Ad Augusta National, pazienza ed esperienza ripagano

Visualizzazioni: 28
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 18 Secondo

“Non è che giochiamo il campo meglio quando invecchiamo”, ha detto Jiménez. “È che più giochiamo ad Augusta, più esperienza e conoscenza abbiamo del corso. Inoltre, la pazienza è fondamentale ad Augusta e probabilmente siamo un po ‘più pazienti e meno impulsivi man mano che invecchiamo “.

Inoltre, molti giocatori più anziani hanno continuato a rimanere in forma e competitivi.

“Negli anni ’70, non c’era il tour dei campioni”, ha detto Harmon. “Mio padre si sarebbe presentato non avendo giocato un round competitivo in cinque anni. Allora, quei ragazzi non volevano mettersi in imbarazzo. Ora, con uno come Freddie Couples, gli viene in mente di poterlo vincere “.

Miller Brady, presidente del Champions Tour, ha detto che la continua competizione ha davvero aiutato la longevità dei giocatori.

“Questi ragazzi, a differenza della generazione prima di loro, sono molto più sani nei loro 50 e 60 anni”, ha detto. “Guarda Bernhard Langer; continua a giocare bene ea vincere nel tour dei campioni “.

Per alcuni giocatori esperti, c’è una sensazione sull’Augusta National. Capiscono che il Masters ha un ritmo tutto suo, anche se quest’anno potrebbe essere diverso senza il supporto emotivo dei fan stipati intorno ai green.

“Ci sono alcuni intervalli in un round che se li superi, stimolano la tua fiducia”, ha detto Ben Crenshaw, che ha vinto il Masters nel 1984 e nel 1995, quando aveva 43 anni.

“Il corso ti spinge a provare certe cose. Nelle aree difficili, come Amen Corner, vedi sempre accadere cose speciali. Là sono accadute cose meravigliose e alcuni incidenti meravigliosi. “

#Augusta #National #pazienza #esperienza #ripagano

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *