La grande pubblicazione spinge fuori l’ultimo fan di Trump

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 8 Secondo

L’elenco della signora Hartson era un attacco un po ‘più diretto alla politica dei suoi colleghi. L’ultimo libro che ha acquistato è stato il prossimo “Wokenomics: Inside Corporate America’s Social Justice Scam”. E così il mese scorso, anche se la signora Hartson era alle stelle con il libro politico più venduto su Amazon, “Unmasked: Inside Antifa’s Radical Plan to Destroy Democracy”, Hachette l’ha licenziata.

Le ragioni ufficiali del licenziamento della signora Hartson, dissero due persone che avevano familiarità con essa, erano banali. Ma ha detto ai soci che credeva di essere stata licenziata per la sua politica. In una riunione Zoom con i dipendenti il ​​26 gennaio, l’amministratore delegato di Hachette Book Group, Michael Pietsch, e Daisy Hutton, il dirigente che sovrintende a Center Street, non hanno menzionato la signora Hartson. Ma hanno rassicurato i dipendenti di aver appreso la lezione dell’assedio del Campidoglio del 6 gennaio: nessun incitamento all’odio, nessun incitamento alla violenza, nessuna falsa narrativa. E hanno chiarito separatamente sia ai redattori che agli agenti che si stanno spostando verso i conservatori dei think tank e lontano dai politici sputafuoco. (La signora Hartson non ha risposto alle domande sulle sue opinioni e sul suo licenziamento.)

“Il movimento conservatore è in uno stato di mutamento, e i prossimi anni saranno un periodo particolarmente ricco di conversazioni sul futuro del conservatorismo in America”, la signora Hutton, che ha sede a Nashville e il cui background è principalmente nell’editoria cristiana , ha detto in una e-mail. “Center Street continuerà a pubblicare libri ponderati, provocatori, vivaci e informativi che contribuiscono in modo significativo a dare forma a quella conversazione”.

Hachette non è certo l’unico editore mainstream che si allontana dai libri MAGA. Simon & Schuster ha invocato la sua clausola “morale” a annullare la pubblicazione di un libro del senatore Josh Hawley, repubblicano del Missouri, dopo che si era opposto ai risultati delle elezioni di novembre e aveva acclamato le proteste prima che scoppiassero le violenze. Simon & Schuster, hanno detto due fonti che hanno familiarità con i suoi piani, smetteranno di pubblicare anche l’attivista di destra Candace Owens.

Queste tensioni riguardano, in parte, la libertà di parola. Una vecchia generazione di dirigenti editoriali aveva a lungo sostenuto di avere la responsabilità di pubblicare voci con cui non erano d’accordo come parte della loro funzione in una democrazia. Thomas Spence, il presidente della casa editrice conservatrice Regnery, ha detto di considerare il cambiamento dei Big Five (che presto saranno quattro, quando Penguin Random House completa l’acquisizione di Simon & Schuster) come “forma di lista nera”.

#grande #pubblicazione #spinge #fuori #lultimo #fan #Trump

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *