I lavoratori dell’Alabama che cercano di sindacalizzare un centro logistico di Amazon

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 27 Secondo

Un pomeriggio di fine febbraio, Randy Hadley, un alabamiano di sessantacinque anni, si trovava all’angolo di una strada fuori da una struttura amazzonica a Bessemer, venti minuti a sud di Birmingham. Era giunto il momento per un cambio di turno, ma l’atteso esodo dall’enorme centro logistico, che impiega quasi seimila lavoratori, non stava avvenendo. “Amazon gioca con noi”, ha detto Hadley, scrollando le spalle. “A volte li lasciano uscire presto durante il giorno. A volte li lasciano andare alla deriva dentro e fuori. Di solito, è un bel rivolo che esce in questo momento. ” (Un portavoce di Amazon, quando gli è stato chiesto di questo, ha risposto: “A causa COVID, gli orari di inizio turno e gli orari di pausa vengono scaglionati per promuovere l’allontanamento sociale. “)

Hadley, il presidente del consiglio centro-meridionale della Retail, Wholesale and Department Store Union, ha modi semplici e pizzetto bianco. Ha passato la maggior parte degli ultimi quarant’anni a organizzare fabbriche di pollame e case di cura, e non gli dispiaceva aspettare: un’opportunità per sindacalizzare Amazon non si presenta spesso. Sebbene i dipendenti di Amazon abbiano sindacalizzato in altri paesi, nessuna struttura Amazon negli Stati Uniti ha un sindacato. L’Alabama è un cosiddetto diritto al lavoro stato, e Amazon, che ha aperto il centro logistico un anno fa, è stato uno dei più grandi datori di lavoro a venire a Bessemer da quando una fabbrica di vagoni Pullman-Standard è stata chiusa, nel 1981.

Lo scorso giugno, tuttavia, Hadley ha ricevuto un’e-mail da un uomo di nome Darryl Richardson, che aveva compilato un modulo sul sito Web RWDSU. “Avevo cercato su Google quale sindacato potesse rappresentare Amazon”, mi ha detto Richardson. “RWDSU, sono venuti fuori.” Il modulo richiedeva il suo nome, indirizzo e numero di telefono e aveva una casella per scrivere nelle domande. Richardson ha scritto: “Come devo organizzare?”

Hadley ha chiamato Richardson e ha suggerito un incontro. “Ci siamo incontrati uno contro uno a Tuscaloosa, al Dreamland BBQ”, mi ha detto Richardson. “Abbiamo ordinato la cena – costolette – e abbiamo iniziato a parlare di quello che avrebbero fatto e di come lo avrebbero fatto. Strategia. ” Subito dopo, Richardson ha riunito alcuni altri dipendenti che la pensavano come lui riguardo alle condizioni della struttura. “Abbiamo iniziato a incontrarci con alcune persone qui a Bessemer, negli hotel”, mi ha detto Hadley. Poi lui e il sindacato si sono diretti al centro logistico.

“Quando siamo arrivati ​​qui, ci siamo resi conto, aspetta un attimo, ci sono più di cinquemila dipendenti qui!” Hadley ha detto. “È più di quanto pensassimo. In realtà mi sono voltato – eravamo lì davanti a quel cancello – e ho guardato uno dei ragazzi che stava distribuendo volantini, e ho detto: “Avremo bisogno di una barca più grande”. “

Secondo il sindacato, più di cento volontari e dipendenti della RWDSU effettuano circa duecento chiamate al giorno, raggiungendo più di cinquemila dipendenti.

Era lo scorso autunno. Il sindacato ha iniziato a raccogliere le carte di autorizzazione – ne hanno accumulate più di tremila – e il National Labor Relations Board ha deciso che il sindacato aveva abbastanza sostegno per tenere un voto. Amazon ha insistito sul fatto che le elezioni dovrebbero essere tenute di persona, ma il consiglio, che da allora ha consentito il voto per corrispondenza la pandemia ha iniziato, si è pronunciato contro la società. Un periodo di votazione di sette settimane è iniziato il mese scorso e terminerà il 29 marzo. Lo sforzo ha raccolto titoli internazionali e una manciata di dipendenti che sono stati tra i più coinvolti, come Richardson, hanno parlato con giornalisti di tutto il paese. Uno dei dipendenti con cui ho parlato, Jennifer Bates, dovrebbe parlare a un udienza congressuale di mercoledì. Alla fine del mese scorso, Joe Biden inaspettatamente ha offerto una dichiarazione di chiaro, anche se aspecifico, sostegno alla spinta sindacale. “I sindacati sollevano i lavoratori, sia sindacali che non, e in particolare i lavoratori neri e bruni”, ha detto Biden. Anche se non ha menzionato Amazon per nome, ha fatto riferimento a “lavoratori in Alabama e in tutta l’America”.

Se lo sforzo a Bessemer avrà successo, potrebbe galvanizzare campagne simili in altre strutture. “Abbiamo già contatti con altre Amazzoni con cui abbiamo iniziato a incontrarci”, mi disse Hadley, aprendo a ventaglio i suoi volantini sindacali davanti a lui, mentre alcuni veicoli si avvicinavano al semaforo dove si trovava. Un funzionario della contea ha detto Unione più perfetta che Amazon aveva chiesto di modificare lo schema della luce, in modo che i dipendenti potessero andare e tornare dalla struttura più rapidamente. Ciò lascia agli organizzatori meno tempo durante le soste per parlare con i lavoratori in partenza. “Li abbiamo cronometrati”, ha detto Hadley. (Un portavoce di Amazon ha negato qualsiasi tentativo di limitare le conversazioni tra i dipendenti dell’azienda e il sindacato, aggiungendo che Amazon lavora con i funzionari locali per assicurare che il traffico fluisca da e verso le sue strutture nel modo più fluido possibile.)

Una donna al volante di una vecchia Honda mantenne il contatto visivo con Hadley abbastanza a lungo, poi abbassò il finestrino. “Ho già votato”, ha detto, sorridendo e prendendo comunque un volantino. Ringraziò Hadley, lui la benedisse e lei se ne andò. Questo rituale fu ripetuto altre dozzine di volte nella mezz’ora successiva. Alcune macchine fecero cenno ad Hadley di allontanarsi, altre lo ignorarono. Alcuni avevano battenti sulle porte appesi agli specchietti retrovisori con la scritta “Vota No.”

“Molte persone hanno già votato”, ha detto Hadley, tornando al suo ciuffo d’erba. “Sono stanchi. Penso che sarà vicino. “

Amazon ha esortato i suoi dipendenti a votare contro il sindacato in vari modi, sottolineando la forza del suo pacchetto di benefici e la sua paga oraria entry-level, più del doppio del salario minimo in Alabama, che è il tasso federale di $ 7,25 l’ora. L’azienda ha anche creato un sito Web che esorta i lavoratori a “farlo senza quote”, un messaggio probabilmente fuorviante, perché in Alabama non è possibile obbligare i membri dei sindacati a pagare le quote associative. Amazon ha tenuto riunioni obbligatorie per i dipendenti della struttura di Bessemer su come funzionano i sindacati e la RWDSU ha accusato l’azienda di diffondere disinformazione in queste sessioni. (Un portavoce di Amazon ha affermato che è importante che tutti i dipendenti comprendano i fatti dell’adesione a un sindacato e del processo elettorale e che la società abbia ospitato sessioni informative regolari per rispondere alle loro domande.)

All’inizio di marzo, Amazon ha tenuto una tavola rotonda virtuale con i dipendenti che si oppongono allo sforzo sindacale, tra cui un supervisore di quarantadue anni di nome J. C. Thompson e un risolutore di problemi di quarantaquattro anni presso il centro di distribuzione di nome Carla Johnson. Ho parlato con Thompson e Johnson per telefono; un direttore delle comunicazioni di Amazon, che aveva organizzato la chiamata, si è unito a noi sulla linea. Entrambi i dipendenti hanno sottolineato che stavano già ottenendo ciò di cui avevano bisogno. Johnson, a cui è stato diagnosticato un cancro l’anno scorso e ora è libero dal cancro dopo una serie di trattamenti, ha elogiato il piano di assicurazione sanitaria dell’azienda. Thompson ha detto: “Posso parlare con qualsiasi manager e posso parlare con loro di qualsiasi cosa. Non ho bisogno di una terza parte che negozia o parli per me. “

Nel frattempo, secondo il sindacato, più di cento volontari e dipendenti della RWDSU effettuano circa duecento chiamate al giorno, raggiungendo più di cinquemila dipendenti tramite telefono o SMS. Il sindacato spera di raggiungere tutti i dipendenti della struttura entro la fine del mese. Joshua Brewer, il principale organizzatore della RWDSU per la campagna, mi ha detto che “la conversazione sembra sempre ricollegarsi al desiderio di un lavoratore di avere qualcuno dalla sua parte”. Le reazioni dei lavoratori non sono sempre positive e Brewer ha ricevuto occasionalmente “Vaffanculo, non chiamarmi!” e “Non sto finanziando i liberali”. Ma, ha detto, “non ci aspettiamo che tutti quelli con cui parliamo siano di supporto”.

A Bessemer, dopo aver parlato con Hadley, ho parlato faccia a faccia con Richardson e altri due dipendenti del centro logistico che sono stati attivi nello sforzo sindacale. Ho chiesto loro perché lo sostengono, cosa pensano che un’unione possa realizzare e come si aspettano che le elezioni storiche andranno a finire. I loro resoconti sono stati condensati e modificati per chiarezza.

Darryl Richardson, cinquantuno

“Lavoravo in un’azienda chiamata Faurecia. Abbiamo realizzato i sedili per la Mercedes. E noi eravamo unione. E alcuni dei miei dipendenti, da Detroit, erano UAW, e lavoravano per Chrysler, GM Quindi, sono sempre stato sindacale. Unione rialzata. Mio padre, ha lavorato a TAMKO, da Tuscaloosa, azienda di coperture. Erano unione.

“Sono in Amazon da circa un anno. E ho pensato che fosse un buon posto dove lavorare. Amazzone, amico, bella compagnia, bella struttura per cui lavorare. Ma, dopo che ci sono arrivato, un paio di mesi, ho capito che dovevano esserci dei cambiamenti. Stanno cambiando il tuo programma mentre dormi. Hai genitori single là fuori. Ho quattro ragazze, però sono cresciute. Ma non dovremmo andare a dormire sapendo che dobbiamo essere al lavoro alle sette e un quarto, poi svegliarci la mattina spaventati che sia cambiato in sei e un quarto. Devi cambiare l’intero piano in un istante. [A spokesman for Amazon insisted that the company’s policy is to alert employees to “mandatory extra time” as much as three weeks in advance and no later than “before the employees’ lunch break the day prior.”]

“Sono un raccoglitore. Il raccoglitore sta separando gli oggetti e li mette in una borsa. Ci viene detto in quale borsa metterlo e poi spingerlo lungo il nastro trasportatore, quindi va a un imballatore, e loro lo imballano, lo mettono in una scatola e la mandano via. Sono uno dei migliori selezionatori della struttura, questo è quello che mi è stato detto. L’altro giorno, al secondo piano, l’ambasciatore dell’apprendimento ha detto: “Darryl, oggi sei il migliore al secondo piano”. Ho cinquantuno anni. E gli do tutto quello che posso ottenere. Sono stanco. Dopo le tre sono svuotato. Cerco di non andare in bagno. Cerco di non lasciare la mia stazione, perché non voglio avere tempo TOT.



#lavoratori #dellAlabama #che #cercano #sindacalizzare #centro #logistico #Amazon

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *