Alex Cora si scusa ripetutamente per la sua parte nello scandalo di Astros

Visualizzazioni: 14
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 49 Secondo

Questo è cambiato drasticamente negli ultimi 10 mesi. I proprietari hanno detto che la decisione di riassumere Cora è stata presa da Chaim Bloom, il presidente delle operazioni di baseball dei Red Sox, ma Kennedy ha chiarito martedì che è stata anche la scelta favorita dalla proprietà.

“Siamo molto soddisfatti del risultato, dato quanto siamo entusiasti di riavere Alex”, ha detto Kennedy.

Bloom, che è stato assunto da Boston un anno fa, ha lavorato solo pochi mesi con Cora. Aveva intervistato diversi candidati per sostituire il manager ad interim Ron Roenicke ma determinato – dopo un lungo processo di colloquio che Cora ha definito “intenso” e “duro” – che l’ex manager fosse la persona giusta per riprendere le redini.

“Lo conosciamo tutti come una brillante mente di baseball che può guidare e che può ispirare così come chiunque nel gioco”, ha detto Bloom di Cora. “Ha dimostrato di poter ottenere il meglio dai giocatori e non vediamo l’ora di un futuro davvero brillante con lui al timone”.

Cora è stata originariamente assunta da Boston dopo aver aiutato gli Astros, attraverso mezzi legali e illegali, al campionato 2017. L’anno successivo, Boston ha vinto il titolo. Un’indagine della MLB quest’anno ha stabilito che Cora non ha portato le stesse tattiche illecite a Boston, né ha supervisionato nulla sulla scala di quanto accaduto a Houston.

Martedì, a Cora è stato chiesto perché non avesse barato di nuovo dato che aveva funzionato la prima volta. Cora ha ammesso di aver avuto paura di provare un sistema simile. Ha detto che c’erano state abbastanza accuse di frode (anzi, si è scoperto che alcuni giocatori dei Red Sox usavano gli Apple Watch per rubare illegalmente i cartelli contro gli Yankees nel 2017) per indurlo a procedere con cautela.

Durante l’allenamento primaverile del 2018, ci sono stati avvertimenti da parte dei funzionari della MLB e, ha detto Cora, dei dirigenti dei Red Sox, incluso l’ex direttore generale Dave Dombrowski, che gli imbrogli non sarebbero stati tollerati.

“Mi hanno guidato attraverso di esso”, ha detto Cora, aggiungendo che la sua reazione è stata “Wow, è meglio che non provi nemmeno a fare qualcosa del genere.”

#Alex #Cora #scusa #ripetutamente #sua #parte #nello #scandalo #Astros

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *