Le case automobilistiche stanno cercando di capire come rispondere al piano di GM di passare alle auto elettriche.

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 11 Secondo

Le case automobilistiche stanno cercando la risposta giusta all’annuncio di General Motors che punterà a vendere solo auto e camion a zero emissioni entro il 2035.

La reazione delle case automobilistiche e delle compagnie petrolifere e del gas è stata finora attenuata. Ma Washington è in fermento con i lobbisti aziendali che si lamentano in privato di quella che vedevano come una mossa calcolata per lucidare la reputazione di GM e del suo amministratore delegato, Mary T Barra, anche se l’industria negozia un nuovo accordo sul risparmio di carburante con l’amministrazione Biden, Rapporto di Neal E. Boudette e Coral Davenport per il New York Times.

Nessun altro grande produttore di automobili ha fissato una data obiettivo per la vendita solo di veicoli elettrici, ma molti si sono mossi in quella direzione.

  • Ford sta spendendo miliardi per introdurre modelli alimentati a batteria. Le consegne ai clienti del primo di questi, il SUV Mustang Mach E, sono iniziate il mese scorso.

  • L’anno scorso Volkswagen ha dichiarato di voler spendere 73 miliardi di euro, o 88 miliardi di dollari, per i veicoli elettrici nei prossimi cinque anni.

L’industria ha paura di perdere quote di mercato a favore di Tesla, la casa automobilistica elettrica dominante, che sta crescendo rapidamente. Wall Street valuta Tesla a circa 752 miliardi di dollari, circa 10 volte di più rispetto a GM Diverse start-up, come Rivian e Lucid Motors, sperano di seguire le orme di Tesla quest’anno.

E la decisione della Cina alla fine dello scorso anno di richiedere che la maggior parte dei veicoli venduti siano elettrici entro il 2035 è anche fondamentale perché GM vende più auto in quel paese attraverso le sue joint venture che negli Stati Uniti. E la Gran Bretagna, l’Irlanda e i Paesi Bassi hanno dichiarato che vieteranno la vendita di nuove auto a benzina e diesel a partire dal 2030.

In linea di massima, naturalmente, l’industria si era preparata tranquillamente per mesi a un possibile cambiamento alla Casa Bianca. Il rappresentante Debbie Dingell, Democratico del Michigan ed ex dirigente della GM, ha dichiarato in un’intervista: “Avevo detto a tutte le automobili: ‘Quando Joe Biden sarà eletto, il tuo mondo si capovolgerà. Devi essere a tavola, altrimenti questa cosa ti si blocca in gola. ‘”

Un dirigente senior di GM, Dane Parker, ha detto che la società non stava cercando di ingraziarsi la nuova amministrazione. La sua decisione, ha detto, si è basata su un’analisi fondamentale di dollari e centesimi di dove si sta dirigendo l’industria automobilistica e le auto che si aspetta diventino le migliori vendite in futuro.

#case #automobilistiche #stanno #cercando #capire #rispondere #piano #passare #alle #auto #elettriche

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *