Lettura della domenica: il secondo impeachment di Trump

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 3 Secondo

Nel 1973, Jonathan Schell pubblicò un pezzo in Il New Yorker sulle ripercussioni dello scandalo Watergate. L’irruzione illegale e le successive indagini hanno posto una sfida al sistema politico del paese. In America, scrisse Schell, non ci è permesso il lusso di cercare la verità su crimini elevati e misfatti e poi semplicemente ignorare ciò che viene scoperto. “In una democrazia”, ha osservato, “certe forme di verità fanno di più che costringere la nostra mente all’assenso; ci obbligano ad agire. ” Questa settimana, il Senato inizia le deliberazioni del secondo processo di impeachment di Donald Trump e il verdetto che ne risulta ci dirà molto sulla direzione del nostro paese. Ci sono stati solo pochi altri momenti di tale conseguenza politica nella storia americana.

Questa settimana vi presentiamo una selezione di articoli sul significato dell’impeachment. In “Among the Insurrectionists”, Luke Mogelson offre uno sguardo approfondito alla rivolta del Campidoglio del 6 gennaio e alla retorica estremista di estrema destra che l’ha alimentata. (“I sostenitori di Trump avevano taser, mazze da baseball e manganelli. Ho visto un uomo tenere un cappio attorcigliato.” Hang Mike Pence, “urlava la gente.”) In un segmento video speciale, la rivista offre filmati esclusivi del caotico assedio. In “The Invention – and Reinvention – of Impeachment”, Jill Lepore racconta la complessa storia del processo. Infine, in “Trump’s Impeachment and the Degrading of Presidential Accountability”, pubblicato lo scorso febbraio, Amy Davidson Sorkin offre un avvertimento preveggente sulle conseguenze di un fallimento nel processo di impeachment del 2020: “Trump, da parte sua, vedrà senza dubbio un’assoluzione come licenza per ulteriori abusi “. Come disse Schell, quasi cinquant’anni fa, in certi momenti chiave siamo costretti non solo a confermare la verità nelle nostre menti, ma ad andare avanti con certezza e ad agire in base a tali convinzioni.

David remnick


Fotografia da Shutterstock / AP

In una democrazia, non siamo liberi di ignorare la verità.


Fotografia di Balazs Gardi per The New Yorker

Il Campidoglio è stato violato dai sostenitori di Trump che avevano dichiarato, manifestazione dopo manifestazione, che avrebbero fatto di tutto per mantenere il presidente al potere. Una cronaca di un attacco predetto.


Il presidente vedrà un’assoluzione – che è stata preordinata dal Senato altamente partigiano – come licenza per ulteriori abusi.


Luke Mogelson ha seguito i sostenitori di Trump mentre si facevano strada nella camera del Senato, usando la fotocamera del suo telefono come taccuino di un giornalista.


Illustrazione di Barry Blitt

È l’ultima arma politica. Ma non siamo mai stati d’accordo su cosa serva.

#Lettura #della #domenica #secondo #impeachment #Trump

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *