Le dichiarazioni dei redditi di Trump sono “un pezzo del puzzle”. I pubblici ministeri stanno ottenendo di più.

Visualizzazioni: 3
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 5 Secondo

Quando i pubblici ministeri di New York riescono finalmente a esaminare le dichiarazioni dei redditi federali dell’ex presidente Donald J. Trump, scopriranno una vera guida pratica per diventare ricchi perdendo milioni di dollari e pagando poche o nessuna tassa sul reddito.

Se trovano prove di crimini, tuttavia, dipenderà anche da altre informazioni non trovate nelle dichiarazioni effettive.

Lunedì la Corte Suprema degli Stati Uniti spianato la strada per il procuratore distrettuale di Manhattan, Cyrus R. Vance Jr., per ottenere otto anni di dichiarazioni dei redditi federali del signor Trump e altri documenti dai suoi contabili. La decisione ha coronato una lunga battaglia legale sull’accesso dei pubblici ministeri alle informazioni.

Il New York Times lo scorso anno ha fornito più o meno un’anteprima di ciò che attende il signor Vance, quando sarà ottenuto e analizzato decenni di dati sull’imposta sul reddito per il signor Trump e le sue società. I registri fiscali forniscono uno sguardo senza precedenti e altamente dettagliato sul mondo bizantino delle finanze di Trump, che per anni si è vantato e ha cercato di mantenere segreto allo stesso tempo.

L’esame del Times ha mostrato che l’ex presidente ha riportato centinaia di milioni di dollari in perdite di affari, è passato anni senza pagare le imposte sul reddito federali e deve affrontare una verifica dell’Internal Revenue Service di un rimborso fiscale di 72,9 milioni di dollari che ha rivendicato dieci anni fa.

Tra le altre cose, i registri hanno rivelato che il signor Trump aveva pagato solo $ 750 in tasse federali sul reddito nel suo primo anno da presidente e nessuna imposta sul reddito in 10 dei 15 anni precedenti. Hanno anche dimostrato che aveva cancellato 26 milioni di dollari in “spese di consulenza” come spesa aziendale tra il 2010 e il 2018, alcune delle quali sembrano essere state pagate a sua figlia maggiore, Ivanka Trump, mentre era una dipendente stipendiata della Trump Organization.

Da allora la legittimità delle tasse, che hanno ridotto il reddito imponibile di Trump diventare un soggetto dell’indagine del signor Vance, nonché un’inchiesta civile separata di Letitia James, il procuratore generale di New York. La signora James e il signor Vance sono democratici e il signor Trump ha cercato di ritrarre le molteplici inchieste come motivate politicamente, negando ogni illecito.

L’ufficio del signor Vance ha emesso citazioni in giudizio e condotto interviste negli ultimi mesi mentre esamina a varietà di questioni finanziarie, incluso se la Trump Organization abbia travisato il valore dei beni quando ha ottenuto prestiti o pagato le tasse sulla proprietà, così come il pagamento di $ 130.000 in denaro nascosto durante la campagna del 2016 a Stephanie Clifford, l’attrice di film pornografici il cui nome d’arte è Stormy Daniels. Tra gli intervistati c’erano dipendenti della Deutsche Bank, uno dei maggiori finanziatori di Trump.

Nonostante tutte le loro rivelazioni, i registri fiscali del signor Trump sono degni di nota anche per ciò che non mostrano, inclusi eventuali nuovi dettagli sul pagamento alla signora Clifford, che era al centro delle indagini del signor Vance quando è iniziata due anni fa.

Le dichiarazioni dei redditi rappresentano una contabilità auto-dichiarata delle entrate e delle spese e spesso mancano della specificità richiesta per sapere, ad esempio, se le spese legali relative ai pagamenti di denaro nascosto sono state rivendicate come una cancellazione delle tasse, o se i soldi dalla Russia mai spostato attraverso i conti bancari del signor Trump. L’assenza di quel livello di dettaglio sottolinea il potenziale valore di altri documenti a cui il signor Vance ha ottenuto l’accesso con la decisione della Corte Suprema di lunedì.

Oltre alle dichiarazioni dei redditi, i contabili del signor Trump, Mazars USA, devono anche produrre documenti aziendali su cui si basano tali dichiarazioni e comunicazioni con la Trump Organization. Tale materiale potrebbe fornire un contesto e un background importanti per le decisioni che il signor Trump oi suoi contabili hanno preso quando si preparavano a presentare le tasse.

John D. Fort, ex capo della divisione investigativa penale dell’IRS, ha affermato che le dichiarazioni dei redditi sono uno strumento utile per scoprire i contatti, ma possono essere comprese appieno solo con ulteriori informazioni finanziarie ottenute altrove.

“È un documento finanziario personale molto importante, ma è solo un pezzo del puzzle”, ha detto il signor Fort, un CPA e direttore delle indagini con Kostelanetz & Fink a Washington. “Quello che trovi nel ritorno dovrà essere seguito con interviste e citazioni in giudizio”.

Tuttavia, l’indagine del Times sui rendimenti di Trump ha rivelato una serie di affermazioni fuorvianti e falsità che ha propagato sulla sua ricchezza e sul suo senso degli affari.

Numerose affermazioni del signor Trump sulla generosa filantropia sono andate in pezzi dopo esame delle sue dichiarazioni dei redditi, che sollevava interrogativi sia sull’ammontare di alcune donazioni che sulla natura complessiva delle sue donazioni deducibili dalle tasse. Ad esempio, $ 119,3 milioni dei circa $ 130 milioni in detrazioni di beneficenza che ha affermato dal 2005 si sono rivelati il ​​valore stimato delle promesse di non sviluppare proprietà immobiliari, a volte dopo che un progetto pianificato è fallito.

Almeno due di quelle detrazioni di beneficenza a terra, una relativa a un campo da golf a Los Angeles e l’altra a una tenuta di Westchester chiamata Seven Springs, sono note per essere parte dell’inchiesta civile della signora James, che sta esaminando se le valutazioni supportano le cancellazioni fiscali sono state gonfiate.

Più in generale, i registri fiscali hanno mostrato come le divulgazioni pubbliche che ha presentato come candidato e poi come presidente hanno offerto una visione distorta delle sue finanze complessive riportando numeri brillanti per i suoi campi da golf, hotel e altre attività in base alle entrate lorde che hanno raccolto ogni anno . Il risultato effettivo, dopo perdite e spese, è stato molto più cupo: nel 2018, mentre le dichiarazioni pubbliche di Trump mostravano entrate per 434,9 milioni di dollari, le sue dichiarazioni dei redditi hanno dichiarato perdite per un totale di 47,4 milioni di dollari.

E numeri così terribili non erano un’anomalia. I numerosi campi da golf del signor Trump, una componente fondamentale del suo impero imprenditoriale, hanno registrato perdite per $ 315,6 milioni dal 2000 al 2018, mentre i proventi derivanti dalla licenza del suo nome ad hotel e resort si erano quasi esauriti quando è entrato alla Casa Bianca. Inoltre, il signor Trump ha centinaia di milioni di dollari in prestiti, molti dei quali ha garantito personalmente, in scadenza nei prossimi anni.

L’indagine del Times ha anche scoperto che deve affrontare un audit IRS potenzialmente devastante incentrato sull’enorme rimborso che ha richiesto nel 2010, che copriva tutte le imposte sul reddito federali che ha pagato dal 2005 al 2008, più gli interessi. Il signor Trump ha ripetutamente citato l’audit in corso come motivo per cui non ha potuto rilasciare le sue dichiarazioni dei redditi, dopo aver inizialmente detto che l’avrebbe fatto, anche se nulla del processo di audit gli ha impedito di farlo.

Se una sentenza dell’IRS dovesse alla fine andare contro di lui, Trump potrebbe essere costretto a rimborsare più di $ 100 milioni, tenendo conto degli interessi e delle possibili sanzioni, oltre a circa $ 21,2 milioni in rimborsi fiscali statali e locali basati sulle cifre. nei suoi documenti federali.

Russ Buettner e Susanne Craig ha contribuito alla segnalazione.

#dichiarazioni #dei #redditi #Trump #sono #pezzo #del #puzzle #pubblici #ministeri #stanno #ottenendo #più

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *