Uno e fatto: perché le persone sono desiderose del vaccino di Johnson & Johnson

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 25 Secondo

In North Dakota questa settimana, i funzionari sanitari stanno inviando i loro primi vaccini Johnson & Johnson Covid-19 a farmacie e cliniche di pronto soccorso, dove le persone che non hanno necessariamente un medico regolare possono ottenere il singolo colpo. Nel Missouri, le dosi vanno ai centri sanitari della comunità e agli ospedali rurali. E nella Carolina del Nord, gli operatori sanitari lo usano per inoculare i lavoratori del confezionamento della carne, delle fattorie e dei generi alimentari.

Dal momento che Johnson & Johnson dati rivelati dimostrando che il suo vaccino, sebbene altamente protettivo, aveva un tasso di efficacia leggermente inferiore rispetto ai primi colpi prodotti da Moderna e Pfizer-BioNTech, i funzionari sanitari hanno temuto che il nuovo colpo potesse essere visto da alcuni americani come la scelta inferiore.

Ma i primi giorni del suo lancio suggeriscono qualcosa di diverso: alcune persone sono ansiose di ottenerlo perché vogliono la comodità di un singolo scatto. E i funzionari della sanità pubblica sono entusiasti di quanto più velocemente potrebbero distribuire un singolo colpo, in particolare nelle comunità vulnerabili che altrimenti potrebbero non avere accesso a un vaccino.

“Questo è un potenziale passo avanti”, ha detto il dottor Joseph Kanter, il massimo funzionario sanitario in Louisiana. Con le prime dosi assegnate, lo stato sta organizzando una dozzina di grandi eventi di vaccinazione Johnson & Johnson presso centri civici e altri luoghi pubblici, sul modello di ciò che ha funzionato per i vaccini antinfluenzali.

Con l’aumento della produzione di Johnson & Johnson nei prossimi mesi, il dottor Kanter ha affermato che l’iniezione consentirà al suo stato di ridurre i costi per il personale e le operazioni relative alle seconde dosi: “Il vaccino J & J porta molto sul tavolo”.

Giudicato da quanto bene previene malattie gravi, ospedalizzazione e morte, lo scatto di Johnson & Johnson è paragonabile a quelli realizzati da Moderna e Pfizer-BioNTech. E sebbene abbia un tasso di efficacia generale inferiore negli Stati Uniti – 72%, rispetto a circa il 95% per gli altri – gli esperti dicono che confrontare questi numeri non è utile perché le prove delle aziende sono state condotte in luoghi diversi in momenti diversi.

Il vaccino Johnson & Johnson può anche essere conservato a temperature di refrigerazione normali per tre mesi, ideale per la distribuzione in siti non medici come stadi e centri congressi.

“Ci sono circostanze in cui sarà davvero una buona opzione o forse l’opzione migliore”, ha detto il dottor Matthew Daley, ricercatore senior presso l’Istituto per la ricerca sanitaria del Kaiser Permanente Colorado e membro dei Centers for Disease Control and Prevention’s comitato consultivo indipendente sui vaccini.

Solo quattro milioni di dosi sono state spedite questa settimana e il ritardi nella produzione dell’azienda significa che ci vorrà almeno un mese prima che gli stati inizino a ricevere forniture significative. A causa di questo divario, i funzionari statali stanno trattando la prima ondata di dosi come un momento per testare diversi modi per distribuirli.

Patrick Allen, il direttore della Oregon Health Authority, ha detto che le prime dosi nello stato sono andate a una varietà di contesti, “per vedere se impariamo qualcosa dal suo uso”. Questi includevano siti di vaccinazione di massa intorno a Portland, case di accoglienza per adulti e farmacie non incluse nel programma farmaceutico del governo federale. I funzionari sanitari valuteranno il successo di ciascuno di questi siti per elaborare un piano per le spedizioni più grandi.

Molti funzionari sanitari statali hanno affermato di essere concentrati sull’ottenere il vaccino per le persone che potrebbero essere più difficili da raggiungere per una seconda dose, come coloro che sono senzatetto o sull’orlo del rilascio dalla prigione. Nella Carolina del Nord, questa categoria include le comunità agricole mobili nello stato con stagioni lavorative di tre o quattro settimane. Mandy Cohen, il segretario alla salute dello stato, ha detto che i grandi impianti di confezionamento della carne nello stato come Smithfield e Tyson Foods erano interessati al vaccino Johnson & Johnson e si erano consultati con il suo dipartimento.

E poiché il vaccino tende ad avere meno effetti collaterali rispetto alle altre opzioni, è attraente per le persone che non vogliono rischiare di perdere una giornata di lavoro per riprendersi da brividi o febbre, ha detto: “Ci sono molte persone che lo sono tipo “Sono molto più interessato ora che mi dici che devo fare una ripresa solo una volta invece di due”.

“Non penso che sia un vaccino inferiore, ed è per questo che lo sto prendendo per me”, ha detto la signora Cohen, che avrebbe dovuto ricevere l’iniezione di Johnson & Johnson venerdì.

Nelle piccole farmacie indipendenti, il vaccino ha causato un’ondata di eccitazione. Steve Hoffart, il proprietario della Magnolia Pharmacy a Magnolia, Texas, una piccola città fuori Houston, ha ricevuto chiamate ed e-mail dai residenti che anticipavano il suo arrivo questa settimana. Ha detto che spera di tenere un evento Johnson & Johnson per gli insegnanti il ​​13 marzo. Le scuole della zona hanno faticato a trovare insegnanti sostituti durante la pandemia e un vaccino che non richiede una seconda visita e più tempo libero è stato uno sviluppo significativo, Egli ha detto.

Tim e Joyce Staab, che vivono a Chillicothe, Ohio, una città di circa 20.000 un’ora di macchina da Columbus, sono stati due dei primi americani a ricevere il vaccino Johnson & Johnson. Entrambi avevano appuntamenti generali per il vaccino programmati per la fine della settimana. Ma poi mercoledì hanno appreso che una farmacia indipendente vicino a loro aveva ricevuto 100 dosi di iniezione di Johnson & Johnson. La signora Staab, 68 anni, è titubante riguardo agli aghi e ha apprezzato l’approccio unico.

Il signor Staab, 67 anni, ha detto che pensava che il vaccino fosse una scelta migliore per gli operatori sanitari come la farmacia in cui lo ha ricevuto. “Non hanno le risorse, non credo, per avere a che fare con vaccini davvero difficili da conservare”, ha detto.

Gli stati sono stati in grado di personalizzare e armeggiare con i piani di distribuzione in parte perché il governo federale non ha emesso linee guida prescrittive per dove e a chi dovrebbe andare il vaccino.

Quest’inverno, con l’avvicinarsi dell’autorizzazione del vaccino Johnson & Johnson da parte della Food and Drug Administration, i funzionari federali coinvolti nella distribuzione del vaccino hanno spinto affinché il colpo fosse utilizzato in modo più centralizzato, sia nei grandi stadi che nei siti di vaccinazione di massa gestiti dall’emergenza federale. Agenzia di gestione o solo nelle farmacie, secondo i funzionari che hanno familiarità con queste discussioni. Ma la Casa Bianca ha preferito consentire agli stati di adattare i propri piani, come avevano fatto per i vaccini Moderna e Pfizer-BioNTech.

Sebbene gli esperti di salute siano entusiasti dei potenziali benefici per la salute pubblica del nuovo vaccino, alcuni temono anche che l’interesse del pubblico diminuirà una volta che i vaccini diventeranno meno scarsi. Se viene data la possibilità di scegliere tra i marchi, alcune persone potrebbero rifiutare Johnson & Johnson, considerandola una scelta inferiore.

Nelle chiese nere nella regione dell’Atlantico medio questo inverno, Darrell J. Gaskin, professore di politica sanitaria alla Johns Hopkins University e pastore, e Rupali Limaye, uno scienziato dell’università che studia l’esitazione nei confronti dei vaccini, hanno consigliato e rassicurato centinaia di pastori e membri della congregazione delle chiese africane metodiste episcopali di Zion in presentazioni virtuali, sottolineando la sicurezza del vaccino Johnson & Johnson e la prevenzione del Covid-19 grave e della morte, anche tra i volontari neri nel processo dell’azienda.

Il dottor Gaskin ha affermato che è fondamentale per i funzionari enfatizzare i benefici del vaccino all’inizio della sua distribuzione, quindi le persone “non si sentono come se ci fosse un vaccino di lusso e poi il vaccino non di lusso”.

“Stiamo affrontando disparità legate a Covid”, ha detto il dottor Limaye. “Come riduciamo le disparità? Otteniamo un prodotto che è una dose e che è stabile. “

Uno dei membri della chiesa del dottor Gaskin, Patricia Cooper, un’insegnante a Washington, DC, ha affermato che gli sforzi del presidente Donald J. Trump per rivendicare il credito per un vaccino l’anno scorso e l’etichetta “autorizzazione all’uso di emergenza” le hanno suggerito che il governo federale potrebbe hanno affrettato le sue revisioni dei vaccini, lasciandola nervosa per la loro sicurezza. Ma ha detto che era ansiosa di ottenere un vaccino, specialmente di Johnson & Johnson.

“Questo è più attraente per me”, ha detto. “A chi piace rimanere bloccato più di una volta?”

Ma il signor Allen, il funzionario sanitario dell’Oregon, ha avvertito che usarlo in modi più specializzati potrebbe contribuire allo scetticismo sulla sua qualità.

“Se inizi a diventare un po ‘troppo carino nel mirare al suo utilizzo, forse alimenti la sfiducia potenzialmente di,’ Bene, perché sto prendendo quel vaccino? E io sono in questa popolazione speciale e le persone che non sono in questa popolazione speciale non stanno ricevendo questo vaccino “, ha detto.

I funzionari sanitari federali hanno promesso un modo per reprimere il vaccino Johnson & Johnson potenzialmente utilizzato in modi ingiusti. La dott.ssa Marcella Nunez-Smith, presidente della nuova task force sull’equità sanitaria dell’amministrazione Biden, ha affermato in una conferenza stampa della Casa Bianca questa settimana che la distribuzione del vaccino “dovrebbe essere uniforme tra le comunità”.

“Monitoreremo i dati biometrici, come il codice postale e la vulnerabilità sociale, per vedere dove stanno andando i vaccini”, ha detto. “E se alcuni vaccini andassero in modo coerente a determinate comunità, saremo in grado di intervenire”.

Alcuni funzionari statali ritengono che l’abbinamento del nuovo e del vecchio vaccino possa aiutare a dimostrare che sono ugualmente importanti.

Il signor Allen ha detto che l’Oregon stava creando piani di distribuzione simili per Johnson & Johnson e Moderna perché entrambi i vaccini possono essere conservati nei frigoriferi per un breve periodo. Lo stato sta trattando il vaccino Pfizer-BioNTech come quello con “considerazioni speciali”, con i suoi requisiti di spedizione più severi e grandi pacchetti di fiale più adatti ai siti di vaccinazione di massa, ha detto.

Gestire i vaccini di Johnson & Johnson e Moderna in modi simili, ha detto, aiuterebbe a evitare “domande di equità e potenziali preoccupazioni, basate sulle differenze percepite tra i vaccini, alcune delle quali sono reali e altre no”.

#Uno #fatto #perché #persone #sono #desiderose #del #vaccino #Johnson #Johnson

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *