Si prevede che i dati senza lavoro rivelino l’impatto del picco di virus: aggiornamenti aziendali in tempo reale

Visualizzazioni: 20
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 0 Secondo
Credito…Adria Malcolm per il New York Times

La capacità dell’economia di scrollarsi di dosso l’incertezza politica e un aumento dei casi di coronavirus verranno testati giovedì mattina, quando il Dipartimento del lavoro riferirà gli ultimi dati sulle nuove richieste di assicurazione contro la disoccupazione.

Le richieste di risarcimento sono andate alla deriva negli ultimi tempi, nonostante le nuove restrizioni all’attività commerciale in alcuni stati, con l’aggravarsi della pandemia e la minaccia di blocchi più ampi. Ma i nuovi documenti settimanali per i sussidi statali non sono stati inferiori a 700.000 da metà marzo, ben al di sopra dei picchi raggiunti nelle precedenti recessioni e un riflesso delle gravi ricadute economiche della pandemia.

“Penso che le richieste di sussidi di disoccupazione saranno sempre più importanti nelle prossime settimane come indicatore di come l’economia sta rispondendo all’aumento dei casi di virus”, ha affermato Michelle Meyer, responsabile dell’economia statunitense presso Bank of America. “Non sarei sorpreso se avessimo un modesto aumento delle richieste di risarcimento a causa del virus”.

L’economia è rimbalzato nettamente nel terzo trimestre, ma molti esperti ritengono che si stia esaurendo, soprattutto in assenza di nuovi stimoli da Washington. Repubblicani e Democratici non sono stati in grado di concordare un nuovo pacchetto di aiuti, nonostante milioni di lavoratori disoccupati e il quasi collasso dell’attività in settori come i viaggi e la ristorazione.

Lunedì, il presidente eletto Joseph R. Biden Jr. ha invitato le due parti a “unirsi” e mettere in atto un pacchetto di stimoli sulla falsariga di una proposta da 3 trilioni di dollari approvata dalla Camera controllata dai democratici.

La notizia che i vaccini concorrenti di due società hanno mostrato forti prove di efficacia contro il virus ha portato il mercato azionario più in alto e alimentato la speranza che la pandemia potesse essere tenuta sotto controllo l’anno prossimo. Ciò aprirebbe la strada a una rinnovata crescita, dicono molti economisti.

“Stiamo potenzialmente entrando in un periodo di morbidezza, ma il medio termine è più promettente”, ha aggiunto la signora Meyer.

Credito…Reuters

C’è un sottile rivestimento d’argento nella pandemia fuori controllo: sta accelerando i test dei vaccini che alla fine potrebbero farla finire.

Il numero crescente di casi di virus ha già consentito a Pfizer e Moderna di accelerare i test dei loro vaccini, che sembrano essere molto efficaci nel prevenire il Covid-19, ed è probabile che accelererà le valutazioni di promettenti vaccini candidati di altre aziende farmaceutiche, The Il New York Times Rapporti di Rebecca Robbins.

Ecco come funzionano le prove:

  • Le sperimentazioni sui vaccini in fase avanzata sono progettate in modo che più velocemente i partecipanti si ammalano, più velocemente gli sviluppatori di farmaci acquisiscono dati sufficienti per sapere se i loro vaccini sono efficaci.

  • Il processo termina dopo che un certo numero di casi – circa 150-170 – si è accumulato. Quel numero viene scelto per assicurarsi che i risultati abbiano una potenza statistica sufficiente per dire quanto bene funzioni il vaccino.

  • Ad esempio, Moderna, quale annunciato lunedì che una prima analisi ha rilevato che il suo vaccino era efficace al 94,5%, aveva programmato che un gruppo esterno desse una prima occhiata ai suoi dati dopo che solo 53 casi di Covid-19 si erano presentati nel suo processo. Ma l’ondata di infezioni a livello nazionale ha aiutato Moderna a superare quel numero: i risultati si basavano su 95 partecipanti malati.

  • Sperando di accelerare i loro test, i produttori di farmaci hanno avviato sperimentazioni in punti caldi di virus in tutto il mondo, non solo negli Stati Uniti. Ad esempio, i produttori di vaccini cinesi stanno conducendo prove in fase avanzata dei loro candidati in paesi come Emirati Arabi Uniti, Marocco, Argentina e Perù.

Credito…Diego Azubel / European Pressphoto Agency

Mela mercoledì ha deciso di pagare 113 milioni di dollari per risolvere un’indagine da parte di più di 30 stati sulla sua pratica passata di rallentando segretamente i vecchi iPhone per preservare la durata della batteria.

La pratica di Apple di limitare i telefoni è stata un occhio nero per l’azienda quando è stata rivelata nel 2017, sembrando confermare i sospetti di alcuni clienti che i loro dispositivi fossero diventati più lenti quando Apple ha rilasciato nuovi telefoni. Apple ha detto all’epoca che il suo software aveva rallentato i telefoni con batterie più vecchie per evitare che si spegnessero inaspettatamente. Apple ha offerto ad alcuni clienti la sostituzione gratuita della batteria in risposta alla controversia.

Come parte del suo accordo con gli stati, Apple deve essere più trasparente su come gestisce la durata della batteria sui suoi dispositivi. Apple aveva precedentemente accettato di pagare fino a $ 500 milioni ai clienti interessati per stabilirsi una class action separata.

Una portavoce di Apple ha rifiutato di commentare, ma ha indicato il linguaggio nell’accordo secondo cui l’accordo non significava che Apple avesse ammesso alcun illecito.

Credito…Andy Rain / EPA, tramite Shutterstock

La Federal Aviation Administration ha revocato il divieto sul 737 Max di Boeing mercoledì, consentendo all’aereo di tornare nei cieli dopo essere rimasto a terra per più di 20 mesi a seguito di incidenti in Indonesia ed Etiopia che hanno ucciso 346 persone.

Fino a quando non fu messo a terra, il Max a corridoio singolo, con un massimo di 230 posti a sedere, era un cavallo di battaglia su percorsi che coprivano distanze brevi e intermedie. Ma la revoca del divieto solleva diversi interrogativi su ciò che verrà dopo, il New York Times Niraj chokshi spiega. Ecco cosa sappiamo:

  • È improbabile che la maggior parte dei viaggiatori incontri presto il Max. La FAA deve ancora approvare le procedure di addestramento dei piloti per le compagnie aeree statunitensi che volano sul Max. Gli aerei devono essere aggiornati con nuovo software e cablaggio. E le compagnie aeree martellate da un forte calo dei viaggi hanno pochi incentivi ad agire con urgenza.

  • American Airlines dovrebbe essere il primo vettore a pilotare il Max, con l’intenzione di utilizzare l’aereo dal 29 dicembre al 4 gennaio per i voli che collegano l’aeroporto internazionale di Miami e l’aeroporto La Guardia di New York. La compagnia aerea mira ad aumentare il servizio nel mese di gennaio, utilizzando il Max per ben 36 voli da Miami in un solo giorno, secondo una lettera dei dirigenti americani ai dipendenti.

  • L’Air Line Pilots Association ha espresso fiducia nei cambiamenti ordinati dalla FAA Il sindacato, che rappresenta quasi 60.000 piloti in Nord America, compresi quelli di Delta e United, ha affermato di “ritenere che le correzioni ingegneristiche ai sistemi aerei critici per il volo siano solide e saranno una componente efficace che porta al sicuro ritorno in servizio dei 737 Max. “

  • Molti esperti sostengono che non ci vorrà molto per ripristinare la fiducia dei passeggeri nel jet. Le compagnie aeree sono ansiose di dimostrare la sicurezza dell’aereo, assicurando ai clienti che stanno verificando la sua disponibilità. United ha detto che condurrà “addestramento pilota aggiuntivo, più voli di prova e un’analisi tecnica meticolosa per garantire che gli aerei siano pronti a volare”.

  • La pandemia ha alleviato parte della pressione per far volare l’aereo velocemente. Poiché così poche persone viaggiano, le compagnie aeree possono permettersi di reintrodurre il jet gradualmente senza lasciarsi sfuggire molti affari, dando loro il tempo di mostrare ai viaggiatori esitanti che l’aereo può volare senza incidenti. E gli analisti ritengono che pochi mesi senza grossi problemi serviranno a superare ogni dubbio.

  • Altre autorità aeronautiche dovranno emettere sentenze simili prima che il Max possa operare al di fuori degli Stati Uniti. Ad esempio, il ministro dei trasporti canadese, Marc Garneau, ha detto che la sua agenzia era ferma condurre la propria revisione e che “ci saranno differenze tra ciò che la FAA ha approvato oggi e ciò che il Canada richiederà ai suoi operatori”.

#prevede #che #dati #senza #lavoro #rivelino #limpatto #del #picco #virus #aggiornamenti #aziendali #tempo #reale

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *