Muore a 87 anni Fred Segal, designer che ha mercificato la California Cool

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 23 Secondo

Fred Segal, le cui boutique di abbigliamento sono diventate un emblema della moda di Los Angeles vendendo jeans attillati e camicie chambray a artisti del calibro di Bob Dylan, Farah Fawcett e i Beatles, è morto giovedì a Santa Monica, in California. Aveva 87 anni.

La causa erano le complicazioni di un ictus, secondo una portavoce della famiglia.

Il signor Segal è diventato uno dei designer e rivenditori più noti della West Coast negli anni ’60 e ha contribuito a plasmare l’immagine della moda della California meridionale come disinvolta, sexy e rilassata. Il suo omonimo negozio ricoperto di edera è diventato un ritrovo per fashioniste, attori di Hollywood e artisti e musicisti di grandi nomi. Per i turisti, spesso figurava in itinerari turistici proprio accanto al teatro cinese di Grauman e all’insegna di Hollywood.

Credito…Foto di famiglia

Il signor Segal ha aperto il suo primo negozio nel 1960, uno spazio di 700 piedi quadrati su Santa Monica Boulevard che vendeva jeans in denim, camicie e pantaloni di chambray, velluti e flanelle, secondo la società sito web.

Nel 1961, lui e Ron Herman, suo nipote, aprirono un negozio grande la metà di Melrose Avenue che vendeva solo jeans, che vendevano per $ 19,95 al paio, un prezzo praticamente inaudito all’epoca, quando gli uomini indossavano ancora abiti. e pantaloni in denim in genere venduti per $ 3 al paio.

“Il mio concetto era che le persone volessero essere comode, casual e sexy, quindi ho pensato che avrebbe funzionato e ovviamente ha funzionato”, ha detto il signor Segal in un intervista alla rivista Haute Living nel 2012.

La gente accorreva al negozio per comprare i jeans, guidata in gran parte da celebrità come Jay Sebring, il parrucchiere che ha ispirato il personaggio di Warren Beatty in “Shampoo” e che indossava jeans attillati a fondo svasato e una camicia aderente che aveva acquistato nel negozio del signor Segal. I clienti di Segal presto includevano i Beatles, Elvis Presley e Diana Ross, nonché membri dei Jackson Five e Jefferson Airplane.

“Quando sono arrivato a Los Angeles per la prima volta alla fine degli anni ’70, c’erano due cose di cui tutti parlavano: le borse Gucci e Fred Segal”, lo scrittore Pleasant Gehman ha detto al New York Times nel 2001.

I suoi modelli erano notevoli per le vestibilità insolite per l’epoca. I pantaloni erano tagliati per gli uomini in modo che cadessero bassi sui fianchi, ad esempio, ei negozi vendevano anche magliette francesi aderenti e body Danskin.

Oltre ai suoi progetti, il signor Segal faceva parte di un piccolo gruppo di rivenditori all’epoca, tra questi Tommy Perse, Linda Dresner e Joan Weinstein – che ha aperto la strada al concetto di lavorare a stretto contatto con i designer e vendere i loro vestiti nei loro negozi, ha detto Ikram Goldman, il proprietario della boutique Ikram di Chicago.

“Avevano un occhio squisito”, ha detto. “Queste sono le persone che hanno scoperto il talento e lo hanno portato alla luce in un modo che – prima di Instagram, prima dei social media, prima che la notizia ti colpisse – presentava collezioni che non avevi visto prima”.

Nel 2006, un giornalista del New York Times descritto Il signor Segal come “il fornitore di quelle fantasie hollywoodiane, vendendo uniformi di camicie costose e blue jeans e tacchi da gattino incredibilmente stravaganti agli abitanti benestanti e alle celebrità della città”.

Frederick Mandel Segal è nato il 16 agosto 1933 a Chicago. I suoi genitori, David e Helen Segal, hanno svolto più lavori e il signor Segal è cresciuto povero, secondo la portavoce della famiglia.

Il signor Segal non è mai andato a scuola di moda. Ha lavorato come venditore di scarpe itinerante e ha lucidato le scarpe a Venice Beach, due lavori che gli hanno permesso di osservare le persone e lo hanno aiutato a coltivare il senso di ciò che gli acquirenti volevano.

Stanco di viaggiare, decide di aprire il suo primo negozio nel 1960.

Il signor Segal ha attribuito il suo successo iniziale alla sua capacità di essere onesto con i clienti.

“Ho imparato in tenera età che l’area di non concorrenza è l’integrità”, ha detto Segal a Haute Living. “Quando vendevo nel mio negozio ai miei clienti e loro venivano con la voglia di comprare questo o quello, se indossavano un vestito e mi chiedevano un consiglio una parte del tempo dicevo:” Toglitelo, non farlo ” Non comprarlo nemmeno, sarebbe ridicolo, non hai nemmeno un bell’aspetto con quello. ” Questa è davvero una profonda onestà. Non lo trovi negli affari, sai? “

Apertura di negozi Fred Segal a Taiwan ea Berna, la capitale svizzera. Nel 2015 il marchio ha aperto un negozio a Tokyo che includeva anche un camion di cibo in loco che vendeva mais di strada messicano, gamberetti su un rotolo e hot dog abbinati a Coca-Cola e Corona.

Il nome Fred Segal è diventato così famoso che è stato casualmente citato in film come “Clueless” e “Legally Blonde”.

Il signor Segal è sopravvissuto a sua moglie, Tina; cinque figli, Michael, Judy, Sharon, Nina e Annie; 10 nipoti; e due pronipoti.

Mike Ives ha contribuito alla segnalazione. Jack Begg ha contribuito alla ricerca.

#Muore #anni #Fred #Segal #designer #che #mercificato #California #Cool

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *