Le richieste di disoccupazione sono diminuite la scorsa settimana, ma il mercato del lavoro è rimasto turbolento.

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 58 Secondo

Il mercato del lavoro americano continua a lottare, frenato dal coronavirus, dalla lenta introduzione dei vaccini e dalla perdita dello slancio economico complessivo.

Lo ha riferito giovedì il dipartimento del lavoro nuove richieste di indennità di disoccupazione è sceso la scorsa settimana per la terza settimana consecutiva, ma è rimasto a livelli straordinariamente elevati rispetto agli standard storici.

La scorsa settimana ha portato 816.000 nuove richieste di sussidi statali, rispetto alle 840.000 della settimana precedente. Adeguato alle variazioni stagionali, il dato della scorsa settimana è stato di 779.000, con un calo di 33.000.

Ci sono state 349.000 nuove richieste di assistenza alla disoccupazione pandemica, un programma finanziato dal governo federale per i lavoratori part-time, i lavoratori autonomi e altri normalmente non idonei per i sussidi senza lavoro. Il totale, che non è stato destagionalizzato, è sceso di 55.000 rispetto alla settimana precedente.

L’allentamento delle nuove diagnosi e il parziale allentamento delle restrizioni in alcuni luoghi sembra aver alleviato un po ‘la pressione sui datori di lavoro che era evidente poche settimane fa.

“Questi numeri sono stati leggermente incoraggianti”, ha detto Gregory Daco, capo economista statunitense presso Oxford Economics. “Sebbene sia ancora allarmante, è meglio del picco che si è verificato all’inizio di gennaio.”

Il signor Daco ha osservato che l’attesa per l’approvazione di un nuovo pacchetto di stimoli a dicembre tra le battaglie partigiane a Washington potrebbe aver ritardato alcune richieste che sono finite per essere presentate a gennaio dopo che è stato firmato in legge. Ora quell’impennata sembra essersi risolta.

Tuttavia, per i lavoratori delle industrie più colpite, le condizioni rimangono difficili.

“È stato un inverno difficile, soprattutto per le persone nel settore del tempo libero e dell’ospitalità e nel settore alimentare”, ha affermato David Deull, economista presso la società di ricerca e analisi IHS Markit. “Sono stati anche loro a soffrire durante l’ondata iniziale di chiusure in primavera”.

Gli ultimi dati rafforzano l’argomento per ulteriori stimoli, dicono gli economisti, una posizione politica chiave della Casa Bianca di Biden. Il Pacchetto di aiuti da 900 miliardi di dollari approvato a dicembre aiuta molti lavoratori disoccupati solo fino a metà marzo.

“Penso che ci sia bisogno di più stimoli”, ha detto Rubeela Farooqi, capo economista statunitense di High Frequency Economics. “È una parte cruciale di questo rimbalzo.”

#richieste #disoccupazione #sono #diminuite #scorsa #settimana #mercato #del #lavoro #rimasto #turbolento

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *