Trump blocca gli investimenti in aziende cinesi con legami militari

Visualizzazioni: 17
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 17 Secondo

Roger W. Robinson Jr., presidente del gruppo consultivo RWR ed ex presidente della Commissione di revisione economica e di sicurezza tra Stati Uniti e Cina, istituita dal Congresso, ha affermato che la mossa è stata una “prima storica” ​​per le sanzioni sui mercati dei capitali.

“Questo immenso nuovo dominio di influenza degli Stati Uniti sulla Cina è ora qui per restare”, ha detto.

Martin Chorzempa, ricercatore presso il Peterson Institute for International Economics, ha affermato che l’ordine è stato uno dei primi passi verso il disaccoppiamento finanziario “per avere effettivamente i denti”. Tuttavia, ha detto, avrebbe “essenzialmente un effetto zero sulla capacità della Cina di finanziare la sua modernizzazione militare e dell’intelligence”, dal momento che la Cina non fa affidamento sui mercati dei capitali statunitensi per questi scopi.

L’ordine si basa sull’autorità legale dell’International Emergency Economic Powers Act, che conferisce al presidente un’ampia autorità per regolamentare il commercio per rispondere a minacce insolite e straordinarie agli Stati Uniti. Diverse altre misure per le quali il presidente si è affidato a questa autorità, compresi i suoi tentativi di vietare i servizi di social media cinesi TikTok e WeChat, hanno affrontato sfide legali e sono state interrotte, almeno temporaneamente, dai tribunali americani.

In una dichiarazione, Robert C.O’Brien, il consigliere per la sicurezza nazionale, ha affermato che l’azione “serve a proteggere gli investitori americani dal fornire involontariamente capitali che vanno a migliorare le capacità dell’Esercito popolare di liberazione e dei servizi di intelligence della Repubblica popolare cinese, che abitualmente prendere di mira i cittadini e le imprese americane attraverso operazioni informatiche “.

Anche il senatore Marco Rubio, un repubblicano della Florida che ha introdotto una legislazione per impedire alle società cinesi con legami militari dagli scambi statunitensi, ha accolto favorevolmente la mossa.

“Lo sfruttamento dei mercati dei capitali statunitensi da parte del Partito Comunista Cinese è un rischio evidente e continuo per la sicurezza economica e nazionale degli Stati Uniti”, ha affermato. “L’azione di oggi stabilisce anche un chiaro indicatore per la politica statunitense in avanti: non possiamo mai mettere gli interessi del Partito Comunista Cinese e di Wall Street al di sopra dei lavoratori americani e degli investitori mamme e pop”.

Gli esperti del commercio hanno ipotizzato se Trump potrebbe introdurre misure più dure nei confronti della Cina nei suoi ultimi mesi in carica, comprese ulteriori sanzioni per le violazioni dei diritti umani della Cina a Hong Kong e nella regione dello Xinjiang. L’amministrazione ha cercato di impostare il paese su una rotta per separare la sua economia da quella cinese, e molti dei consiglieri del presidente sono ancora amareggiati dalla Cina per il suo ruolo di fonte del coronavirus, che vedono come uno dei principali contributori di Trump perdita elettorale.

#Trump #blocca #gli #investimenti #aziende #cinesi #con #legami #militari

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *