Now Making Electric Bikes: Car and Motorcycle Companies

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 53 Secondo

L’industria dei trasporti ha visto il futuro e il futuro è il 1895.

Quello fu l’anno in cui Ogden Bolton Jr. di Canton, Ohio, ottenne il brevetto USA 552.271 per una “bicicletta elettrica”. Un secolo e un cambiamento dopo, le bici elettriche hanno guadagnato nuova valuta poiché aziende automobilistiche e motociclistiche come Ducati, Harley-Davidson, Jeep, Mercedes-Benz, Porsche e Yamaha sono entrate nel mercato con i propri progetti.

Sebbene la pandemia abbia accelerato le vendite di biciclette, l’attrazione principale è questa le città di tutto il mondo iniziano a limitare il traffico automobilistico. Queste aziende scommettono che le e-bike sono i veicoli urbani di domani, o almeno i veicoli per una buona pubblicità oggi.

“Negli ultimi 12-18 mesi, hai visto molti nuovi marchi entrare nel mercato”, ha affermato Andrew Engelmann, responsabile vendite e marketing di e-bike presso Yamaha, che opera nel settore delle biciclette elettriche dal 1993 e rivendica un fatturato di due milioni in tutto il mondo. “Negli Stati Uniti non abbiamo visto questa nuova energia verso il ciclismo da quando Lance Armstrong ha vinto il Tour de France”.

Ringraziamo la pandemia di coronavirus, che ha acceso le vendite di biciclette di tutte le strisce, ma nessuna tanto quanto le e-bike. Mentre le vendite al dettaglio di biciclette da gennaio a ottobre dello scorso anno sono aumentate del 46% rispetto all’anno precedente, le biciclette elettriche sono aumentate del 140%. Misurate in dollari, le bici normali sono aumentate del 67% e le e-bike del 158%, quindi non aspettarti uno sconto. Questi numeri, dai ricercatori di mercato di NPD, non includono i rivenditori solo online come Rad Power Bikes, quindi le vendite potrebbero effettivamente essere ancora più elevate.

Ogden Bolton a parte, c’è un legame storico tra biciclette e motociclette. Molte delle prime motociclette provenivano da produttori di biciclette che semplicemente applaudivano un motore su una bicicletta, spesso mantenendo i pedali nello stile di un ciclomotore.

Il collegamento con le biciclette dell’industria automobilistica è più recente, con artisti del calibro di Malcolm Bricklin e Lee Iacocca introducendo biciclette elettriche negli anni ’90. Entrambi fallirono. Il design del signor Iacocca, tipico dell’epoca, era ostacolato da una batteria al piombo con un’autonomia di 15 miglia e una velocità massima di 15 miglia all’ora. Molte case automobilistiche, inclusa Ford, Audi, Maserati e BMW, sono entrati e usciti dalle e-bike da allora.

“Nessuna azienda automobilistica ha avuto successo nella vendita di una bicicletta elettrica”, ha affermato Don DiCostanzo, amministratore delegato di Pedego Electric Bikes, che nel 2014 ha concesso in licenza una bici progettata da Ford. “È l’oro degli sciocchi. Non può mai sostituire il profitto di un’auto “.

Eppure i produttori di automobili e motociclette vengono coinvolti. “Penso che stiano vedendo molte delle stesse opportunità che vediamo”, ha detto Ian Kenny, che guida le attività di e-bike presso la società di biciclette Specialized. “Ma penso che ci sia una differenza molto grande tra dimostrare che puoi fare qualcosa e fare qualcosa molto bene su larga scala.”

Tuttavia, i cambiamenti nel modo in cui le persone si muovono, soprattutto in Europa e in Asia, stanno allettando le aziende automobilistiche che operano a livello internazionale. All’estero, nelle città che gestiscono l’inquinamento e le strade sovraffollate limitando il traffico automobilistico, le biciclette elettriche spesso colmano una lacuna.

“In Europa, l’e-bike è più uno strumento di trasporto fondamentale”, ha affermato Dirk Sorenson, analista di NPD. Londra, Madrid, Oslo e Parigi sono tra il numero crescente di città che limitano il traffico del centro.

La pandemia ha portato le città americane a testare restrizioni simili. Boston, Minneapolis e un certo numero di città della California hanno istituito programmi Slow Streets, limitando il traffico automobilistico nelle strade laterali a favore della bicicletta e del camminare. Ha anche UPS, Amazon e DHL che stanno provando biciclette elettriche da carico a New York.

“C’è un’enorme opportunità per le e-bike negli Stati Uniti, che è un enorme mercato non sfruttato”, ha affermato Rasheq Zarif, esperto di tecnologia di mobilità per la società di consulenza Deloitte.

Alcune aziende si stanno preparando ora alla possibilità che “micromobilità”, come dice la parola d’ordine, prenderà piede qui.

“Immaginiamo che Harley-Davison non sia un’azienda di motociclette ma una società di mobilità”, ha affermato Aaron Frank, direttore del marchio per Serial 1, che costruisce una e-bike in collaborazione con Harley. “C’è un forte argomento che possiamo fare per i pendolari urbani quello che Harley-Davison ha fatto per le motociclette.”

Altre aziende vedono le e-bike come un gateway per vendere i loro prodotti principali. Sebbene sia meglio conosciuta per le sue motociclette, Ducati North America vuole che le e-bike “potenzialmente attirino le persone su Ducati”, ha detto il suo amministratore delegato, Jason Chinnock. “E lo abbiamo visto con le persone in alcuni eventi e con i media che si sono avvicinati.”

Le e-bike possono essere più costose delle biciclette, ma sono più economiche delle auto o delle motociclette. E il miglioramento della tecnologia dei motori e delle batterie sta facendo scendere i prezzi. Le bici elettriche a basso prezzo con un motore nel mozzo della ruota, simile a quel design del 1895, possono essere acquistate per circa $ 1.000. I prezzi per le versioni con motoriduttori più complessi ai pedali possono raggiungere più di $ 10.000.

“Spendere $ 1.000 per una bicicletta sembra là fuori”, ha detto il signor Kenny, “ma quando non lo guardi come un giocattolo – quando diventa un mezzo di trasporto – diventa una conversazione molto diversa”.

Il prezzo non è l’unico ostacolo. Le e-bike affrontano un paralizzante miscuglio di leggi. Sebbene la Commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo considerasse le e-bike “a bassa velocità” (con un motore equivalente a 1 cavallo o meno) una bicicletta, gli stati decidono ancora dove quella bicicletta può essere guidata.

“Spetta a 50 stati definire l’uso, e questo è stato un grosso problema in passato”, ha affermato Claudia Wasko, direttore generale di Bosch eBike, un importante produttore di sistemi di trasmissione.

La coalizione PeopleForBikes ha elaborato una legislazione statale modello per consentire la maggior parte delle e-bike su piste ciclabili e parchi. Suggerisce tre classi di e-bike, con una velocità massima compresa tra 20 e 28 mph. Ventotto stati hanno adottato una versione della legislazione.

Credito…Richard Sheinwald / Associated Press

Alcune aziende potrebbero essere meno interessate al futuro della mobilità e più interessate a ricevere un po ‘di attenzione ora.

“Penso che sia una cosa aureola”, ha detto DiCostanzo, la cui azienda ha prodotto e-bike per Tommy Bahama, Ford e altri. I veicoli Halo rappresentano le aspirazioni di un marchio, come le concept car.

“Penso che sia quello che è per Ford”, ha aggiunto. “Lo volevano per l’allestimento delle vetrine, ed è quello che hanno ottenuto. Penso che ne abbiano vendute 500 nei cinque anni di funzionamento. “

Mercedes, che sta prendendo ordini per la sua e-bike Mercedes-AMG Petronas Formula One Team V11 top di gamma a $ 12.000, ha affermato che era un’opportunità per mostrare la sua capacità con materiali high-tech dalla fibra di carbonio alla vernice.

“Le bici da strada e le e-bike ad alte prestazioni offrono un ottimo modo per mostrare tali tecnologie in una gamma di prodotti di consumo”, ha affermato Damian Cook, un portavoce.

Per alcuni nel settore della bicicletta tutto questo sa di déjà vu. Negli anni ’70, si pensava che un boom della bicicletta facesse presagire un nuovo futuro per i trasporti in cui il ciclismo era centrale. Ma è fallito. Sebbene ci fossero molti fattori che contribuirono, le strade non furono rese più adatte alle biciclette e le persone non volevano arrivare al lavoro sudate.

Con la combinazione di programmi Slow Streets, che affrontano il primo problema, le biciclette elettriche, che affrontano il secondo, e una pandemia che ha dato alle persone la possibilità di adattarsi a entrambi, esperti come il signor Zarif trovano speranza.

“Quando dai alle persone la possibilità di provare qualcosa, si riduce la resistenza al cambiamento”, ha detto. “Come società, la realtà è che andiamo avanti, non torniamo indietro”.

#Making #Electric #Bikes #Car #Motorcycle #Companies

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *