La politica cinese di Biden? Un atto di equilibrio per una relazione tossica

Visualizzazioni: 16
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 37 Secondo

E il presidente non mostra segni di arretrare un approccio conflittuale in altre aree. Il 20 novembre dovrebbe iniziare la sua amministrazione colloqui economici con Taiwan che rischiano di irritare Pechino. I suoi consiglieri stanno valutando altre misure per punire la Cina nelle prossime settimane, comprese le sanzioni relative alle repressioni cinesi sulla sicurezza a Hong Kong e nello Xinjiang, dove il governo cinese ha effettuato detenzioni di massa e una severa polizia delle minoranze etniche.

“Siamo preoccupati che farà alcune cose avventate che non avranno senso per il futuro del paese o per la stabilità globale”, ha detto Rufus Yerxa, presidente del National Foreign Trade Council, che rappresenta le principali società multinazionali. “Data la storia dell’uso dell’autorità esecutiva da parte del presidente Trump, non diamo nulla per scontato in questi prossimi mesi”.

Tuttavia, “la maggior parte di ciò che potrebbe fare è attraverso ordini esecutivi e azioni esecutive, che possono essere annullate da un’amministrazione Biden”, ha aggiunto Yerxa.

Se il signor Biden deciderà di revocare le misure più punitive di Trump dipenderà, almeno in parte, dal comportamento futuro della Cina, incluso se persegue incursioni più aggressive nel Mar Cinese Meridionale, Taiwan e Hong Kong, persone vicine alla sua campagna. dire.

Pechino ha recentemente ha approvato una politica di maggiore autosufficienza tecnologica e un esercito più forte per proteggersi da Stati Uniti più antagonisti, e ha proseguito con il consolidamento di altri partenariati economici. Domenica, Cina ha firmato il partenariato economico globale regionale, un patto commerciale panasiatico che include Giappone, Corea del Sud, Australia, Nuova Zelanda, Tailandia, Vietnam e altri paesi e contribuirà a consolidare l’immagine della Cina come potenza economica dominante nella regione.

Le nomine di Biden per incarichi di politica estera e commerciale potrebbero aiutare a determinare il suo approccio verso la Cina, sebbene non sia chiaro chi potrebbe nominare per lavori così critici come Segretario di Stato e Commercio e Rappresentante commerciale degli Stati Uniti.

#politica #cinese #Biden #atto #equilibrio #una #relazione #tossica

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *