L’Economist dà valore al lavoro trascurato delle donne nere

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 24 Secondo

La professione economica americana ha iniziato a confrontarsi con i problemi di diversità nel suo campo. A giugno, quando le proteste di Black Lives Matter si sono diffuse negli Stati Uniti e poi nel mondo, il American Economic Association – la voce dell’establishment degli economisti – ha riconosciuto “che il nostro clima professionale è ostile per gli economisti neri”.

Più diversità e iniziative di inclusione, percorsi di ricerca e promozioni di alto profilo sono sorti da quando un sondaggio del 2019 dell’associazione ha rilevato che le esperienze di le molestie sessuali e le aggressioni “non erano rare” per le donnee gli economisti asiatici, neri e latini hanno riportato “esperienze sostanzialmente peggiori” di discriminazione rispetto ai loro colleghi bianchi.

Anche la carriera del dottor Banks porta queste cicatrici. Il suo studio del dottor Alexander è il risultato di una carriera fuori rotta. Inizialmente aveva pianificato di diventare un’economista dello sviluppo, un campo che studia la crescita delle economie a basso reddito. Ma negli anni ’90, durante uno stage presso un’agenzia governativa statunitense incentrata sullo sviluppo, è stata molestata sessualmente da un economista.

“Ho deciso di non perseguire l’economia dello sviluppo come risultato di quell’esperienza”, ha detto. Solo poco più di due anni fa, incoraggiato dal movimento #MeToo, il dottor Banks si è lamentato con quel posto di lavoro.

“Quando è arrivato il momento di scrivere una tesi, volevo davvero concentrarmi su qualcosa di significativo per me”, ha detto. “Qualcosa che ha onorato la lunga storia delle donne nere impegnate nel lavoro per la comunità afro-americana”.

L’eredità di questo passaggio è evidente nel suo ultimo articolo. Il suo obiettivo è sviluppare una teoria “per elevare la comunità” come luogo di produzione che merita tanto controllo quanto altri lavori. E per evidenziare l’impatto duraturo di queste donne.

Risale al 1908, quando fu fondata l’Atlanta Neighbourhood Union, guidata da donne nere per esaminare i bisogni della loro comunità e fornire servizi sociali e sanitari di base che la città non era in grado di fornire. Ha ispirato il Consiglio politico delle donne a Montgomery, Alabama, che ha lavorato per aumentare la registrazione degli elettori e in seguito si è impegnato in proteste politiche, incluso il boicottaggio degli autobus di Montgomery. Assomiglia a parte del lavoro svolto oggi dalle donne di colore, come quelle in Georgia, per registrare gli elettori al servizio del miglioramento delle loro comunità e della riduzione della disuguaglianza, con notevoli conseguenze.

Nel 1985, un gruppo di donne nere a Los Angeles si riunì per fermare la costruzione di un inceneritore di rifiuti tossici nel loro quartiere, arruolando professori e funzionari sanitari per la loro causa. Due anni dopo, la città abbandonò i suoi piani. Il gruppo, Cittadini preoccupati di South Central Los Angeles, esiste ancora come organizzazione non profit, che sviluppa alloggi a prezzi accessibili, gestisce programmi per i giovani e pulisce le strade.

#LEconomist #dà #valore #lavoro #trascurato #delle #donne #nere

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *