Jeff Zucker annuncia i piani per dimettersi

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 23 Secondo

Jeffrey A. Zucker, il presidente della CNN che ha rimodellato la rete via cavo e i media americani nell’ultimo decennio, ha detto giovedì durante una telefonata mattutina con i membri dello staff della CNN che aveva in programma di dimettersi alla fine dell’anno, quando il suo contratto è su.

“Non riesco a immaginare di non essere qui adesso”, ha detto il signor Zucker, 55 anni, secondo un membro dello staff della CNN che era alla chiamata. “Resterò e finirò il mio attuale contratto che, come ho detto, mi terrà qui fino alla fine di quest’anno. A quel punto, mi aspetto di andare avanti. “

La sua decisione pone fine a mesi di speculazioni sulla sua imminente partenza, ma solleva interrogativi sul futuro della CNN. La rete ha prosperato durante il periodo in carica dell’ex presidente Donald J. Trump. È passato dal fornire una piattaforma non filtrata per le sue manifestazioni quando era candidato nel 2015 al dedicare le sue ore in prima serata alle voci anti-Trump durante gran parte della sua presidenza.

Il signor Zucker sta uscendo in cima a un gioco di rating che è stato la sua ossessione per tutta la sua carriera, ma la sua partenza arriva tra le domande su come la società madre della CNN, AT&T, gestirà il canale di notizie via cavo in un momento in cui gli americani sempre più non vogliono pagare per il cavo e i servizi di streaming non sono ancora redditizi.

Conosciuto come un micromanager, il signor Zucker aveva tensioni con Jason Kilar, l’amministratore delegato recentemente installato di WarnerMedia, il braccio di notizie e intrattenimento di AT&T. L’anno scorso, signor Kilar ha privato il signor Zucker di diverse responsabilità, compresa la sua supervisione delle risorse umane e dei team di pubbliche relazioni.

Il signor Zucker ha generato un’intensa lealtà tra il suo staff. “È il miglior capo che abbia mai avuto, e non è nemmeno vicino”, ha detto il conduttore della CNN Jake Tapper. “Sono grato di averlo ricevuto per un altro anno.”

Gli amici hanno detto che il signor Zucker era di ottimo umore nelle ultime settimane, crogiolandosi nelle lodi pubbliche del signor Kilar di lui e sostenuto dagli alti voti della CNN, che ha infranto un record di 40 anni per la rete a novembre e ha battuto la concorrenza durante l’insurrezione del Campidoglio. .

Il signor Zucker ha assunto la direzione della CNN nel 2013, dopo una carriera che includeva una svolta come produttore esecutivo dello spettacolo “Today” della NBC quando aveva 20 anni. Si è allontanato dalla NBC News nel 2000, diventando il presidente della NBC Entertainment, un lavoro che lo ha portato prima in contatto regolare con il signor Trump, poi la star del reality show di successo “The Apprentice”.

La sua ascesa è continuata, portandolo a capo dell’esecutivo di NBCUniversal. Nel 2010, ha supervisionato una debacle: la sostituzione di Jay Leno, l’ospite più votato di “The Tonight Show”, con Conan O’Brien. Il signor O’Brien non è durato un anno nel lavoro e la rete ha finito per restituire il suo franchising a tarda notte al signor Leno. L’errore ha contribuito al signor Zucker perdere il lavoro all’unica rete che avesse mai conosciuto.

Alla CNN, ha messo la sua impronta su ogni elemento della programmazione della rete ed era una voce frequente nelle orecchie dei conduttori, suggerendo domande per gli ospiti.

La CNN deve affrontare nuove sfide mentre cerca di orientarsi nel passaggio alla programmazione che non arriva attraverso la televisione via cavo, ma direttamente ai consumatori tramite smartphone o dispositivi come Roku e Chromecast.

Dovrà anche rifarsi per cicli di notizie senza la costante presenza contraddittoria del signor Trump, che spesso denigrò la rete come “notizie false”. L’ex presidente si è scontrato pubblicamente con il corrispondente della CNN dalla Casa Bianca, Jim Acosta, definendolo “una persona maleducata e terribile” e escludendolo dai terreni della Casa Bianca nel 2018. La rete ha vinto una causa contro Trump e membri della sua amministrazione, e le credenziali di stampa della Casa Bianca del signor Acosta sono state ripristinate.

#Jeff #Zucker #annuncia #piani #dimettersi

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *