Sono una foto d’archivio insicura di una fiala di vaccino, e questo è il mio momento per brillare

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 26 Secondo

Non è mai stato facile essere una foto d’archivio di una fiala di vaccino.

Nel profondo, ho sempre dubitato di avere qualcosa da offrire. Certo, speravo che un giorno avrei potuto essere prezioso per il mondo quanto i chicchi di caffè tostati fuoriusciti da un sacco di iuta. Mi chiedevo se potevo dare alla società lo stesso tipo di contributo di Happy Family Eating Italian Food in Garden. Per lo più, però, mi sentivo come un grande zero.

La mattina del mio servizio fotografico, un ragazzo barbuto con una macchina fotografica è arrivato e ha detto: “Fiale? Fanculo la mia vita. ” Non potevo nemmeno tirarmi su di morale quando hanno portato Hypodermic Needle e ci hanno posato per vari scatti d’azione. Perché conoscevo la verità. Negli strati sociali di Shutterstock, ero un D-lister, lo Stephen Baldwin delle foto d’archivio.

Non sarei mai diventata una star come le riunioni di lavoro in un ufficio a pianta aperta. Diavolo, non avrei mai raggiunto neppure le vette mediocri dell’infermiera che insegna a un giovane paziente come usare lo stetoscopio su un orsacchiotto. Quando ero più cupo, a volte me ne stavo seduto lì, il mio bicchiere si appannava mentre pensavo a Due contadini che si stringono la mano in un campo con un trattore sullo sfondo (l’Alec Baldwin dei download di immagini). “Vaffanculo, amichevoli agricoltori”, mormorai tra me e me. “Soffocare con una soia.”

Ma è tutto passato. Il mio stock (gioco di parole) è alle stelle, ed è finalmente mio momento per brillare, puttane. Come ti piaccio adesso, uomo sulla panchina del parco con il portatile? A nessuno interessa più illustrare un pezzo sulla gig economy, perché è in corso una pandemia globale, se non l’hai sentito. Quanto a te, Banker Bros High-Fiving, nessuno vuole vedere il tuo contatto pelle a pelle, capitalisti contagiosi.

Editori, mamme Pinterest, influencer hipster, persino anti-vaxxer che cercano di ravvivare i loro post plandemici: stanno tutti inseguendo me adesso. Lo senti, donna che mangia un’insalata e ride? Lo scherzo è su di te.

Non voglio essere compiaciuto, ma fallo voi contengono medicine salvavita, lanterna rustica su elegante tavola per un matrimonio sulla spiaggia? No, non lo fai – sei solo un ricettacolo glorificato per la cera, mentre io sono un vaso di un pollice di salvezza umana. E puoi anche succhiarlo, pannelli solari che brillano contro il cielo blu profondo.

Mi scuso per il mio sfogo. Ho promesso a me stesso che non mi sarei mai trasformato in uno stronzo come Abundance of Raspberries. Eppure eccomi qui, la fama che gonfia il mio ego come lo Speed-Walking di Active Senior Couple. Che cosa sono diventato? Se non sto attento, mi trasformerò in uno psicopatico come le matite colorate disposte in un cerchio. (Credimi, non vuoi mai entrare in un layout con quello tipo.)

No, non mi lascerò essere un’astina narcisistica come Plaid Blanket Thrown Over Back of Adirondack Chair Near Still Lake. Dopo tutti i miei anni da perdente, ho giurato di staccare il mio senso di autostima dal successo e di essere più simile a Tre assistenti di volo in uniformi abbinate che camminano attraverso il terminal con bagagli a rotelle. Chi lo sa? Forse se metto insieme il mio atto, posso persino impressionare Human Heart Made of Fruits and Vegetables. Una foto d’archivio può sognare.

Whew! Oggi ho fatto davvero un lavoro importante su me stesso. Sai chi non farà mai quel lavoro? Primo piano estremo di una farfalla: ecco chi. Non otterrai mai un’autentica auto-riflessione nemmeno da Woman Doing Yoga Pose on Mountaintop. Che coppia di brividi performativi.

Ops. Sono regredito di nuovo nelle mie stronzate, no? Come se potessi davvero guarire me stesso. Diciamo la verità. Ognuno di noi non è che una fragile rappresentazione del nostro sé autentico, desideroso di essere visto e amato. Forse non c’è modo di sfuggire alla lotta. Forse, alla fine, siamo solo un mucchio di peperoncini rossi secchi in una ciotola di ceramica blu, sapendo che non saremo mai abbastanza, non importa quanto cerchiamo di ritoccare la verità con photoshop.

#Sono #una #foto #darchivio #insicura #una #fiala #vaccino #questo #mio #momento #brillare

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *