Quello che Alexey Navalny sta vivendo in prigione

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 16 Secondo

Lo stato russo sta facendo un lento spettacolo di schiacciamento Alexey Navalny e la sua organizzazione. Il politico dell’opposizione è in prigione e sta scontando una condanna a due anni e mezzo per “violazione della libertà condizionale” mentre si riprendeva da un quasi fatale attacco di avvelenamento dal suo stesso governo. La scorsa settimana, gli avvocati di Navalny e sua moglie, Yulia, hanno affermato di aver sviluppato problemi di salute per i quali le autorità carcerarie negano cure adeguate. Sta anche affrontando la tortura della privazione del sonno. (Il servizio carcerario ha negato di aver maltrattato Navalny.) Mercoledì, Navalny dichiarato uno sciopero della fame. Nel frattempo, gli alleati di Navalny stanno pianificando nuove manifestazioni per chiedere il suo rilascio. Decine di persone in giro per la Russia sono ancora in carcere dopo essere stati arrestati in relazione alle manifestazioni pro-Navalny che si sono svolte a gennaio e febbraio. Durante il fine settimana, le autorità hanno arrestato Yuri Zhdanov, il padre di Ivan Zhdanov, a capo della Fondazione anticorruzione di Navalny.

“Tutti quelli che conoscono Alexey sanno che non si lamenta mai”, Yulia Navalnaya ha scritto, su Instagram. “Tollera il dolore in silenzio e scherza.” Ha scritto che Navalny aveva sviluppato mal di schiena un mese prima, mentre era in prigione a Mosca: “Da allora, è stato nel suo attuale ‘campo di concentramento amichevole'”, un termine che Navalny ha usato per caratterizzare la colonia carceraria. Ha aggiunto: “Ha chiesto antidolorifici. Un medico specializzato in problemi alla schiena ha scritto su un pezzo di carta una serie di esercizi speciali che possono essere utilizzati per ridurre il dolore. Ma questi bastardi non solo non gli daranno antidolorifici né lasceranno entrare un dottore per esaminarlo, ma hanno anche preso gli appunti con questi esercizi lontano dall’avvocato e non li daranno ad Alexey “.

Navalny ha scritto delle sue esperienze in prigione e le voci sono pubblicate sui suoi account sui social media: “Se hai tenuto d’occhio le mie udienze in tribunale, potresti aver notato che non mi sono mai seduto nel box dell’imputato e ho passato ore a camminare su e giù . Questo perché potevo stare in piedi o sdraiarmi. ” Ha scritto che aveva chiesto aiuto medico nella colonia carceraria, per lo più invano. “È arrivato al punto in cui è difficile alzarsi dal letto e fa molto male. . . . Una settimana fa, il medico della prigione mi ha visto e ha iniziato a dispensare due pillole di ibuprofene [per day] ma non mi ha detto qual è la mia diagnosi. ” Ha iniziato a perdere l’uso della gamba destra. “Se appoggio il peso sulla gamba destra, cado a terra. È un po ‘inquietante. Ultimamente mi sono abituato alla gamba destra e non vorrei perderla “. Solo pochi mesi fa, Navalny ha reimparato a camminare mentre si riprendeva dall’esposizione all’agente nervino Novichok. Ha scherzato sul fatto di passeggiare per la colonia carceraria su una gamba di legno e di parlare citando “L’isola del tesoro”. Mercoledì, Navalny ha scritto di aver sviluppato anche intorpidimento alla gamba sinistra.

Navalny ha anche scritto sulle numerose violazioni per le quali è stato citato dall’inizio della sua incarcerazione. Ha detto che il comitato disciplinare di sette persone della colonia sta attualmente esaminando una ventina di rapporti sulle sue presunte violazioni, tra cui “alzarsi dal letto dieci minuti prima dell’ordine di alzarsi” e rifiutarsi di “uscire per gli esercizi mattutini, dicendo all’ufficiale della prigione , “Andiamo invece a prendere una tazza di caffè.” “Ha detto che anche secondo quanto riferito” si è rifiutato di guardare una conferenza video e l’ha definita idiota “e” ha indossato una maglietta per una riunione con il suo avvocato “. Ha aggiunto: “Sto anticipando una citazione che dice,” sorrideva ampiamente quando il programma prescriveva la sofferenza “. “

Quando Navalny arrivò per la prima volta alla colonia carceraria, lui ha scritto che si svegliava ogni ora di ogni notte. “Mi sveglio perché un uomo in uniforme è in piedi accanto al mio letto. Mi sta filmando, usando una videocamera e narrando: “Due e mezzo, Inmate Navalny. Check-in profilattico per rischio di fuga. Sul posto.’ E poi torno a dormire, sapendo che ci sono persone che pensano a me e non mi perderanno mai le tracce “. Qualunque sia la leggerezza che Navalny porta ai suoi racconti della sua prigionia, l’impressione che lasciano è quella di un uomo torturato dalla privazione del sonno e dal rifiuto delle cure mediche.

Quando Navalny restituito in Russia, il 17 gennaio – dalla Germania, dove si stava riprendendo dai postumi dell’avvelenamento – sapeva che probabilmente sarebbe stato arrestato con accuse inventate, ma disse che non voleva diventare “solo un altro emigrato politico”. Altri leader della sua organizzazione hanno vissuto in esilio per restare fuori dalle prigioni russe. Lunedì, Ivan Zhdanov, il capo della Fondazione anticorruzione, ha detto che suo padre, un dipendente pubblico in pensione, era stato arrestato, apparentemente perché, nel 2019, avrebbe raccomandato una famiglia per un alloggio sovvenzionato che potrebbe non essere qualificato. “Mio padre ha sessantasei anni e ha molte condizioni mediche”, Ivan Zhdanov ha scritto, su Facebook. “Non credo che possa uscire dalla custodia cautelare senza perdere ciò che resta della sua salute, ammesso che sopravviva. . . . Scenderanno più in basso solo se inizieranno a uccidere i bambini per quello che fanno i loro padri. Hanno già iniziato a uccidere i padri per le azioni dei loro figli. . . . Non mentirò, questa è la cosa più terrificante che mi sarebbe potuta succedere. “

La scorsa settimana, Leonid Volkov, che dirige il braccio organizzativo della Fondazione anticorruzione, ha annunciato un piano per organizzare proteste di massa per chiedere il rilascio di Navalny. Le proteste passate sono state in gran parte spontanee, ma questa chiede alle persone di registrarsi; una volta che mezzo milione di persone si saranno impegnate a partecipare, l’organizzazione annuncerà date e luoghi per le dimostrazioni. La Anti-Corruption Foundation ha creato un file pagina mostrando coloro che si sono registrati nelle città e nei paesi della Russia. Mettersi sulla mappa richiede coraggio: undicimila persone sono state arrestate durante le proteste invernali e dozzine sono state scelte, apparentemente a caso, per essere perseguite. Tutti sanno cosa succede a leader come Zdanov e allo stesso Navalny, che ha gli occhi del mondo su di lui. Tuttavia, finora, più di trecentocinquantamila russi hanno affermato che rischieranno la propria incolumità per cercare di salvare Navalny.



#Quello #che #Alexey #Navalny #sta #vivendo #prigione

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *