Un famoso Babbo Natale e Rudolph stanno andando all’asta

Visualizzazioni: 18
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 58 Secondo

Conosci Dasher e Dancer
E Prancer e Vixen
Cometa e Cupido
E Donner e Blitzen,
Ma ti ricordi
la renna più famosa di tutte?

Certo che lo fai. Burl Ives ha cantato questa domanda decenni fa in “Rudolph la renna dal naso rosso, “Lo speciale televisivo del 1964. Ora quello stesso Rudolph – e Babbo Natale – sono in palio.

Due dei figure simili a burattini dal musical per bambini funzione vacanza, creato dal team di Arthur Rankin Jr. e Jules Bass, sarà all’asta venerdì al Profiles in History di Calabasas, in California.

Costruiti con legno, lana infeltrita, cuoio e armatura di piombo, Babbo Natale e Rudolph costavano circa $ 5.000 ciascuno nel 1964. Ora, venduti in lotti, dovrebbero realizzare tra $ 150.000 e $ 250.000.

“Sono molto sentimentale con loro”, ha detto il loro proprietario, Peter Lutrario, 64 anni, di Staten Island. “Stavo guardando la prima volta di ‘Rudolph’ il 6 dicembre 1964. Ho comprato un videoregistratore nel 1977 per 1500 dollari per registrare quello spettacolo. Pensavo di morire con loro. Ma sto mettendo le esigenze della mia famiglia davanti alle bambole. “

La canzone ha preceduto la produzione ed è stata scritta da Johnny Marks sulla base di una storia di suo cognato Robert May. Il Rankin-Bass stop-motion l’animazione “Rudolph the Red-Nosed Reindeer” fa parte del canone televisivo delle festività, tra cui, in particolare, “A Charlie Brown Christmas”, “How the Grinch Stole Christmas” e “Mr. Magoo’s Christmas Carol. “

Ma forse più elementi di “Rudolph” sono entrati nel regno pubblico che da qualsiasi fonte comparabile. Includono Hermey, l’aspirante elfo dentista doppiato da Paul Soles; lo spavaldo cercatore d’acqua Yukon Cornelius (che lecca sempre il suo piccone per vedere se viene colpito argento e oro), doppiato da Larry Mann; la canzone “Holly Jolly Christmas”; e, sì, l’isola dei giocattoli disadattati, completa di una bambola di pezza il cui problema principale sembra essere che è normale.

“È il gioiello del canone Rankin-Bass perché ha aperto le porte a tutto ciò che è venuto dopo”, ha detto Rick Goldschmidt, lo storico di Rankin-Bass, riferendosi a produzioni della compagnia successive come “Santa Claus Is Comin ‘to Town”, ” “L’anno senza Babbo Natale” e altro ancora.

Si pensa che altre figure e scene di “Rudolph” siano sopravvissute. E gli esempi presenti non erano gli unici Babbo Natale (che è alto 11 pollici) e Rudolph (sei pollici) che sono stati visti in onda. Scene diverse, con diverse esigenze di attrezzaggio e dimensioni di scala, richiedevano variazioni nelle figure: c’erano un giovane Rudolph e un esile Babbo Natale, per esempio.

La storia da collezione di questi particolari pezzi è iniziata nei primi anni ’70, quando la Rankin-Bass Productions stava svuotando i suoi uffici. Tra le figure conosciute dai collezionisti ci sono Babbo Natale e Rudolph che Rankin ha regalato alla sua segretaria, Barbara Adams. La sua famiglia li ha tirati fuori come cimeli natalizi e giocattoli periodici. I risultati erano prevedibili: come il New York Times segnalato nel 2006, la famiglia Adams “ha dato da mangiare ai pastelli Rudolph e al Play-Doh rosso”.

“Nel corso del tempo”, osservava l’articolo, “il suo naso rosso brillante è andato perso e la sua pelliccia di feltro si è deteriorata. Le sopracciglia bianche e soffici di Babbo Natale e metà dei suoi baffi sono scomparsi. “

I personaggi alla fine furono dati a un nipote; sono finiti in una soffitta. Nel 2005 il nipote (che preferisce l’anonimato) li ha portati a “Roadshow di antiquariato“A Providence, RI Il perito, Simeon Lipman, ha fornito una stima pre-asta di $ 8.000- $ 10.000. Il nipote li ha poi offerti su eBay, dove hanno attirato l’attenzione di Kevin Kriess di Time and Space Toys of Zelienople, Pa.

“Sono nato lo stesso anno in cui sono state realizzate le marionette”, ha detto Kriess. “Quindi la mia infanzia è stata questa strana fantasia sul bisogno di avere queste piccole figure e chiedendomi come sono state costruite e come si muovevano.” Lui e il nipote di Adams hanno raggiunto un accordo per un prezzo senza nome e il signor Kriess li ha fatti restaurare dalla Screen Novelties di Los Angeles. “Hanno la stessa lampadina che è stata usata per il naso di Rudolph e gli stessi capelli di yak per la barba di Babbo Natale”, ha detto Goldschmidt.

“Una volta che la notizia è stata annunciata che li avevo comprati”, ha detto il signor Kriess, “Peter mi stava facendo offerte”. Li ha venduti singolarmente al signor Lutrario nel 2008 – prima Babbo Natale, poi Rudolph, per “molto significativamente più di $ 30.000”.

Il signor Kriess non vede l’ora di vedere dove andranno a finire i pezzi. “Mi sento come se avessi deluso il mondo”, ha detto. “Avrei preferito venderli a un museo. Voglio solo riportarli al pubblico “.

#famoso #Babbo #Natale #Rudolph #stanno #andando #allasta

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *