Nuovo direttore per il Bronx Museum of the Arts? È un nome familiare

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 9 Secondo

Il signor Rodriguez è stato reclutato al Bronx Museum of the Arts da Holly Block, direttore esecutivo di lunga data del museo, dal Frost Art Museum di Miami nel 2017. In qualità di vicedirettore, ha supervisionato tutte le operazioni quotidiane del museo, incluso il personale di gestione e lo sviluppo di mostre. “Il mio primo giorno di lavoro è stato una riunione del consiglio di amministrazione in cui ho saputo che Holly si stava dimettendo”, ha detto Rodriguez. La sig.ra Block è morta nell’ottobre 2017 e in seguito ha ricoperto il ruolo di leader de facto, ma alla fine il lavoro più importante è andato a Deborah Cullen-Morales, un’assunzione esterna. Se n’è andata dopo 18 mesi e il signor Rodriguez – ancora una volta – ha preso il timone come direttore ad interim.

“Sono stati anni tumultuosi con la scomparsa di Holly, la pandemia, gli stress finanziari”, ha detto in un’intervista mercoledì. “In realtà il mio obiettivo principale in questo momento è stabilizzare la nave e assicurarmi che tutti stiano dirigendo nella stessa direzione.”

Il signor Rodriguez ha ricordato la sua infanzia da immigrato a Miami dopo che la sua famiglia è fuggita dalla rivoluzione alla fine degli anni ’70. “Il museo si trova in una comunità molto simile a quella in cui sono cresciuto”, ha detto. Ha descritto di aver visto “Guernica” di Picasso all’età di 12 anni al Museo del Prado di Madrid, un’esperienza che è stata “assolutamente trasformativa”. È stato spinto professionalmente a coinvolgere studenti che avevano pochissima esposizione ai musei nel suo ruolo di curatore capo presso la Frost, parte della Florida International University, dove ha conseguito la laurea e il master in storia dell’arte, e ora nel Bronx.

Attualmente in mostra ci sono mostre di Sanford Biggers, di opere a tecnica mista ispirate alla storia afro-americana della produzione di trapunte, e di José Parlá, di dipinti astratti che fanno riferimento a pareti in difficoltà nei paesaggi urbani. Il signor Rodriguez tiene a bada l’annuncio di nuove mostre per il prossimo 50 ° anniversario del museo. “Abbiamo dei piani, ovviamente, ma è in attesa di una pandemia”, ha detto.

Il signor Rodriguez ha supervisionato una campagna di capitale da 20 milioni di dollari per una ristrutturazione ed espansione pianificata da tempo dell’edificio originale del museo, un’ex sinagoga e l’aggiunta del 2006 da parte di Arquitectonica. Spera di selezionare un architetto nei prossimi sei mesi e di aprire la strada entro due anni. “Creerà un nuovo ingresso, più rivolto verso l’esterno per la comunità”, ha detto, e aggiungerà alcune gallerie.

#Nuovo #direttore #Bronx #Museum #Arts #nome #familiare

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *