Incolpare il vento per il disordine in Texas è dolorosamente assurdo

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 54 Secondo

A volte, tutto ciò di cui hai bisogno è una mappa. Sulla scia delle interruzioni di corrente di questa settimana in Texas, che hanno lasciato milioni senza calore in condizioni di congelamento, i politici di destra e le reti di notizie hanno deciso che l’emergenza era dovuta alle “turbine eoliche congelate”, una frase che ora è stata ripetuta all’infinito su tutti i vari gangli che compongono la rete “informativa” conservatrice. La redazione di giornale di Wall Street, che è riuscita a sbagliare su energia e clima per più di quattro decenni, mettiamola così Questo: “I prezzi del gas e dell’elettricità sono aumentati negli Stati Uniti centrali, mentre le autorità di regolamentazione del Texas hanno ordinato blackout in corso lunedì perché un’esplosione artica ha congelato le turbine eoliche”. Il governatore Greg Abbott si è preso del tempo dal non riuscire a far fronte all’emergenza che aveva messo in pericolo molti nel suo stato raccontare Fox News che “questo mostra come il Green New Deal sarebbe un affare mortale per gli Stati Uniti d’America”. Per non essere da meno, martedì pomeriggio, rappresentante E Crenshaw, un repubblicano che rappresenta il secondo distretto congressuale del Texas, comprese parti di Houston, twittato che “questo è ciò che accade quando costringi la rete a fare affidamento in parte sul vento come fonte di energia”. Il commissario per l’Agricoltura, Sid Miller, che è “noto per i suoi post di destra su Facebook che in passato hanno diffuso disinformazione e amplificato teorie del complotto “, il Texas Tribune segnalato, “anche pubblicato un non verniciato vista dell’energia eolica su Facebook: “Non dovremmo mai costruire un’altra turbina eolica in Texas”. “

Le solite voci responsabili alla fine hanno risposto con una grande quantità di dati che mostravano che Abbott, Fox e gli altri avevano completamente torto. I guasti nella generazione di energia rinnovabile hanno rappresentato una piccola percentuale delle interruzioni. I problemi maggiori riguardavano gli impianti e i sistemi “termici”, vale a dire combustibili fossili; in parole povere, i gasdotti del gas naturale si sono congelati al freddo, come persino il governatore Abbott ammesso. I suoi stessi regolatori energetici presso il cosiddetto Electric Reliability Council del Texas hanno spiegato che “sembra che gran parte della generazione che è andata offline oggi sia stata principalmente dovuta a problemi sul sistema del gas naturale”. Oppure, come Michael Webber, professore di risorse energetiche presso l’Università del Texas ad Austin, mettilo, “Il gas sta fallendo nel modo più spettacolare in questo momento.” (Anche una centrale nucleare si è interrotta, probabilmente a causa delle temperature gelide che hanno spento i sistemi di raffreddamento oi sensori.)

Sono contento che ci fossero molte autorità per provare a mettere le cose in chiaro, ma, naturalmente, la verità stava ancora cercando gli stivali invernali nel retro del garage quando le falsità si erano diffuse su Internet. È particolarmente fastidioso perché la natura in malafede dell’intera idea avrebbe dovuto essere ovvia a chiunque avesse una minima conoscenza geografica. Oltre al Texas, il più grande i produttori di energia eolica nel paese sono Iowa, Oklahoma, Colorado, Minnesota, Oregon, Illinois, Kansas, North Dakota e California. Ad eccezione della California, tutti questi luoghi sono situati a nord del Texas e affrontano inverni molto più rigidi. L’idea che le turbine eoliche non possano sopportare il freddo è, prima facie, ridicola: i paesi con enormi installazioni di energia eolica includono Germania, Francia e Italia, che sono riusciti in passato a ospitare le Olimpiadi invernali – e l’Italia sta pianificando per ospitarli di nuovo, nel 2026. Le persone si sono sviluppate piani per costruire giganteschi parchi eolici in Groenlandia per nutrire l’Unione Europea e gli Stati Uniti. Se il freddo in qualche modo rendesse impossibile il funzionamento delle turbine eoliche, si potrebbe pensare che qualcuno se ne sarebbe già accorto.

Il freddo, tuttavia, può rendere difficile il funzionamento delle turbine eoliche se non lo pianifichi: installazioni di “kit per il freddo”Prevenire la formazione di ghiaccio e il congelamento e sembra che le autorità del Texas non abbiano pianificato molto. Funzionari statali, si scopre, aveva twittato allegramente alle autorità della California per mesi, prendendosi gioco di loro per non aver pianificato abbastanza bene da prevenire i cali di tensione quando le ondate di caldo hanno colpito la costa occidentale. Ma il tweeting – e una fede profonda e costante nei mercati per risolvere tutti i problemi – sembra non essere stata una buona strategia di fronte a una grave ondata di freddo.

Uno schiocco freddo che, a proposito, sembra probabile collegato al collasso della corrente a getto che si verifica quando si riscalda l’Artico, come abbiamo fatto bruciando grandi quantità di combustibili fossili. Se volessi fare qualcosa al riguardo, avresti bisogno di più turbine eoliche. Divertente su questo.



#Incolpare #vento #disordine #Texas #dolorosamente #assurdo

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *