Aggiornamento di Tiger Woods: lo sceriffo afferma che l’indagine sul crash è terminata

Visualizzazioni: 17
0 0
Tempo per leggere:9 Minuto, 36 Secondo

L’indagine sull’incidente con un solo veicolo di Tiger Woods a febbraio è terminata, ma i risultati non possono essere rilasciati pubblicamente fino a quando Woods non darà il permesso, ha detto lo sceriffo della contea di Los Angeles mercoledì in un live streaming su Facebook.

“Una causa è stata determinata”, ha detto lo sceriffo Alex Villanueva, aggiungendo: “Abbiamo tutto il contenuto della scatola nera. Abbiamo tutto completato, firmato, sigillato e consegnato. Tuttavia, non possiamo rilasciarlo senza il permesso delle persone coinvolte nella collisione “.

Woods, 45 anni, ha riportato gravi lesioni alla gamba destra il 23 febbraio, richiedendo almeno due operazioni dopo che il SUV che stava guidando si è schiantato su una collina lungo un tratto di strada difficile nella contea di Los Angeles. Secondo le autorità, nessuno è stato coinvolto tranne Woods, la figura preminente del golf nell’ultimo quarto di secolo.

Lo sceriffo ha affermato che l’incidente è stato un incidente, dicendo che lui ei suoi sostituti non hanno rilevato segni di menomazione sulla scena quel giorno. Tuttavia, ha detto circa una settimana dopo che gli investigatori avevano ottenuto un mandato di perquisizione per il registratore di dati dell’evento, noto anche come scatola nera, nel SUV di Woods per aiutare a chiarire la causa dell’incidente.

“È ancora un incidente”, ha detto mercoledì. “Hai un incidente e hai azioni deliberate. È un incidente, ok. Stiamo contattando Tiger Woods per essere in grado di pubblicare il rapporto stesso e nulla è cambiato rispetto a ciò che sappiamo e a ciò che abbiamo appreso nel corso delle indagini. E tutto quello che abbiamo fatto si è rivelato accurato. “

L’agente di lunga data di Woods, Mark Steinberg, non ha risposto immediatamente a un’e-mail di richiesta di commento.

Ecco cosa sappiamo da mercoledì sera.

Woods è stato rilasciato il mese scorso da un ospedale di Los Angeles dove è stato curato dopo l’incidente, secondo un post sul suo account Twitter il 16 marzo che diceva che era a casa.

“Mi riprenderò a casa e lavorerò per diventare più forte ogni giorno”, si legge nel post di Twitter di martedì.

L’unica residenza conosciuta di Woods è a Jupiter Island, in Florida, dove vive in una villa, a volte con i suoi due figli, la cui custodia condivide con la sua ex moglie.

Il post non conteneva aggiornamenti sulle sue condizioni e Steinberg, l’agente di Woods, ha dichiarato in una e-mail di non poter offrire ulteriori informazioni sulla posizione o sulle condizioni del suo cliente.

Woods è stato portato all’Harbour-UCLA Medical Center di Los Angeles il giorno dell’incidente e ha subito un intervento chirurgico d’urgenza per riparare gravi ferite alla gamba destra.

È stato trasferito a Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles la sera del 25 febbraio.

La mattina dopo l’arrivo di Woods a Cedars-Sinai, ha ricevuto “procedure di follow-up sulle sue ferite”, che sono state ritenute riuscite, secondo una dichiarazione dall’account Twitter di Woods.

Il dottor Anish Mahajan, amministratore delegato ad interim di Harbour-UCLA, ha detto in una dichiarazione la notte dopo l’incidente in cui entrambe le ossa nella parte inferiore della gamba destra di Woods, la tibia e il perone, erano state rotte in più punti ed erano “fratture aperte”, il che significa che le ossa avevano perforato la sua pelle.

Il dottor Mahajan ha detto che i medici hanno “stabilizzato” le rotture inserendo un’asta nella tibia. Ha detto che anche altre ossa nella caviglia e nel piede di Woods erano state ferite e che erano state “stabilizzate con una combinazione di viti e perni”.

La dichiarazione non descriveva alcuna ferita alla gamba sinistra di Woods, anche se Daryl L. Osby, il capo dei vigili del fuoco della contea di Los Angeles, aveva detto in precedenza che Woods aveva “ferite gravi” a entrambe le gambe. Il capo non ha spiegato ulteriormente e ha detto che non era sicuro di quali altre lesioni Woods avrebbe potuto subire.

I medici non coinvolti nelle cure di Woods hanno predetto un recupero estremamente difficile dalle sue ferite.

Il mandato di ispezionare i dati della scatola nera è stato eseguito il 1 ° marzo come parte di una “procedura di routine”, ha detto il mese scorso una portavoce del dipartimento dello sceriffo.

Alla domanda sul perché il dipartimento non avesse richiesto un mandato per i campioni di sangue dall’ospedale, che indicherebbe se Woods avesse alcol o droghe nel suo sistema, lo sceriffo Villanueva ha detto in un live streaming il 3 marzo che non c’erano prove di menomazione.

“In assenza di prove di menomazione, sai, non avrai un mandato di perquisizione”, disse lo sceriffo. “Periodo. Non viene assegnato dal giudice. “

Anche se le indagini sono continuate, lo sceriffo Villanueva è stato abbastanza chiaro in una conferenza stampa il 24 febbraio che credeva che l’incidente fosse accidentale. “Non prevediamo alcuna accusa di sorta in questo incidente”, ha detto. “Questo rimane un incidente e un incidente non è un crimine.”

Gli esperti di riconoscimento delle droghe – agenti di polizia addestrati per identificare le persone sospettate di essere menomate – non sono stati inviati né al luogo dell’incidente né all’ospedale, ha aggiunto lo sceriffo Villanueva.

Anche se Woods è apparso “lucido e calmo” subito dopo l’incidente ed è stato in grado di rispondere alle domande del vice Carlos Gonzalez, il primo soccorritore di emergenza ad arrivare sulla scena, “non aveva alcun ricordo dell’incidente stesso” quando gli è stato chiesto all’ospedale, Villanueva ha detto in un 24 febbraio apparizione sulla CNN.

Esperti forensi di tutto il paese che non sono coinvolti nelle indagini hanno detto a USA Today, per un articolo pubblicato il 13 marzo, che sembrava essere un caso di addormentarsi al volante o di guida alterata o distratta.

L’incidente è avvenuto su Hawthorne Boulevard vicino a Rancho Palos Verdes, una città costiera di circa 42.000 abitanti nella contea di Los Angeles.

Secondo i dati raccolti dal dipartimento dello sceriffo, ci sono stati 13 incidenti, quattro con feriti, dal 3 gennaio 2020 al 23 febbraio di quest’anno all’interno di un tratto di 1,35 miglia di Hawthorne Boulevard che include il sito in cui si è schiantato Woods, secondo ai dati raccolti dal dipartimento dello sceriffo.

Solo uno di questi incidenti è stato ufficialmente stabilito per aver coinvolto una persona sotto l’effetto di droghe o alcol, secondo i dati, e nessuno ha coinvolto qualcuno che utilizza un telefono. Due dei 13 incidenti sono stati incidenti con un solo veicolo, ei dati hanno indicato che nessuno dei conducenti in quei casi aveva guidato sotto l’influenza.

Il limite di velocità è di 45 miglia all’ora, ma il vice Gonzalez ha detto di aver visto a volte veicoli che percorrono più di 80 miglia all’ora. Lo sceriffo Villanueva ha detto che sembrava che Woods stesse guidando a “velocità maggiore del normale” il giorno dell’incidente.

Gli agenti sono arrivati ​​sulla scena sei minuti dopo aver ricevuto una chiamata al 911 e hanno trovato Woods intrappolato in un SUV che si era ribaltato, ha detto lo sceriffo Villanueva il giorno dell’incidente.

Il veicolo che Woods stava guidando ha colpito la fascia mediana, ha viaggiato per diverse centinaia di piedi e ha rotolato diverse volte prima di fermarsi nella boscaglia dall’altra parte della strada, ha detto lo sceriffo Villanueva. Non c’erano segni di sbandata o sterzata, a indicare che Woods non aveva tentato di frenare, ha detto lo sceriffo. Il paraurti e la parte anteriore dell’auto sono stati “distrutti”, ma la cabina interna del veicolo era “più o meno intatta”, ha aggiunto.

Non c’erano prove che Woods fosse seguito o guardasse il suo telefono, ha detto lo sceriffo al momento dell’incidente. Anche il tempo non è stato un fattore nell’incidente, ha detto. Woods indossava la cintura di sicurezza e gli airbag nell’auto si sono attivati, ha detto il vice Gonzalez.

Woods era nel sud della California per ospitare, ma non per competere, il Genesis Invitational al Riviera Country Club nella sezione Pacific Palisades di Los Angeles il fine settimana prima dell’incidente. Genesis Motor è una divisione di veicoli di lusso di Hyundai. Woods era a bordo di un SUV Genesis GV80 del 2021, che gli è stato fornito durante il torneo; lui è noto per guidare sempre se stesso in un’auto di cortesia ai tornei.

Woods è rimasto a fare dopo il fine settimana lavori promozionali per Golf Digest e GolfTV, e quando l’incidente è avvenuto, secondo ESPN, stava andando a un servizio fotografico con i quarterback della NFL Drew Brees e Justin Herbert.

Rory McIlroy, 31 anni, in un intervista su “The Tonight Show“Con Jimmy Fallon il 9 marzo, ha detto di aver parlato con Woods e che si aspettava che sarebbe stato in grado di riprendersi presto a casa con la sua famiglia.

“Sta meglio – e penso che tutti noi gli stiamo augurando una pronta guarigione a questo punto”, ha detto McIlroy di se stesso e di altri giocatori di golf non specificati nell’intervista, cosa che ha fatto dal Players Championship.

Diversi giocatori del PGA Tour indossava camicie rosse con pantaloni neri, una versione dell’outfit del round finale caratteristico di Woods, l’ultimo giorno del Workday Championship, il 28 febbraio. Alcuni hanno utilizzato palline da golf Bridgestone con impresso il solito marchio di Woods, “TIGER”. E molti spettatori indossavano camicie rosse, cappelli e maschere.

“È difficile spiegare quanto sia stato toccante oggi quando ho acceso la TV e ho visto tutte le camicie rosse”, a dichiarazione sull’account Twitter di Woods ha detto domenica. “Per ogni giocatore di golf e ogni tifoso, mi stai veramente aiutando a superare questo momento difficile.”

Annika Sorenstam, 50 anni, indossava un top rosso e una gonna nera a un evento dell’LPGA Tour a Orlando, in Florida, mentre anche il personale di manutenzione del Puerto Rican Open indossava il rosso in omaggio.

Il giorno dell’incidente, celebrità e fan ha offerto preghiere e parole di sostegno sui social media.

Anche prima del naufragio, non era chiaro quando Woods potrebbe giocare di nuovo o se sarebbe in grado di perseguire una sesta vittoria Masters da record questa primavera.

Woods stava cercando di riprendersi la sua quinta operazione alla schiena, una microdiscectomia, che aveva rivelato a gennaio.

Quando è apparso sulla CBS domenica durante il round finale del torneo Genesis, a Woods è stato chiesto se avrebbe gareggiato al Masters dell’Augusta National Golf Club in aprile. “Dio, lo spero”, ha detto. “Devo arrivarci prima.”

Sebbene Woods abbia detto il mese scorso che si aspettava di perdere almeno due tornei, non ha escluso pubblicamente di giocare al Masters, che ha vinto l’ultima volta nel 2019. Domenica, ha detto che si sentiva “bene, un po ‘rigido”, e stava aspettando un’altra risonanza magnetica per valutare i suoi progressi.

Nel frattempo, ha detto, stava “ancora facendo le cose banali che devi fare per la riabilitazione, le piccole cose prima che tu possa iniziare a gravitare verso qualcosa di un po ‘di più”.

Woods si è classificato al 38 ° posto nel Masters 2020, giocato a novembre a causa della pandemia di coronavirus. Anche se ha sparato un 10 alla dodicesima buca durante il round finale, ha beccato cinque delle ultime sei buche.

La segnalazione è stata fornita da Alan Blinder, Nicholas Bogel-Burroughs e Bill Pennington.



#Aggiornamento #Tiger #Woods #sceriffo #afferma #che #lindagine #sul #crash #terminata

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *