La gig economy è tornata a sprofondare in autunno. Ma quanto era grave?

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 36 Secondo

In un anno sconvolto dalla pandemia, l’esperienza di Roberto Moreno come autista di taxi a San Diego riflette le fortune delle società per le quali ha guidato.

A marzo, più preoccupato di ammalarsi che di perdere soldi, ha smesso di far salire i passeggeri. A giugno, quando la pandemia si è ritirata in California, è tornato sulla strada. Ma quando i numeri dei casi di coronavirus hanno iniziato a salire di nuovo, lo ha chiuso ancora una volta.

Questa settimana, Lyft e Uber, le più grandi società di viaggi in auto, annunceranno i loro risultati finanziari per lo scorso anno e dovrebbero assomigliare molto alle montagne russe vissute dal signor Moreno.

Gli investitori dovrebbero inoltre essere fortemente concentrati sui segnali di miglioramento quest’anno e se Uber e Lyft, che hanno tenuto due dei iniziale offerte pubbliche negli ultimi anni – sarà un indicatore per il resto del settore dei viaggi. E stanno guardando ad Airbnb, che dovrebbe riportare i suoi guadagni nelle prossime settimane, per suggerimenti sui modelli di spesa dei consumatori.

“Il ride sharing è nell’occhio del ciclone”, ha affermato Daniel Ives, amministratore delegato della ricerca azionaria di Wedbush Securities. “Anche se è stato meglio del previsto, devi ancora viaggiare dal 50 al 60 percento con blocchi costanti in città e stati”.

Il quadro del secondo crollo per le società verso la fine dello scorso anno sta iniziando a diventare più chiaro. C’è una buona notizia: non si credeva che fosse così brutta come la prima. Le persone hanno continuato a viaggiare nonostante i blocchi. Nel caso di Uber, una ricerca aggressiva di attività di consegna di cibo pagato.

Ma la seconda flessione è stata un’altra battuta d’arresto nella speranza che le società, che non hanno mai realizzato profitti e storicamente hanno avuto perdite annuali per miliardi di dollari, potessero diventare redditizie quest’anno. E i conducenti che sono rimasti sulla strada hanno affermato che i loro guadagni erano in calo anche se dovevano pagare di più per le attrezzature di sicurezza come maschere e disinfettanti.

Le società hanno rifiutato di commentare l’impatto aziendale della pandemia, citando il periodo di quiete prima degli utili. Gli investitori e gli analisti ritengono che le società siano pronte per la ripresa una volta che un vaccino sarà ampiamente disponibile e le loro azioni venerdì sono rimaste elevate. Uber ha chiuso la giornata a $ 58 e Lyft a $ 53, con un aumento del 175% e del 150% rispetto ai minimi dell’anno scorso.

Le corse di Uber, il fulcro della sua attività, sono diminuite dell’80% ad aprile e di circa il 53% nel terzo trimestre del 2020, il periodo più recente per il quale ha rilasciato dati.

Per arginare le sue perdite, Uber ha raddoppiato il suo servizio di consegna di cibo, Uber Eats, e ha acquisito un servizio concorrente, Postmates. Nel terzo trimestre dello scorso anno, Uber ha dichiarato che i suoi ricavi dal business della consegna di cibo sono cresciuti del 125%. La scorsa settimana, anche Uber ha acquisito Drizly, un servizio di consegna di alcolici, per 1,1 miliardi di dollari.

Uber ha anche tagliato i costi facendo cadere le sue attività in perdita di denaro come la sua unità di auto a guida autonoma, che mirava a sviluppare veicoli completamente autonomi ma bruciava almeno 400 milioni di dollari all’anno. Gli analisti ora prevedono che i ricavi del quarto trimestre di Uber scenderanno di circa il 12% rispetto all’anno precedente.

Lyft, che aveva evitato l’espansione nella consegna di cibo, non aveva una grande attività di consegna su cui fare affidamento, sebbene affermasse che avrebbe testato un piccolo programma, trasportando alcuni Prodotti “essenziali” come forniture mediche e generi alimentari. Lyft ha recentemente affermato che le corse sono diminuite del 75% ad aprile rispetto all’anno precedente e di circa il 50% a novembre.

Gli analisti prevedono che i ricavi del quarto trimestre di Lyft scenderanno di circa il 44% rispetto all’anno precedente. La società ha dichiarato in una dichiarazione normativa di dicembre che avrebbe perso meno soldi rispetto ai $ 190 milioni a $ 200 milioni che aveva inizialmente previsto, prevedendo una perdita di oltre $ 185 milioni.

Anche Airbnb, un altro tesoro tecnologico che è diventato pubblico a dicembre, ha subito un secondo calo. Nell’ultima settimana di dicembre, di solito un periodo per i viaggi di vacanza, le prenotazioni di Airbnb sono diminuite del 18% a livello nazionale, secondo Trasparente, una società di intelligence sugli affitti per le vacanze che tiene traccia delle prenotazioni su Airbnb e altri servizi. Un portavoce di Airbnb ha rifiutato di commentare.

Molti conducenti che hanno lasciato le app di ride-hailing a marzo devono ancora tornare, preoccupati per i rischi di trascorrere le loro giornate in auto con estranei. Per chi è tornato il lavoro è stato difficile.

Gridwise, un servizio di monitoraggio dei guadagni per i lavoratori dei gig, ha affermato che i guadagni dei conducenti sono diminuiti di circa il 10% a novembre, un doppio calo che ricorda il calo del 24% dei conducenti di guadagni visto a marzo, prima di riprendersi durante le vacanze di Natale. E i conducenti trascorrono più tempo seduti nelle loro auto, in attesa della prossima corsa, mentre i motociclisti riducono le mance, Gridwise disse.

Ma un portavoce di Lyft ha affermato che in molti dei primi 10 mercati dell’azienda, i guadagni dei conducenti sono aumentati. Poiché ci sono meno conducenti sulla strada durante la pandemia, “quelli che stanno ancora guidando ricevono una quota maggiore delle corse disponibili e quindi guadagnano di più mentre guidano”, ha detto Eric Smith, il portavoce di Lyft.

Alcuni conducenti hanno affermato di essere stati più selettivi sulle corse che hanno accettato, prendendo di mira le corse di alto valore e diminuendo i viaggi brevi. A volte, questo significa cercare motociclisti che stavano lasciando raduni illegali.

“Cerco quelli che considererei eventi super-spargitori”, ha detto Ben Valdez, un pilota Uber a Los Angeles. “Una festa in casa sulle colline di Hollywood o in aree remote di Los Angeles: li cerchiamo attivamente perché possiamo contare su persone che pagano il massimo del dollaro per uscirne.”

Il signor Valdez ha costruito una parete divisoria di plastica nella sua auto per separare i sedili anteriori e posteriori. Nonostante il rischio, Valdez ha affermato che vale la pena guidare se è in grado di assicurarsi viaggi di valore. “Ho la possibilità di vivere con le mie carte di credito o andare là fuori e rischiare me stesso per i soldi”, ha detto.

Sebbene Uber e Lyft forniscano alcuni prodotti per la pulizia e maschere ai conducenti, il signor Valdez, che spende tra $ 40 e $ 60 a settimana in maschere e prodotti igienizzanti, e altri conducenti che hanno parlato con il New York Times hanno affermato di non ricevere abbastanza rifornimenti e devono integrare ciò che ottengono da Uber e Lyft con i propri acquisti.

Uber ha detto di aver distribuito più di 21 milioni maschere e disinfettanti a oltre un milione di conducenti e corrieri negli Stati Uniti e in Canada e ha bandito 3.726 motociclisti per “ripetute violazioni” della sua politica che impone ai passeggeri di indossare maschere. Lyft ha affermato di aver fornito ai conducenti più di mezzo milione di maschere per il viso, prodotti per la pulizia e divisori per auto.

Molti dipendenti sono migrati a servizi di consegna come DoorDash e Instacart, considerandoli opzioni più sicure rispetto al trasporto di passeggeri nei loro veicoli. Il signor Moreno, che gestisce un gruppo WhatsApp per conducenti di lingua spagnola nell’area di San Diego, ha detto che molti dei conducenti del suo gruppo sono passati alla consegna di cibo come scelta più sicura.

“Hai più una rete di sicurezza dal punto di vista delle consegne. Scegli una maggiore sicurezza ma meno guadagni o prendi più rischi e guadagni di più per questo? ” ha detto Ryan Green, l’amministratore delegato di Gridwise. “È una scelta difficile che i piloti devono fare.”

#gig #economy #tornata #sprofondare #autunno #quanto #era #grave

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *