Le innumerevoli morti per COVID-19 in India | Il New Yorker

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 21 Secondo

Più di un anno dopo il coronavirus ha iniziato a circolare in tutto il mondo, l’India sta affrontando una devastante seconda ondata di infezioni e morti. Gli ospedali di città come Nuova Delhi e Mumbai sono pieni di capacità e devono far fronte alla carenza di ossigeno, con folle di malati che formano linee all’esterno. Secondo le statistiche ufficiali, il Paese conta attualmente più di trecentocinquantamila casi e ventottocento morti al giorno, con numeri che continuano a crescere. Ma le statistiche non ufficiali raccolte dai giornalisti suggeriscono che i numeri reali sono probabilmente molto maggiori, con uno solo Financial Times analisi mostrando un bilancio delle vittime più di otto volte il conteggio ufficiale. Il primo ministro nazionalista indù del paese, Narendra Modi, ha minimizzato l’entità della crisi, organizzando grandi comizi elettorali e non riuscendo a dissuadere le persone dal partecipare a un festival religioso che attira milioni di persone. (Lo scorso fine settimana, dopo un richiesta del governo indiano, Twitter ha bloccato l’accesso ai tweet critici per la risposta dell’amministrazione.)

Domenica ho parlato al telefono con Rukmini Shrinivasan, un giornalista di dati a Chennai che è stato coprendo la pandemia per il Custode e altre pubblicazioni. Durante la nostra conversazione, che è stata modificata per lunghezza e chiarezza, abbiamo discusso di ciò che i dati del crematorio possono dirci sulla portata del problema, sugli errori del governo nell’ultimo mese e sul perché Modi rimane popolare in mezzo alla crisi che peggiora.

In che modo tu e altre persone nel tuo campo siete stati in grado di avere un’idea della portata del problema in India in questo momento, dato che sappiamo che le statistiche ufficiali stanno drammaticamente sottostimando quello che sta succedendo?

La cosa più utile era essere in grado di entrare nella pandemia con una conoscenza preliminare di come funzionano le statistiche in India e sapere quali fossero i problemi esistenti. Quindi, ad esempio, siamo venuti a sapere che le statistiche ufficiali sottostimano in maniera massiccia tutte le malattie infettive, come la malaria, e ci siamo abituati a rivolgerci ad altri set di dati che ci danno un migliore senso di sottostima. Per le malattie infettive, sappiamo che le statistiche ufficiali acquisiscono solo i dati riportati dalle strutture sanitarie pubbliche, il che significa che l’intero mondo della sanità privata [facility] i dati vengono tralasciati. Ci siamo abituati a rivolgerci ad altre fonti che forniscono stime, come l’Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME).

E abbiamo avuto un’idea di come vengono segnalate le morti in India. La mancanza di capacità statale significa che molte cose che lo stato vuole fornire non possono essere consegnate, quindi sappiamo che sia le nascite che le morti sono sottoregistrate in India. Abbiamo la sensazione di quanti problemi ci siano per valutare correttamente la causa della morte. E sappiamo che questo è un problema più grande per i gruppi emarginati e le donne, che hanno maggiori probabilità di essere sottorappresentate nelle statistiche sulla morte. Quindi siamo arrivati ​​sapendo che anche nei tempi migliori, l’architettura statistica e l’architettura amministrativa fatica a registrare tutti correttamente. Ma penso che questo ci abbia aiutato a dirigere e concentrare le nostre energie su modelli e stime. E ci ha aiutato a concentrarci su gruppi che potrebbero lottare più di altri per far sapere la loro morte, e ci ha fatto entrare con una visione forte e scettica, il che significa che sappiamo che potremmo aver bisogno di altre fonti esterne, come giornali o crematori. dati. E sappiamo che i dati qui hanno un lungo ritardo, quindi aspettarsi dati immediati è un problema.

Abbiamo statistiche ufficiali su casi e decessi, e poi altri rapporti con stime non ufficiali. Cosa sei effettivamente in grado di dire su ciò che sappiamo?

Sebbene esistano linee guida ufficiali su ciò che dovrebbe essere considerato come un file COVID-19 morte, sappiamo da funzionari in più stati che quelle linee guida non vengono seguite. Una definizione molto rigorosa di cosa sia un file COVID-19 si usa la morte – una persona risultata positiva al test prima della morte -, il che esclude il mondo delle persone che non sono riuscite a fare un test in tempo o che non sono riuscite ad arrivare all’ospedale. Quindi sappiamo che sta accadendo, ma stimarne l’entità sarebbe molto utile. Ho cercato di inoltrare richieste ai comitati di revisione dello stato per chiedere quanti certificati di morte sono pervenuti loro e quanti erano COVID-19 morti. Ma questo non è noto ed è un grosso problema, e dovrebbe esserci una pressione pubblica per questo.

Quindi personalmente sono arrivato al punto in cui quello che mi preoccupa è la mortalità per tutte le cause. Non credo che siamo in una buona posizione per capire COVID mortalità, e non credo che lo faremo per un po ‘. Ma quello che vediamo è che molte persone muoiono, indipendentemente dal fatto che siano COVID oppure no, e ci sono ambulanze in fila, e stanno morendo per mancanza di accesso a un letto di terapia intensiva o per mancanza di ossigeno o semplicemente non sono in grado di gestire le loro condizioni croniche a causa di un’enorme carenza di servizi medici regolari nell’ultimo anno. Quindi penso che abbiamo un enorme aumento della mortalità per tutte le cause, ma sono stanco di cercare di capire se lo sono COVID morti o no. È solo un esercizio partigiano in questo momento.

Quindi, per essere chiari: c’è un enorme aumento dei decessi nei crematori, ma non sappiamo fino a che punto questi siano direttamente causati da COVID, e in che misura sono causati da cose come carenza di ossigeno e altre crisi sanitarie causate dal caos dell’anno passato?

Sì. Ancora una volta, sembra che ci sia un aumento massiccio dei decessi, ma i settori amministrativi sono così impegnati che non sarei nemmeno fiducioso, in un paese di queste dimensioni, di affermare che sappiamo cosa stiamo vedendo. Ma avrebbe perfettamente senso dato il crollo dell’assistenza sanitaria regolare in questo momento.

Quindi quando vedi l’analisi, come il file uno nel Financial Times guardando i dati dei crematori, sembra giusto dirlo COVID sta causando un enorme aumento dei decessi in India, ma non sappiamo esattamente quanti di essi siano stati causati dal coronavirus che ha infettato la persona, giusto?

Sì. E, di nuovo, è probabile che COVID le infezioni stanno causando un massiccio aumento della morte. Penso che l’unico indicatore che dice molto sia i ricoveri. Il fatto che siano presenti in ogni grande città e in ogni parte del paese in cui abbiamo informazioni indica che, anche se non si è in grado di quantificare l’entità della sottostima, i sistemi sanitari sono sopraffatti. Tutti i piccoli fattori che, sommati, ci dicono sulla sottostima sono chiari. Ad esempio, a Delhi, ci sono cinque giorni di ritardo anche per ottenere un test. C’è un tasso di positività del trentatré per cento stimato a Delhi, ma un numero enorme di persone non può ottenere un test. Sappiamo dai sondaggi di Bombay, ad esempio, che le persone provenienti da aree non slum hanno da quattro a sei volte più probabilità di ottenere un test. Quindi questo ti dà un indizio sulla possibile portata della sottostima nelle aree dei bassifondi. Sappiamo storicamente che le donne ei gruppi emarginati si ammalano di più, perché hanno meno accesso all’assistenza sanitaria. Quindi tutto questo ti dà qualche indicazione di ciò che ci manca. La scala è innegabile.

Cosa dovrebbe fare il governo ora che attualmente non sta facendo?

Non dovrebbe minimizzare la portata di ciò che sta accadendo. Lo ha fatto per la maggior parte dell’anno, fino ad ora. Nel suo discorso alla nazione un paio di giorni fa, Modi ha detto che la seconda ondata ha colpito come una tempesta. Ma abbiamo anche visto molti tentativi simultanei di reprimere le persone che parlano di morti sui social media e persone che hanno un po ‘di tentativi con i giornalisti, dicendo che stanno diffondendo paura e panico. Quindi è qualcosa che deve finire immediatamente.

Il governo deve anche muoversi molto velocemente con l’ossigeno. Molte delle grandi misure di scale-up della sanità pubblica che il governo sta attuando non aiuteranno ora. Avrebbero dovuto essere fatti a gennaio e alcuni di loro aiuteranno solo tra cinque anni. Quindi, ad esempio, se permettiamo alle università di istruire più medici, apriranno tra un anno, e poi tra cinque anni avremo più medici. Con l’ossigeno, il governo ha annunciato che avrebbe installato questi impianti di ossigeno, e un sacco di soldi sono stati versati PM CARES, il fondo creato da Modi per le donazioni di beneficenza. Ha istituito questo fondo, che non è trasparente, e non possiamo ottenere informazioni al riguardo ai sensi della legge. E sappiamo che per otto mesi nessuna offerta [for oxygen plants] sono stati persino invitati. Trentatre [plants] siamo funziona ora su centosessanta che furono sanzionati.

#innumerevoli #morti #COVID19 #India #Yorker

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *