Il Civilian Climate Corps è un piano governativo che tutti gli americani possono abbracciare

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:9 Minuto, 15 Secondo

È stato un raro caso di eufemismo presidenziale nella presentazione di un programma: il Segretario dell’Agricoltura e il Segretario dell’Interno, secondo un paragrafo sepolto nel Joe Bidenè lungo ordine esecutivo sul cambiamento climatico, era stato ordinato di fare piani per un Civilian Climate Corps, modellato sul Civilian Conservation Corps – il CCC – degli anni Trenta. Metterebbe gli americani sottoccupati a lavorare su progetti intesi a “conservare e ripristinare terre e acque pubbliche, rafforzare la resilienza della comunità, aumentare il rimboschimento, aumentare il sequestro del carbonio nel settore agricolo, proteggere la biodiversità, migliorare l’accesso alle attività ricreative e affrontare il cambiamento climatico”.

Questa è una buona giustificazione per una simile iniziativa nelle attuali circostanze del paese. Ma il potenziale di questa idea, se il record del CCC originale è una guida, va ben oltre gli scopi pubblicizzati. Un CCC moderno potrebbe essere un promemoria che attira l’attenzione di qualcosa che molti americani sembrano aver dimenticato: la capacità del governo di essere uno strumento del bene comune.

Il Civilian Conservation Corps, creato nella primavera del 1933 per volere del nuovo presidente Franklin D. Roosevelt, diede lavoro a tre milioni di giovani uomini, prima che la seconda guerra mondiale assumesse il compito di combattere la disoccupazione. (Circa ottantacinque donne hanno partecipato a un programma “She-She-She”, istituito tardivamente su insistenza di Eleanor Roosevelt.) Il CCC ha lasciato un’eredità di alberi, sentieri, rifugi, passerelle, aree picnic e campeggi in uno stato locale. e parchi nazionali in tutto il paese. Ha avuto effetti altrettanto notevoli sulla salute e sulla prospettiva degli uomini che hanno prestato servizio. La maggior parte era denutrita e disoccupata al momento dell’iscrizione. Sono tornati a casa con muscoli, abbronzatura e, secondo una lettera inviata al quartier generale del corpo, a Washington, da un residente di Romeo, in Colorado, una “carrozza eretta” che li ha resi facili da distinguere dal resto della giovane popolazione maschile .

Joseph Kaptur, di Toledo, Ohio, ha fatto tesoro della memoria del suo servizio d’armata, trascorso a rimboschire le rive del Canale di Miami e Erie. La sua gratitudine è rimasta impressa nella mente di sua figlia Marcy Kaptur, ora membro del Congresso dell’Ohio e sponsor di uno dei sette progetti di legge del CCC presentati al Congresso l’anno scorso. “Non conosco nessuno che non sia stato cambiato e sollevato da quell’esperienza”, dice.

Sebbene Roosevelt abbia venduto il CCC come programma di lavoro prima di tutto, è stato modellato dal suo forte interesse per il legname e la gestione del suolo, acquisito nel corso degli sforzi per rivitalizzare centinaia di acri di terreno agricolo mal curato annessi alla sua tenuta di famiglia a Hyde Park, New York. Il CCC, a sua volta, ha sollevato la coscienza di conservazione di molti dei suoi partecipanti, secondo “New Deal della natura, ”Un libro del 2009 sul programma, dello storico Neil Maher. I campi CCC hanno tenuto conferenze e corsi serali, oltre a biblioteche. Un corpsman di nome Robert Ross, assegnato a un campo vicino a Crystal Springs, in Arkansas, usava le sue ore libere per indagare su questioni di cui “era completamente ignaro: erosione del suolo, restauro, protezione delle foreste, uso della terra, danni di incendi boschivi. ” Meno del dieci per cento degli iscritti si era diplomato al liceo. Molti di loro hanno imparato a leggere e scrivere durante il loro tempo nel corpo, tuttavia, e centinaia hanno continuato a lavorare con il National Park Service, l’unità di servizio forestale del Dipartimento dell’Agricoltura e altri programmi di conservazione federali, statali e locali. .

Il CCC aveva anche un valore educativo per le persone che vivevano accanto ai suoi campi. Molte comunità, scrive Maher, si sono opposte con forza all’arrivo anticipato di “stranieri dei quartieri poveri”, “titolari d’angolo” e “barboni”. L’ostilità tendeva a svanire una volta che i soldati arrivavano in città di persona, si dimostrarono non minacciosi e iniziarono a spendere i loro stipendi nei ristoranti, nei negozi e nei cinema locali.

Il programma era estremamente popolare ovunque e Roosevelt lo promosse come stimolo morale in un momento di estrema difficoltà e come elettore negli anni delle elezioni. Tra le molte politiche rivoluzionarie della sua amministrazione, solo questa sfuggì alle folgorazioni anti-New Deal di Alf Landon, il governatore repubblicano del Kansas, quando si candidò alla presidenza, nel 1936. Landon, come altri repubblicani, lodò il corpo; cercò persino di prendersi il merito di aver indotto il Congresso a estendere le sue operazioni ai parchi statali. Nonostante la sua affermazione, la presenza dei campi CCC ha ribaltato il blu di diverse contee del Kansas e ha aiutato FDR a conquistare lo stato nella sua vittoria schiacciante nella rielezione.

La rinascita dell’interesse per l’idea può essere ricondotta a due gruppi sciolti di campioni CCC. Uno, i cui ranghi includono il generale in pensione Stanley McChrystal e il fondatore di Starbucks Howard Schultz, che sono tra i sostenitori di un’iniziativa chiamata Serve America Together, vede un modo per superare le “barriere politiche, sociali, economiche e religiose che causano tali divisioni nel nostro country “, come hanno affermato McChrystal e Schultz in a editoriale congiunto la scorsa estate. L’altro gruppo, composto principalmente da economisti accademici, è più preoccupato per gli effetti di sostituzione del lavoro di robot e computer e per l’incapacità cronica del mercato di soddisfare importanti bisogni sociali. Quei due flussi di pensiero convergono e hanno preso forza la scorsa primavera, dopo che la pandemia ha interrotto bruscamente l’impiego di una ventina di milioni di americani.

Oltre al piano della Casa Bianca e al provvedimento del Rappresentante Kaptur, i progetti di legge sono stati presentati da Joe Neguse del Colorado e Bobby Rush dell’Illinois, alla Camera, e da Chris Coons del Delaware, Dick Durbin dell’Illinois e Ron Wyden dell’Oregon, al Senato. Pensando separatamente, sono giunti a conclusioni comuni su come dovrebbe essere un nuovo CCC e su come non dovrebbe essere. Il corpo originario, oltre a escludere le donne, era razzialmente segregato, con campi per afroamericani spesso collocati in aree remote, secondo Maher, “a causa delle proteste locali in ogni regione del Paese, compreso il Nord”. Un CCC del ventunesimo secolo correggerebbe quei difetti fondamentali. La maggior parte dei sostenitori dell’idea concorda sul fatto che dovrebbe anche pagare un salario dignitoso, in contrasto con il programma di Roosevelt, che offriva vitto e alloggio e trenta dollari al mese (circa seicento dollari in denaro di oggi), con la maggior parte destinata alle famiglie a casa .

Un’altra differenza: questa volta le città e le periferie potrebbero essere i principali cantieri di lavoro. Openlands, un’organizzazione senza scopo di lucro con sede a Chicago che ha collaborato con Durbin al suo piano, ha stilato un elenco di categorie di progetti, tra cui la bonifica di aree dismesse, l’inverdimento dei cortili scolastici, la riparazione di piste ciclabili e pedonali e la piantumazione di orti urbani e frutteti . Il senatore Bob Casey, un democratico della Pennsylvania con la sua proposta CCC in lavorazione, immagina un corpo che costruirà e migliorerà i parchi nei quartieri urbani affamati di verde e invertirà la perdita della chioma degli alberi che ha reso le città particolarmente vulnerabili al riscaldamento globale .

Casey si è alleato con la coalizione di più di cento organizzazioni dietro un pacchetto di politica economica chiamato “Reimagining Appalachia”. Propone un CCC che ripristinerebbe le zone umide e le aree segnate dall’estrazione del carbone facendo spazio agli ex prigionieri, alle vittime della dipendenza da oppioidi e ad altri che è improbabile che vengano assunti da datori di lavoro privati. Lungo la strada, dice Casey, un tale programma potrebbe avere l’effetto salutare di ricordare agli americani delle zone rurali e urbane che “hanno problemi molto simili e sovrapposti”, compresi i cicli di decadenza della comunità provocati dall’esodo di posti di lavoro ben retribuiti, sia in estrazione mineraria o manifatturiera.

Lo sforzo della Casa Bianca è concentrato, per ora, sullo sviluppo di una struttura amministrativa (è probabile che si basi su AmeriCorps, un programma di servizio nazionale dell’era Clinton) e sulla ricerca di fondi nei bilanci esistenti del Dipartimento dell’Agricoltura, del Dipartimento dell’Interno e altre agenzie federali per far funzionare un corpo alle prime armi. Mettere soldi più seri in un programma del genere richiederebbe la cooperazione del Congresso e, forse, un certo grado di bipartitismo.

Potrebbe non essere al di fuori dei limiti delle possibilità. Sebbene i democratici siano stati finora i principali istigatori della legislazione, ci sono segni di entusiasmo repubblicano per l’idea, in linea con la preferenza del partito per il lavoro rispetto alle agevolazioni in denaro. Sette senatori del GOP, tra cui Lindsey Graham, della Carolina del Sud; Roger Wicker, del Mississippi; e Bill Cassidy, della Louisiana, firmato come co-sponsor del disegno di legge dei Coons, che era di dimensioni relativamente modeste e adattato ai gusti repubblicani (omettendo ogni riferimento al cambiamento climatico, per esempio). Con quella dimostrazione di sostegno bipartisan, si è avvicinato quasi a essere incluso nel pacchetto di soccorso in caso di pandemia approvato a dicembre.

Le prospettive per qualche versione di un CCC rianimato sono favorevoli. Per realizzare una versione ambiziosa dell’idea, l’amministrazione Biden dovrebbe dare un senso di urgenza allo sforzo. Dovrebbe. L’Amministrazione, con il suo “Piano di salvataggio americano” da 1,9 trilioni di dollari, spera di accelerare il ritmo delle vaccinazioni, accelerare la riapertura delle scuole, dare a decine di milioni di americani stressati i mezzi per pagare le bollette e far muovere un’economia congelata. C’è poco in questa misura, tuttavia, per sollevare un vasto numero di americani, inclusi circa quattro milioni di disoccupati da più di sei mesi e più di cinquanta milioni di lavoratori a basso salario il cui reddito medio annuo, secondo la Brookings Institution, è di diciottomila dollari, che si sentivano già scoraggiati e sottovalutati quando è arrivata la pandemia.

I repubblicani trumpisti, fissati per il momento sul regolamento dei conti all’interno del partito, torneranno presto a rivolgere la loro attenzione a Biden e ai Democratici. Gli elementi arretrati delle multinazionali americane e di Wall Street sono stati tranquilli ultimamente, forse per un senso di correttezza indotto dalla pandemia, ma anche su questi si può fare affidamento per tornare alla modalità di ostruzione. Le cose migliori che la nuova amministrazione ha detto e fatto: i suoi impegni per l’equità razziale e di genere, il suo atteggiamento accogliente nei confronti degli immigrati, il suo serietà sul cambiamento climatico—Garantire il contraccolpo.

Biden e il suo partito possono trarre conforto dai sondaggi di opinione che mostrano un sostegno schiacciante per molte delle loro proposte. Per andare alle urne, tuttavia, larghe maggioranze di americani si sono schierate per anni dalla parte delle politiche progressiste. Nel frattempo, la crescente sfiducia nei confronti del governo ha portato molte di quelle stesse persone a farlo in modo coerente non votare per i candidati impegnati a mettere in atto politiche progressiste.

Quella dinamica sarà probabilmente con noi fino a quando gli americani senza ricchezza o privilegi non vedranno prove convincenti (più convincenti degli assegni per posta, per quanto siano necessari) del governo che lavora con zelo ed efficacia per loro conto. Il vecchio CCC ha raccontato quella storia ai tempi di Roosevelt. Uno nuovo potrebbe raccontarlo nel nostro.

#Civilian #Climate #Corps #piano #governativo #che #tutti #gli #americani #possono #abbracciare

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *