Insonnia: The Opera | Il New Yorker

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 26 Secondo

PERSONAGGI

Enrico, un insonne

Valeriana, Melatonina, Ambien, Klonopin, ZzzQuil, Pot Gummy, corteggiatori

Il fantasma delle ambizioni insoddisfatte

Abitanti del villaggio

La parata degli spettri ad alta intensità

ATTO PRIMO

(10 PM Una camera da letto, con balcone che si affaccia su una piazza del paese. Enrico si mette il pigiama. Canta a mezza voce.)

Enrico: I miei occhi da procione e il mio sguardo da zombi

Canta coraggiosamente i dolori del maltrattamento corporeo.

O macchina del rumore bianco da cento dollari! Oh, ragazzo di yoga di nome Tevin!

Aiutami a invertire dodici mesi di 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Il dolore collettivo ha devastato il mio petto,

America, hai messo in agitazione le “Nazioni Unite”.

(Apre le tende oscuranti, apre la finestra e si rivolge agli abitanti del villaggio.)

Hark, ventenne programmatore! Ascolta, puttana esperta!

Stanotte è la notte in cui finalmente russa;

quando potrebbe si rivolge a volere, e è sorge da sembra.

Ho ridotto la caffeina e sono pronto a sognare.

Abitanti del villaggio: Ha ridotto la caffeina ed è pronto a sognare!

ATTO SECONDO

(1 AM Enrico, irrequieto, ha posizionato i suoi cinque ausili per il sonno / corteggiatori sulla sua scrivania.)

Enrico: Oh, aiuti per dormire, ti supplico,

Chi di voi ha il potere di fare un deep-six me a breve termine?

Klonopin: Quando i personaggi dei cartoni animati vengono colpiti da un mattarello,

Il suono che fa è “KLONOPIN! “

Pot Gummy: No, no: gli insonni di oggi vogliono i loro rimedi su misura,

E posso far sembrare tutto uno scherzo privato.

Valeriana: Certo, K-pin e Gummy sono sexy, ma questa erba non ce l’ha.

Non ti costringerò a cercare Carrie Fisher nel suo armadietto dei medicinali.

Melatonina: Sono un ormone che è già nel tuo corpo, giusto?

Ti prego, senti l’ormone stanotte?

ZzzQuil: Non ti disancorerò e ripristinerò il tuo rimbalzo.

Sono sicuro ed efficace, anche se difficile da pronunciare.

Enrico: Ambien, questo parlare di effetti collaterali ti ha fatto tacere.

La reticenza è una maschera per la tua violenza spesso detta?

Ambien: Fai riferimento al sonnambulismo come se fossero i film “Saw” o “Seven”

Ma i sonnambuli perdono peso mentre dormono: in una parola, il paradiso!

(Enrico tira una caramella gommosa e si mette a letto.)

ATTO TERZO

(4 AM Enrico viene svegliato da una sfilata di spettri, ognuno dei quali esplode in un breve parossismo di stridulo recitativo.) Sirene, Allarmi per auto, Elicotteri, Cani che abbaiano, Tuoni, Paura del contagio, Invidia del vaccino, Rugiada di Mitch McConnell, Vicini festosi, Un ticchettio dal seminterrato, E-mail non restituite, Preoccupazione che tutto questo stia portando a un Hannibal Lecter- ish Sleep-Apnea Mask, Irritazione da avere altre persone che gridano “Unmute Yourself!” Come se stessero fottendo Hagen, la preoccupazione che Putin stia scaricando informazioni dal suo memory foam, la preoccupazione che la televisione di prestigio abbia esagerato con la sua carta borghese-bianca-Get-Caught-Up-in-a-world-of-Crime, l’ansia che il termine “Riscaldatore spaziale” è un enorme mandato per una macchina così piccola, disagio con la parola “Terry”, ansia che se non passa l’aspirapolvere ogni giorno annegherà in un flusso di pelle morta.

(Singhiozzando, Enrico apre la finestra e si prepara a saltare. In quel momento, sente lo spettro più terrificante di tutti, il fantasma delle ambizioni insoddisfatte.)

Fantasma: Il tuo spreco di calore morto con i migliori deadbeats ‘,

Inceppi ogni macinino con la tua carne forzata troppo grassa.

Attraverso il tuo intorpidimento inviolato e la tua passività tettonica,

Il tuo recente affare è scomparso perché ci hai dormito sopra!

Inoltre, Tubby, avresti dovuto ascoltare Ambien

E ho fatto una visita o due alla Sonnambulist Gym.

(Rinnovando il suo tentativo di saltare, Enrico guarda la strada cantando furiosamente. Proprio mentre fa un respiro profondo e richiama la voglia di saltare, il finestrino gli si schianta in testa; Enrico, come tutti i personaggi dell’opera quando pugnalato o ucciso, reagisce cantando ancora più forte, sembrando non avere alcun potere sul suo diaframma. È solo quando tenta di saltare una terza volta, e la finestra gli si schianta di nuovo in testa, che Enrico, barcollando, finalmente crolla nel letto, finalmente privo di sensi.) ♦

#Insonnia #Opera #Yorker

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *