Patricia Lynch, giornalista della NBC che si è concentrata sui culti, muore a 82 anni

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 35 Secondo

Patricia Lynch, una giornalista televisiva investigativa specializzata nell’esporre le sette e i loro leader, incluso Lyndon LaRouche, un estremista politico che si è candidato alla presidenza otto volte, è morto il 3 febbraio nella sua casa di Manhattan. Aveva 82 anni.

La causa erano le complicazioni del morbo di Alzheimer, ha detto William O. Wheatley Jr., il suo ex capo alla NBC.

La signora Lynch è stata una delle prime donne ad essere nominata produttrice investigativa per “NBC Nightly News”, unendosi alla sua unità investigativa nel 1977. In quasi 20 anni alla NBC, ha vinto due Emmy e ha condiviso un premio Alfred I. duPont-Columbia University per il giornalismo investigativo.

La signora Lynch si è concentrata su questioni orientate al consumatore e in particolare ha prodotto una serie sugli abusi nelle case di cura. Ma si interessò anche a gruppi marginali gestiti da leader carismatici e che avevano sviluppato una reputazione per attività o convinzioni bizzarre.

In un caso lei riportato ampiamente sul Rev. Jim Jones, che ha portato più di 900 membri del suo Tempio popolare dei discepoli di Cristo al suicidio di massa nel Massacro di Jonestown in Guyana nel 1978.

Il suo lavoro più noto è stata la sua copertura del signor LaRouche, un candidato alla presidenza perenne che ha iniziato all’estrema sinistra dello spettro politico e si è spostato molto a destra. Era all’apice del suo potere a metà degli anni ’80, quando trasferì la sua sede in una grande tenuta in affitto nella Virginia del Nord, pattugliata da uomini con fucili semiautomatici.

In due rapporti nel 1984 per “First Camera”, un programma di notizie della NBC di breve durata, la signora Lynch ha sostenuto che il signor LaRouche era, come ha raccontato in un articolo del 1985 sulla Columbia Journalism Review, “il leader di una setta antisemita incline alla violenza che ha diffamato i suoi oppositori e ha citato in giudizio i suoi critici. “

Gli ex LaRouchian, come venivano chiamati, le dissero che il loro leader aveva parlato di assassinare il presidente Jimmy Carter. Dopo che i rapporti della signora Lynch sono stati trasmessi, gli aderenti di LaRouche hanno picchettato la NBC, portando cartelli che dicevano: “Lynch Pat Lynch”. Ha ricevuto almeno una minaccia di morte e il quartiere di Long Island dei suoi genitori era pieno di volantini che dicevano che stava conducendo un’operazione di call-girl da casa loro.

Il signor LaRouche ha intentato una causa per diffamazione contro la NBC. Quando una giuria federale ha respinto la sua richiesta, la NBC ha ribattuto, accusando il gruppo di impegnarsi in trucchi sporchi e di impersonare la signora Lynch per sabotare i suoi rapporti.

La giuria ha assegnato alla rete $ 3 milioni di danni, un importo successivamente ridotto a $ 258.000.

“Era una giornalista aggressiva”, ha detto in un’intervista telefonica il signor Wheatley, che è diventato produttore esecutivo della “NBC Nightly News”. “Era senza paura e aveva un forte senso di giusto e sbagliato.”

Patricia Kathleen Lynch è nata il 5 marzo 1938 nel villaggio di Floral Park a Long Island. I suoi genitori, Harold e Violet Lynch, erano insegnanti nel sistema scolastico di New York City.

La signora Lynch ha frequentato l’ormai chiuso College di New Rochelle, laureandosi in inglese e laureandosi nel 1959. Ha conseguito un master in inglese presso il Boston College nel 1961.

Ha lasciato la NBC all’inizio degli anni ’90 ed è diventata una scrittrice freelance. Non ha lasciato sopravvissuti immediati.

La signora Lynch, che aveva una seconda casa a Southampton, NY, si è offerta volontaria in due rifugi per animali nell’East End di Long Island, ma è stata successivamente bandita da entrambi dopo aver criticato pubblicamente le loro politiche di eutanasia e realizzato un documentario critico nei confronti del rifugio per animali della città di Southampton.

Ha citato in giudizio il rifugio dicendo che era stata bandita in violazione del suo diritto del Primo Emendamento di parlare. Nel 2007, il tribunale si è pronunciato a suo favore. La decisione è stata confermata in appello e ha stabilito il precedente secondo cui ai volontari dovrebbero essere garantiti gli stessi diritti dei dipendenti retribuiti.

“Ho fatto tutto questo solo per gli animali”, ha detto in seguito la signora Lynch. “Come giornalista, sono abituato al caldo.”

#Patricia #Lynch #giornalista #della #NBC #che #concentrata #sui #culti #muore #anni

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *