la compagnia aerea di Monaco Lilium, che sta lavorando con la società di Orlando Tavistock Development Company su il progetto.

Ma l’ambizioso progetto, inteso a introdurre i taxi volanti di Lilium come un’alternativa più efficiente in termini di tempo, anche se più costosa, ai servizi di taxi come Uber e Lyft, è fattibile? C’è un avvertimento: gli aerei sono ancora nella fase di sviluppo.

I funzionari di Orlando non sembrano essere dissuasi da questa incertezza. Lunedì, il consiglio comunale ha approvato più di $ 800.000 in potenziali sconti fiscali a Lilium.

Buddy Dyer, sindaco di lunga data della città, ha definito il progetto come un progetto di trasformazione in una dichiarazione mercoledì.

“Affinché questa nuova tecnologia possa davvero rimodellare l’ecosistema dei trasporti e avvantaggiare i residenti di Orlando a lungo termine, ci vorrà una vera partnership tra città, sviluppatori e operatori dei trasporti”, ha affermato Dyer. “Ci siamo concentrati sulla ricerca dei partner giusti per essere un leader globale nello spazio avanzato per la mobilità aerea”.

Il sito selezionato per l’hub di trasporto si trova a Lake Nona, una comunità pianificata di 17 miglia quadrate entro i confini della città che si trova vicino all’aeroporto internazionale di Orlando. Richiederà l’approvazione della Federal Aviation Administration. Anche gli stessi velivoli cadranno sotto la supervisione dell’agenzia.

“La FAA è l’autorità di regolamentazione su tutte le attività di volo negli Stati Uniti, compresi gli aerei per la mobilità aerea urbana”, ha detto la FAA in una dichiarazione mercoledì sera. “L’agenzia è nelle fasi preliminari della collaborazione con questi candidati e continuerà a collaborare con loro mentre lavorano per soddisfare gli standard di certificazione”.

Jim Gray, un commissario del Consiglio comunale il cui distretto include il sito dell’hub pianificato, ha detto lunedì che gli incentivi fiscali sono giustificati e che il progetto creerà circa 140 posti di lavoro che pagheranno in media circa $ 65.000 all’anno.

“Questo è ciò di cui abbiamo bisogno”, ha detto il signor Gray durante la riunione del Consiglio. “Abbiamo bisogno di posti di lavoro meglio retribuiti. Quindi penso che il nostro investimento, innescare la pompa per aiutare questo lavoro con alcune riduzioni fiscali, sia assolutamente la cosa giusta da fare “.

I funzionari di Orlando hanno notato che gli stipendi previsti sarebbero superiori di oltre il 25% rispetto allo stipendio medio nella contea di Orange, che include la città. Hanno anche detto che gli sconti fiscali non stavano togliendo i fondi esistenti.

“Dovrebbe anche essere enfatizzato sugli sconti che sono sul valore che stanno generando”, ha detto il signor Dyer lunedì. “Stiamo rimborsando denaro che altrimenti non ci sarebbe.”

In un Rapporto gennaio 2019 sull’emergere delle auto volanti, gli analisti di Morgan Stanley hanno affermato che “gli aerei urbani autonomi potrebbero non essere più roba da fumetti”. Ma hanno preso una visione più ampia della tecnologia, affermando che le auto volanti sarebbero state comuni entro il 2040, con il mercato globale previsto da $ 1,4 trilioni a $ 2,9 trilioni per allora.

Alcuni funzionari in Florida non hanno potuto fare a meno di richiamare la serie animata degli anni ’60 “The Jetsons”, in cui il padre, George Jetson, attraversava i cieli in un’auto volante.

“Questo”, ha detto Jerry L. Demings, sindaco di Orange County, “è davvero ‘The Jetsons’ che sta arrivando alla realtà nel cortile della Florida centrale”.

#Incontra #George #Jetson #Orlando #svela #piani #primo #hub #auto #volanti #negli #Stati #Uniti

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *