Anteprima della stagione MLB 2021: il ritorno di 162 giochi

Visualizzazioni: 10
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 34 Secondo

Finì non appena iniziò, più o meno, la piccola stagione più strana nella storia del baseball. Sessanta partite erano tutto ciò che avevamo, nemmeno 10 settimane: meno partite di un programma di basket o hockey pro, meno settimane di una stagione NFL.

“L’anno scorso è stato uno sprint, e non so se tutti fossero pronti a correre, non solo nella nostra squadra ma anche in altre squadre”, ha detto Dusty Baker, il manager degli Houston Astros. “In realtà è più divertente interpretare 162, perché poi vediamo chi è il più forte mentalmente, fisicamente e come unità.”

La nuova stagione, che inizia giovedì con tutte e 30 le squadre in azione, offre più delle solite promesse vaporose di cieli azzurri, erba verde e il tepore del sole. I veri fan umani, a diversi livelli di capacità, vedranno il ritorno del baseball come al solito: un compagno quotidiano di sei mesi che dovrebbe darci un nuovo apprezzamento del regular nella stagione regolare.

“Vedresti ragnatele sui sedili dove i fan non si sono seduti per mesi e mesi e mesi”, ha detto David Ross, manager dei Chicago Cubs, una squadra che ha spostato la sua sala pesi nell’atrio vuoto del Wrigley Field la scorsa estate . “Quindi il fatto che sarà tutto bello, pulito e brillante per i fan – entreranno lì e prenderanno un cane e una birra e faranno il tifo per i Cubs – non c’è niente di meglio di così. Non vedo l’ora. “

La stagione dei Cubs si è conclusa con due sconfitte casalinghe in una nuova categoria playoff che non tornerà per il 2021. Mentre 16 delle 30 squadre si sono qualificate per il field ampliato lo scorso ottobre, quest’anno saranno solo 10: tre vincitrici di divisione e due wild carte di ogni lega.

Il campionato e l’unione dei giocatori non poteva essere d’accordo sull’estensione dell’accordo ampliato per i playoff per il 2021, nonostante i chiari vantaggi. L’industria sarà al limite fino a quando le parti non concorderanno un nuovo contratto di contrattazione collettiva, con quello attuale in scadenza il 1 dicembre. Lo sport potrebbe cambiare in modo significativo nel 2022; le affiliazioni alle leghe tradizionali potrebbero essere mescolate e il programma di 162 partite – introdotto per la prima volta nel 1961 – potrebbe essere modificato.

“C’è molta storia lì, e un sacco di orgoglio preso dai giocatori nel giocare quella che sperimentano come un’intera stagione”, ha detto Tony Clark, il direttore esecutivo dell’associazione dei giocatori, in un’intervista la scorsa settimana. “Questo non vuol dire che i giocatori non siano disposti ad avere una conversazione su qualche altra struttura, sia dal punto di vista dell’allineamento, dal punto di vista di come sono programmate le partite, fino al numero di partite programmate in una stagione. “

Nel frattempo, i vecchi e familiari ritmi di gioco saranno una fonte di conforto per i fan, un promemoria dell’atemporalità di uno sport più facile che mai da seguire. Da una matinée sulla costa orientale a una partita notturna della costa occidentale, le ore di trasmissioni giornaliere – in TV e radio – sono vicine come il tuo smartphone. Mentre le tipiche stagioni di basket e hockey durano solo 82 partite e il calcio solo 16, il volume del baseball lo distingue dal resto.

“È un separatore, ed è per questo che, quando parli di baseball come passatempo nazionale, lo è”, ha detto Joe Maddon, il manager dei Los Angeles Angels. “Dopotutto, torni a casa dal lavoro un giorno qualsiasi durante l’estate e accendi la radio o guardi la TV e vedi giocare la tua squadra preferita. E poi c’è tutto questo trambusto su quella notte, quella partita, il tuo giocatore preferito, la tua squadra preferita, quello che sta succedendo, e puoi farlo ogni sera durante l’estate. Ogni notte. Inizi a scuola, attraversi l’estate, torni a scuola ed è ancora in corso. “

La scorsa stagione è stata disorientante per molti nel baseball, con la stagione da 60 partite – la più breve dal 1878 – che rappresenta solo il 37% della norma. Per legittimità storica, è stato utile che le squadre delle World Series non siano state un colpo di fortuna: la squadra con il miglior record, i Los Angeles Dodgers, ha sconfitto la squadra con il secondo miglior record, i Tampa Bay Rays. Ma altre squadre avevano bisogno di più mesi per mettersi alla prova.

“Lo guardi dopo 60 partite, ed è come, ovviamente, non è così che facciamo questo”, ha detto Maddon, i cui Angels hanno iniziato 12-25 e poi sono andati su un 14-9 alla fine. “Abbiamo bisogno di più tempo per diventare bravi, o alcuni ragazzi hanno bisogno di più tempo per andare male, e i punti di forza salgono al top. Quindi è stato imbarazzante. “

I giocatori ora devono affrontare le conseguenze fisiche del programma abbreviato; senza precedenti, le squadre possono solo immaginare l’impatto di una stagione lunga dopo una breve. Gli Angels saranno tra le squadre che utilizzeranno una rotazione iniziale di sei uomini per alleggerire il carico di lavoro di ogni titolare.

Il vecchio benchmark di 200 inning del vecchio antipasto potrebbe ora essere fuori portata, accelerando una tendenza. Trentasei lanciatori hanno lavorato 200 inning nel 2009. Un decennio dopo, solo 15 lo hanno fatto. Nessuno ha raggiunto nemmeno gli 85 inning di stagione regolare lo scorso anno, quindi pochi lanciatori, se ce ne sono, potrebbero cancellarne 200 ora. I giocatori di posizione avranno anche bisogno di più giorni di riposo predefiniti.

“Sarà molto affascinante per me tenerne traccia nei prossimi due anni per vedere quale vero impatto ha avuto la stagione di 60 partite”, ha detto Todd Tomczyk, direttore della medicina sportiva dei Pittsburgh Pirates. “Faccio un passo indietro molte volte: ‘Oh, avremo così tanti infortuni quest’anno a causa della stagione di 60 partite’, ma mi sorprendo a pensare, ‘Forse no, con tutti i progressi in allenamento e durante tutto l’anno strutture e come possiamo monitorare il recupero di questi ragazzi solo da un semplice feedback soggettivo. ‘”

Un altro fattore di infortunio, per le partite nei parchi NL, sarà lanciatori nei box del battitore e sulle basi. Sia la lega che il sindacato volevano continuare a utilizzare un battitore designato in tutte le partite dopo averlo fatto nel 2020, ma non potevano concordare altri cambiamenti che sarebbero stati parte dell’accordo.

Tale acrimonia, per fortuna, per ora è solo rumore di fondo. L’evento principale sarà al centro: 2.430 partite dal 1 aprile al 3 ottobre, con almeno alcuni fan invitati a vedere lo spettacolo. Le squadre accoglieranno volentieri l’azienda.

“I fan sono ciò che rende il nostro sport”, ha detto Ross. “Per quanto lo stadio sia bello, e il tempo e la città, i tifosi sono ciò che unisce tutto”.

#Anteprima #della #stagione #MLB #ritorno #giochi

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *