Le richieste di sussidi senza lavoro mostrano poco segno che i licenziamenti stiano facilitando

Visualizzazioni: 3
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 49 Secondo

Le nuove richieste di disoccupazione statale rimangono ostinatamente alte mentre il mercato del lavoro fatica a riprendere slancio dopo l’ondata invernale di casi di coronavirus.

Un totale di 862.000 lavoratori ha presentato reclami iniziali per i sussidi statali di disoccupazione la scorsa settimana, più o meno lo stesso numero del totale rivisto per la settimana precedente, ha detto giovedì il Dipartimento del Lavoro. Su base destagionalizzata, il totale era 861.000, con un aumento di 13.000.

Dopo che i sinistri iniziali hanno raggiunto i massimi recenti da fine dicembre a metà gennaio, gli economisti si aspettavano una costante tendenza al ribasso. L’ultimo rapporto rappresentava una nuova prova che lo slancio della ripresa economica si è arrestato.

“Stiamo andando nella direzione sbagliata”, ha detto Diane Swonk, capo economista della società di contabilità Grant Thornton. “È difficile sfuggire al fatto che settimana dopo settimana continuiamo a sperare in qualcosa di meglio e questo è come un pugno di merda.”

Particolarmente preoccupante è stato l’aumento delle richieste di assistenza alla disoccupazione pandemica, un programma federale di emergenza per liberi professionisti, lavoratori part-time e altri normalmente non idonei per i sussidi statali senza lavoro. Circa 516.000 richieste sono state presentate nell’ambito del programma, un aumento di 174.000 rispetto alla settimana precedente.

L’aumento riflette in gran parte un aumento delle richieste di risarcimento in Ohio, in parte a causa dei ritardi nell’elaborazione dopo che il programma è stato esteso nella legislazione federale sui soccorsi a dicembre.

L’8 febbraio il Dipartimento per il lavoro e la famiglia dell’Ohio ha dichiarato che gli “aggiornamenti del sistema nel fine settimana” erano previsti ha reso il programma disponibile a più di 130.000 abitanti dell’Ohio “Che aspettano di ricevere questi vantaggi” da dicembre e ha consentito nuove applicazioni.

Tom Betti, portavoce del Dipartimento per il lavoro e la famiglia dell’Ohio, ha affermato che il forte aumento potrebbe anche essere a risultato di frode. “I forti aumenti che stiamo vedendo di recente sono un forte indicatore del fatto che i criminali stanno prendendo di mira non solo le PUA, ma anche il tradizionale programma di disoccupazione in Ohio”, ha detto in una e-mail.

A parte i particolari dell’Ohio, gli ultimi dati non hanno offerto motivo di ottimismo.

“È un brutto rapporto”, ha detto Gregory Daco, capo economista statunitense presso Oxford Economics. “Non è un rapporto orrendo, ma in nessun modo, anche se ti aggiusti per una parte della volatilità settimanale, è un buon rapporto.”

I numeri deboli sono arrivati ​​mentre il Congresso ha continuato a lavorare su un pacchetto di aiuti da $ 1,9 trilioni proposto dal presidente Biden. La Camera potrebbe votare sulla legislazione entro la fine del mese.

All’urgenza si aggiunge la scadenza delle indennità di disoccupazione integrative a metà marzo, che potrebbe portare a un altro ciclo di incertezza per milioni di persone ancora senza lavoro. La proposta di Biden li estenderebbe fino a settembre.

Gli economisti dicono che la crisi economica ha probabilmente raggiunto il picco, anche se la pandemia continua a frustrare una ripresa. Il danno duraturo al mercato del lavoro è incerto, ma potrebbe diventare più evidente nei prossimi mesi.

La disoccupazione afferma che “è stata davvero a un livello elevato per molto tempo”, ha detto la signora Swonk. “Ciò che sarà fondamentale in futuro è che precipiteranno a un certo punto nel tempo o ci sono problemi a lungo termine?”

Nonostante le sfide del mercato del lavoro, negli ultimi giorni ci sono stati alcuni segnali positivi per l’economia. Le vendite al dettaglio sono aumentate del 5,3% a gennaio, un guadagno maggiore del previsto, anche se molto probabilmente alimentato dall’ultima tornata di controlli di stimolo e potrebbe nuovamente scendere a febbraio.

AnnElizabeth Konkel, economista per il sito di carriera Indeed, ha detto le offerte di lavoro al dettaglio su Indeed sono aumentate del 2,6% da febbraio 2020. Nel complesso, le offerte di lavoro sul sito sono aumentate del 3,9%.

“Stiamo facendo progressi, ma c’è ancora molta strada da fare”, ha detto la signora Konkel. “Quello che deve accadere è che devono essere in piedi e innalzati per un po ‘per riportare tutte quelle persone nel mercato del lavoro”.

Ma l’economia è ancora zoppicante. Il Rapporto sull’occupazione del Dipartimento del lavoro per gennaio ha mostrato un guadagno di soli 49.000 posti di lavoro. Dei 22 milioni di posti di lavoro che sono scomparsi all’inizio della pandemia, circa 10 milioni rimangono persi. E le industrie del tempo libero e dell’ospitalità rimangono gravemente depresse.

#richieste #sussidi #senza #lavoro #mostrano #poco #segno #che #licenziamenti #stiano #facilitando

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *