Darwin: una vita | Il New Yorker

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 54 Secondo

Charles Darwin nacque nello Shropshire, in Inghilterra, nel 1809, in una famiglia numerosa. Suo padre era un noto medico e la famiglia viveva in una bella casa. Darwin preferiva vivere su un grande albero nel cortile sul retro. Quella di Darwin era una famiglia di liberi pensatori. Le altre famiglie hanno accusato i loro figli per i loro pensieri.

Fotografia da Universal History Archive / Getty

Il padre di Darwin era un uomo corpulento, eppure è sopravvissuto ai suoi fratelli per più di un decennio. Ciò portò il giovane Charles a formulare la sua teoria originale, “sopravvivenza del più grasso”, che abbandonò rapidamente, dopo aver ricevuto un pestaggio da suo padre, che scoprì gli scritti di Charles sotto il cuscino del ragazzo.

Charles Darwin era estremamente metodico. Anche alle elementari mangiava in ordine la zuppa dell’alfabeto. Un giorno, ha scoperto che mancava la “N” e non è stato in grado di finire il pranzo.

Alla scuola domenicale, una volta ha presentato un saggio che conteneva barlumi delle sue future teorie sull’evoluzione. L’insegnante gli diede un voto negativo perché non poteva accettare l’affermazione di Darwin secondo cui il Papa si era evoluto da un topo, anche se il pontefice gli somigliava molto.

Essendo un giovane molto timido, Darwin non usciva molto, ma una volta una ragazza lo invitò a cena e lui accettò. Dopo il pasto, lo invitò a casa sua, dove si tolse tutti i vestiti. Darwin estrasse immediatamente la penna e il blocco e le disegnò eccitato la mascella, dopodiché le contò i denti e le costole.

Darwin rifiutò il desiderio del padre di diventare un medico o un predicatore, essendo più propenso a studiare la storia naturale. Terminati gli studi, nel 1831, fu posto sotto il comando del Capitano Robert FitzRoy viaggiare, come naturalista, alle Isole Galápagos a bordo di una nave chiamata Beagle. La nave era originariamente chiamata Bagel, poiché era stata noleggiata da un fornaio rumeno, ma Darwin chiese che fosse ribattezzata, perché non voleva salpare su una nave le cui insegne avevano un buco.

A questo punto, Darwin era fidanzato con sua cugina, Emma Wedgwood, ma non le disse che stava andando in viaggio per le Isole Galapagos perché era molto possessiva e gli avrebbe detto di non andare. Invece, ha fatto di nascosto i suoi bagagli e le ha detto che sarebbe uscito a comprare del latte. Quando tornò, circa cinque anni e mezzo dopo, Emma lo guardò con rabbia e disse: “Charles, dov’è il latte?”

Darwin per lo più andava d’accordo con il capitano FitzRoy, ma non gli piaceva quando il capitano lo chiamava Chuck. “Non chiamarmi Chuck”, disse al capitano. “Il mandrino è un taglio di carne, preso dalla spalla di una mucca, composto da muscoli duri e tendini spessi, dove le ossa della spalla formano un sette se viste in sezione trasversale. È chiaro, Capitano Lamb Chop? “

Un giorno, un membro dell’equipaggio ha trovato un fossile sepolto sull’isola con due serie di caratteristiche sessuali, sia maschili che femminili. Il membro dell’equipaggio ha chiesto: “Come dovremmo chiamarlo?” E Darwin, non avendo avuto contatti con una donna per cinque anni, ha risposto: “Fortunato”.

Fu durante questo periodo che Darwin postulò la teoria secondo cui l’adattamento era il modo in cui una specie sopravviveva. Un esempio: i primi esseri umani svilupparono un labbro inferiore bulboso per consentire loro di fischiare per attirare le donne e per mangiare gli spaghetti.

Durante un viaggio in un’altra isola, Darwin incontrò una tribù i cui membri indossavano cappelli ventiquattro ore al giorno. Ha scoperto che questo non era per alcuno scopo cerimoniale, ma perché la tribù non aveva alcun appellativo per la parola “rimuovere”.

Fu durante questo periodo che Darwin formulò la teoria della selezione naturale: c’erano coleotteri verdi e coleotteri marroni. I marroni sono stati scelti dagli uccelli per essere mangiati, lasciando proliferare i coleotteri verdi. I coleotteri marroni continuarono ad evolversi e alla fine apparvero, nel 1964, con un’ortografia diversa, in “The Ed Sullivan Show”.

Quando fu di ritorno a casa, in Inghilterra, Darwin venne a sapere che Alfred Russell Wallace aveva formulato teorie abbastanza simili alle sue e che Wallace stava per pubblicarle. Si sono incontrati e hanno deciso di co-pubblicare, ma, dei due, solo Darwin divenne famoso, principalmente perché, con la sua lunga barba, Darwin somigliava a Babbo Natale.

I Darwin non avevano una vita sociale di successo. Dopo la pubblicazione del libro di Charles “La formazione di muffe vegetali attraverso l’azione dei vermi”, lui e sua moglie Emma non furono più invitati alle feste.

Darwin morì il 19 aprile 1882, come un recluso virtuale. Al suo capezzale c’erano solo sua moglie, alcuni amici intimi e un armadillo che affittava una stanza nel seminterrato.

#Darwin #una #vita #Yorker

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *