L’Organizzazione Mondiale della Sanità rifiuta il farmaco antivirale Remdesivir come trattamento Covid-19

Visualizzazioni: 14
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 45 Secondo

L’Organizzazione Mondiale della Sanità giovedì ha sconsigliato l’uso dell’antivirale remdesivir, un farmaco che aveva suscitato un intenso interesse come trattamento per Covid-19.

Un gruppo di esperti “ha concluso che remdesivir non ha alcun effetto significativo sulla mortalità o su altri risultati importanti per i pazienti, come la necessità di ventilazione meccanica o il tempo per il miglioramento clinico”, ha annunciato l’OMS. Il pannello ha pubblicato il suo recensione sulla rivista The BMJ. Il rapporto non ha escluso del tutto l’uso del farmaco come trattamento Covid, ma ha detto che mancavano le prove per raccomandarne l’uso.

Gilead Sciences, produttore di remdesivir, il cui nome commerciale è Veklury, ha dichiarato in una dichiarazione che il suo farmaco “è riconosciuto come uno standard di cura per il trattamento di pazienti ospedalizzati con Covid-19 nelle linee guida di numerose organizzazioni nazionali credibili, tra cui l’US National Institutes of Health and Infectious Diseases Society of America, Giappone, Regno Unito e Germania “. Ha aggiunto che ci sono “più studi randomizzati e controllati pubblicati su riviste peer-reviewed che dimostrano i benefici clinici di Veklury”.

La potenziale utilità di remdesivir era stata oggetto di dibattito e scetticismo per mesi, e soprattutto nelle ultime settimane, dopo il La Food and Drug Administration l’ha approvato come primo trattamento per Covid-19 a fine ottobre. Un ampio studio, sponsorizzato dal National Institutes of Health, ha scoperto che il farmaco riduceva i tempi di recupero in pazienti ospedalizzati da 15 a 11 giorni. Altri due studi presi in considerazione dall’agenzia, sponsorizzati da Gilead, non includevano controlli con placebo, considerati fondamentali per giudicare l’efficacia.

Al presidente Trump è stato somministrato remdesivir insieme altri trattamenti il mese scorso, quando è stato ricoverato in ospedale con Covid.

Almeno da marzo, quando la pandemia ha iniziato a diffondersi dalla Cina all’Europa agli Stati Uniti, le compagnie farmaceutiche e i ricercatori hanno lavorato al volo, e medici praticanti hanno sperimentato qualsiasi trattamento che sembra promettente, compresi gli steroidi. A settembre, il gruppo di esperti dell’OMS fortemente raccomandato l’uso di steroidi per pazienti in condizioni critiche.

Per la nuova analisi, il pannello ha esaminato le prove di quattro studi, incluso uno condotto dall’NIH e un altro sponsorizzato dall’OMS e pubblicato di recente su un server di prestampa, che comprendeva circa 5.000 pazienti, il più grande fino ad oggi. Il documento non è stato sottoposto a peer review o pubblicato in una rivista scientifica.

I risultati di quella sperimentazione “hanno messo in discussione alcuni dei benefici che erano stati visti in precedenza, nello studio NIH”, ha detto il dottor Bram Rochwerg, professore associato di medicina presso la McMaster University di Hamilton, Ontario, e un co-presidente di il pannello dell’OMS.

Il dottor Rochwerg ha affermato che il gruppo di esperti “ha reso esplicito nel documento che le prove di remdesivir dovrebbero continuare e potrebbero esserci popolazioni specifiche che potrebbero trarne beneficio”. Ma il farmaco è costoso e somministrato per via endovenosa, ha osservato. Il suo utilizzo potrebbe deviare risorse che potrebbero essere impiegate in modo più efficace, ha detto il dottor Rochwerg.

Remdesivir è stato autorizzato per l’uso di emergenza dalla primavera negli Stati Uniti e in ottobre Gilead ha riferito di aver generato entrate per 873 milioni di dollari finora quest’anno.

L’uso ampiamente adottato del farmaco per i sintomi di Covid aveva sconcertato alcuni esperti ben prima dell’approvazione della FDA.

“Questa è una decisione del tutto appropriata da parte dell’OMS”, ha scritto in una e-mail il Dr. Peter Bach, direttore del Center for Health Policy and Outcomes presso il Memorial Sloan Kettering Cancer Center. “Remdesivir costa migliaia di dollari, il più grande studio randomizzato che ne esamina l’uso in Covid suggerisce che potrebbe non avere alcun beneficio di alcun tipo, e l’unico studio positivo risale a un tempo prima che stessimo usando il desametasone per malattie gravi”, ha aggiunto, riferendosi a uno steroide ora comunemente usato negli ospedali.

Il desametasone è un trattamento che ha dimostrato di aiutare i pazienti con Covid-19 in determinati stadi della malattia.

Il rapporto del gruppo di esperti dell’OMS, chiamato “linea guida vivente”, è un’iniziativa per aggiornare continuamente medici e pazienti quando emergono nuove prove che cambiano la pratica medica corrente.

“È un po ‘inquietante che non abbiamo trovato molto che funzioni ancora”, ha detto il dottor Rochwerg. “Ma spero che la ricerca in corso identificherà altri farmaci che migliorano la sopravvivenza e i sintomi.”

[Like the Science Times page on Facebook. | Sign up for the Science Times newsletter.]

#LOrganizzazione #Mondiale #della #Sanità #rifiuta #farmaco #antivirale #Remdesivir #trattamento #Covid19

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *