Le mamme che lavorano stanno lottando. Ecco cosa potrebbe aiutare.

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 38 Secondo

Non penalizzare le persone per il caregiver.
Quando arriva il momento delle valutazioni dei dipendenti, i manager dovrebbero tenere a mente quanto lavoro aggiuntivo – e stress – le persone hanno dovuto affrontare. (Questo vale anche per i non genitori.) Inoltre, i responsabili delle assunzioni non dovrebbero scartare i curriculum con lacune dell’era pandemica e prendere in considerazione la possibilità di riassumere i dipendenti che se ne sono andati per motivi di assistenza.

Non tornare alla “normale” vita in ufficio.
Lunghe ore di tempo in faccia e programmi imprevedibili ferito genitori e altri anche prima di questa crisi. Una lezione di questo periodo ha scoperto che le persone sono più felici, più sane e più produttive quando hanno il controllo su dove e quando lavorano, soprattutto i genitori. Ci sono vantaggi per gli uffici, ma i datori di lavoro potrebbero adottare programmi ibridi, consentendo alle persone di lavorare alcuni giorni a casa e alcuni giorni in ufficio.

[Read more: Why the Office Will Never Be the Same]

Gli Stati Uniti sono l’unico paese ricco senza congedo familiare retribuito e uno dei pochi senza assistenza all’infanzia sovvenzionata. Se fossero state messe in atto quelle politiche prima della pandemia, la vita dei genitori durante il blocco sarebbe stata molto più facile.

In Svezia, per esempio, i nuovi genitori ottengono 16 mesi di congedo retribuito da utilizzare fino all’età di 8 anni, quindi alcuni ne hanno approfittato durante la pandemia. I genitori hanno anche quattro mesi di congedo retribuito per prendersi cura dei bambini malati fino a 12 anni, che il governo ha permesso alle persone di utilizzare quando le scuole erano chiuse durante la pandemia. In molti paesi europei, i centri per l’infanzia sono finanziati con fondi pubblici, quindi non c’erano dubbi che sarebbero stati ancora disponibili quando sarebbe stato sicuro riaprire.

Prolunga le ferie retribuite per il coronavirus.
Il presidente Biden pacchetto di soccorso per il coronavirus – che necessita ancora dell’approvazione del Congresso – comprende più di tre mesi di malattia retribuita e congedo familiare, anche per la cura dei bambini o adulti più anziani, disponibile fino a settembre. Quasi tutti i lavoratori americani sarebbero ammissibili.

Invia denaro ai genitori.
Oltre ai controlli di stimolo, l’amministrazione Biden ha proposto ulteriore aiuto per famiglie con bambini piccoli – compreso un credito d’imposta fino a $ 8.000 per le famiglie da spendere per l’assistenza all’infanzia. Il credito d’imposta per figli, che quasi tutti i genitori raccolgono, aumenterebbe anche temporaneamente – a $ 3.000 per i bambini sotto i 18 anni e $ 3.600 per i bambini sotto i 6 anni, da 2.000 $ per bambino. E i genitori dei 27 milioni di bambini nelle famiglie più povere, che attualmente non si qualificano per l’intero credito, sarebbe in grado di raccoglierlo.

Offrire crediti d’imposta alle aziende che trattengono o riassumono le madri.
Un numero scioccante di madri, sproporzionatamente coloro che sono neri o marroni, hanno abbandonato il lavoro per prendersi cura dei bambini durante la pandemia. Sarebbe d’aiuto – e anche per i datori di lavoro – se le aziende li riassumessero. I crediti d’imposta potrebbero fornire maggiori incentivi a farlo.

#mamme #che #lavorano #stanno #lottando #Ecco #cosa #potrebbe #aiutare

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *