Agli Australian Open, Bianca Andreescu è la grande sconosciuta

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 58 Secondo

Per Mary Carillo, ex giocatrice e analista di tennis di lunga data, Andreescu è tra i giocatori più convincenti del torneo. Carillo l’ha paragonata a Juan Martín del Potro, che ha battuto Roger Federer per vincere gli US Open quando aveva appena 20 anni, ha subito una serie di infortuni e non ha mai mantenuto la promessa di quel trionfo.

“Quando vedi giocatori come Juan-Martín e Bianca bruciare un buco nello sport come hanno fatto, sai che hanno i soldi”, ha detto Carillo. “Vuoi vederli mettere le loro partite contro i migliori. Sai che possono vincere le major. Vuoi che rimangano in giro e dimostrino che era reale, di volta in volta, anno dopo anno, diventare uno dei veri grandi “.

Tutti nel tennis sanno che Andreescu ha talento da bruciare. Ha potere dalla linea di fondo e nel servizio. Ha l’atletismo per inseguire le palle negli angoli. In qualsiasi momento, da qualsiasi punto del campo, può tagliare una fetta con così tanto spin che balla quando atterra. Tutto questo, oltre all’esperienza di vincere un titolo del Grande Slam, e ha giocato solo circa 50 partite di singolo WTA.

Ma arrivando in Australia, Andreescu non aveva giocato una partita dall’ottobre 2019. L’inattività avrebbe lasciato alla maggior parte dei giocatori poco più di una possibilità di successo per un pugile. Andreescu, tuttavia, ha mostrato una capacità bizzarra di scrollarsi di dosso la ruggine e giocare in profondità nei tornei. Un infortunio alla schiena l’ha tenuta fuori competizione per due mesi nell’autunno del 2018. Quando è tornata ha vinto due titoli nel circuito ITF di livello inferiore.

Nel 2019, un infortunio alla spalla destra l’ha in gran parte messa da parte da aprile ad agosto. È tornata per la Rogers Cup a Toronto, uno dei tornei di più alto profilo al di fuori delle quattro major, e ha vinto dopo che Serena Williams si è ritirata dalla finale con spasmi alla schiena quattro partite nella partita. Poi ha ottenuto altre sette vittorie consecutive e è diventato il campione degli US Open.

Non è normale. La tedesca Angelique Kerber, la tre volte vincitrice del Grande Slam, ha affermato che quando gli infortuni causano lunghi licenziamenti, possono essere necessari mesi per trovare la motivazione per scendere in campo e raggiungere il proprio limite. “Penso che sia la sfida più difficile”, ha detto Kerber.

#Agli #Australian #Open #Bianca #Andreescu #grande #sconosciuta

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *