Questo esperto di fatturazione di cloud computing è molto divertente. Sul serio.

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 13 Secondo

OAKLAND, California – Quando Jeff Barr, un importante dirigente di Di Amazon divisione cloud computing e un prodigioso blogger aziendale, ha festeggiato il suo 60 ° compleanno l’anno scorso, Corey Quinn ha avuto una sorpresa per lui: un video musicale che prendeva in giro l’attività di Amazon.

“Jeff, puoi scrivermi un post sul blog di lancio”, ha cantato un cartone animato Amazon manager sulle note di “Piano Man” di Billy Joel. “Quello che abbiamo costruito è un mistero per me. Ma è vasto e su misura e la sua console è uno scherzo. Ma se viene spedito, potrei diventare VP “

Dopo l’uscita del video, il signor Quinn, che si rivolge ai clienti Amazon per aiutarli a ridurre le loro bollette del cloud computing, si è divertito a modificare il colosso tecnologico.

“I giorni migliori iniziano con me solo sapendo che le mie acrobazie pianificate si tradurranno in almeno otto riunioni interne @awscloud e in un piano di risposta alle crisi”, scrisse su Twitter. “Oggi è proprio un giorno del genere.”

Il mondo del cloud computing non è noto per l’umorismo o per le personalità fuori misura. Il signor Quinn, 38 anni, è un’eccezione: una persona sfacciata e schietta che è in parte analista tecnologico, in parte troll di Internet e in parte cane da guardia. Con uno stile irriverente che mescola acume tecnico e arguzia acuta, pubblica una newsletter settimanale con 21.000 iscritti, registra quattro podcast a settimana e realizza video di YouTube pieni di battute geek per addetti ai lavori del cloud computing. Mantiene anche un feed Twitter estremamente attivo.

Ufficialmente, il signor Quinn si definisce un economista del cloud, una designazione che ha inventato quando ha iniziato a fare consulenza nel 2016. Ha pensato che fosse meno deprimente del contabile cloud.

Raramente cede l’opportunità di esaminare, analizzare, spiegare, deridere e difendere l’unità cloud di Amazon, a volte tutto in una volta. Lavora con grandi clienti Amazon come The Washington Post, Ticketmaster ed Epic Games, che chiedono i suoi consigli sulle negoziazioni dei contratti o sui modi migliori per ridurre i costi del cloud computing.

Con sede a San Francisco, la sua società di consulenza, il Duckbill Group, impiega 11 persone e lavora solo con i clienti di Amazon Web Services, rendendo i suoi commenti ancora più importanti per Amazon. Gli dà anche più margine di manovra per essere il capo dei parassiti dell’azienda.

“È una relazione nemica. Quando parla, le persone lì ascoltano “, ha detto Ana Visneski, un ex dipendente di Amazon che spesso ha avuto a che fare con il signor Quinn quando ha gestito il processo per il rilascio di nuovi prodotti. “Anche se ad alcune persone non importava lo snark.”

Amazon Web Services, meglio noto come AWS, è l’attività più redditizia di Amazon, ma non genera la stessa attenzione dell’attività di vendita al dettaglio dell’azienda, anche se il suo impatto potrebbe essere maggiore. I computer nei data center di Amazon alimentano vaste aree di Internet, tra cui Netflix e Disney +, mentre le aziende grandi e piccole dipendono dall’infrastruttura AWS per rimanere connesse digitalmente.

“Tutti vogliono parlare degli altri aspetti del business che sono più facili da capire”, ha detto Quinn, “ma se diamo uno sguardo ai prossimi 10 anni di Amazon, è abbastanza chiaro che AWS lo farà essere la parte determinante di quella narrazione. “

La crescita del business cloud di Amazon ha creato opportunità per il signor Quinn per creare un seguito devoto. Alla conferenza AWS del 2019 a Las Vegas, alcune dozzine di partecipanti lo hanno contattato selfie.

Amazon ha rifiutato di commentare questo articolo e non ha reso disponibile il signor Barr per un commento. In risposta a una descrizione del signor Quinn come una persona divertente in un settore privo di umorismo, un portavoce di Amazon ha risposto con un collegamento a un video spensierato per il lancio di un prodotto AWS e un’emoji sorridente.

Il signor Quinn ha preso una strada indiretta per diventare un influencer del cloud computing. Nel 2003 ha abbandonato l’Università del Maine, dove ha studiato informatica. È passato da un lavoro senza uscita a un altro prima di lavorare in società di consulenza tecnologica e start-up. Nel 2015 lavorava in una start-up di tecnologia finanziaria quando la società di investimenti BlackRock l’ha acquisita. Ha lasciato quel lavoro un anno dopo per avviare la sua società di consulenza.

“Sono assolutamente terribile come dipendente”, ha detto. “Ho i gomiti affilati. Mi annoio facilmente e vado alla deriva nelle corsie degli altri. “

Dopo anni passati a cercare di dare un senso alla fattura AWS della sua azienda, un confuso miscuglio di costi per servizi, archiviazione e trasferimento dei dati che può estendersi a più di 100 pagine per utenti pesanti, ha deciso che altre aziende avrebbero potuto utilizzare la sua esperienza.

“Posso descrivere quello che faccio in sei parole: correggo l’orribile conto AWS”, ha detto.

Stava anche scommettendo che più aziende avrebbero iniziato a utilizzare AWS e lo avrebbero utilizzato più frequentemente. Lui aveva ragione. Al giorno d’oggi, il disegno di legge sul cloud computing è la terza spesa più grande per molte aziende di software Internet, trascurando solo le buste paga e lo spazio ufficio.

Per promuovere la sua società di consulenza, successivamente ribattezzata Duckbill Group, con un ornitorinco arrabbiato come mascotte, il signor Quinn ha iniziato la sua newsletter, “Last Week in AWS”, nel 2017.

Nel 2018, ha quasi accettato un lavoro nel team di fatturazione di AWS, ma la società gli ha chiesto di firmare un’ampia clausola di non concorrenza che gli impediva di lasciare il lavoro per qualsiasi concorrente di Amazon. Nel un post sul blog accompagnato dalla foto di un uomo con entrambe le dita medie tese, il signor Quinn ha definito tali clausole “abusive” e ha detto che le assicurazioni che la società non le avrebbe applicate erano spesso false.

Il problema si è ripresentato l’anno scorso quando Amazon ha citato in giudizio Brian Hall, un ex vice presidente del marketing di AWS, sostenendo di aver violato la clausola di non concorrenza quando è entrato a far parte di Google in un ruolo simile.

“Qual è la salsa segreta che porterà con sé? Pubblicare un sacco di cose con nomi terribili e poi commercializzarle incredibilmente male agli ingegneri delle infrastrutture? ” Il signor Quinn ha scritto al momento. Amazon ha accettato di risolvere la causa un mese dopo.

Il signor Hall ha detto che il signor Quinn era un “avvocato molto disponibile” la cui opinione era importante per Amazon.

“Qualcuno come Corey ha aiutato a presentare AWS ai clienti, a volte in modi che all’azienda piaceva ea volte in modi che all’azienda non piacevano. Questo lo ha reso qualcuno che doveva essere ascoltato “, ha detto il signor Hall.

Come molti analisti del settore, anche il signor Quinn è pagato dalle società che critica. AWS ha sponsorizzato la sua newsletter e lo ha pagato per un consiglio, ma il signor Quinn ha detto che Amazon non ha mai provato a frenare ciò che ha detto. Google ha detto di aver pagato anche lui per avere informazioni.

Un obiettivo frequente dei jab del signor Quinn sono nomi di prodotti AWS privi di ispirazione. Dopo che Amazon ha rilasciato una raffica di nuovi servizi durante una presentazione programmata meticolosamente in una conferenza degli sviluppatori a dicembre, il signor Quinn ha offerto la sua ripresa non filtrata.

«Guarda questi orribili nomi di servizi. Guarda la loro orrore “, ha detto. Ha chiamato una diapositiva con i peggiori trasgressori: Lookout for Equipment; Trainium; Incolla viste elastiche; SageMaker Data Wrangler; e Amazon Outposts, i più piccoli.

Il signor Quinn si è recentemente espanso con un altro video musicale parodia di AWS. Invece di un messaggio di compleanno per un dirigente, ha arrostito l’implementazione apparentemente infinita di una maggiore capacità di elaborazione da parte di Amazon.

“Non smettere di rilasciare”, canta un ornitorinco con gli occhiali da sole al suono di “Don’t Stop Believin ‘” di Journey. “I data center stanno aumentando, nascosti da qualche parte nella tua città. Non smettere di rilasciare. “

Il signor Quinn ha detto che le aziende con valutazioni di mercato da trilioni di dollari erano un gioco leale per il suo needling, ma che evitava le battute a scapito dei singoli dipendenti o dirigenti. Quando ha realizzato il video della parodia del signor Barr, ha controllato con una persona vicina al dirigente di Amazon per assicurarsi di non oltrepassare i limiti.

Il signor Quinn ha detto di averlo fatto un’eccezione per Larry Ellison, co-fondatore di Oracle, perché “non piace a nessuno”.

Una portavoce di Oracle non ha risposto a un’e-mail in cui cercava di commentare la popolarità di Ellison.



#Questo #esperto #fatturazione #cloud #computing #molto #divertente #Sul #serio

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *